Cava Solter, nel pomeriggio di venerdì 11 maggio l’azienda ha aperto i cancelli della discarica tra Casorezzo e Busto Garolfo ai giornalisti.

Cava Solter, il sopralluogo

La Solter ci ha aperto le porte della cava che include sia quella in chiusura sia quella oggetto del nuobo progetto. “Un modo per fare ecologia con volumi che si tolgono per recuperare elementi scartati e volumo che vanno a riempire”. Questa la filosofia illustrata da Bruno Bella titolare della proprietà. Un corridoio ecologico e una sorta di laghetto. Si farà in relazione al nuovo progetto. Si attende ora la pronuncia del Tar il prossimo 19 giugno.

Il presidio del Comitato

Presenti, al di fuori dei cancelli, anche i rappresentanti del Comitato antidiscarica cittadini e i Verdi. “Non possiamo interloquire con la Solter. Troppe le criticità. Confidiamo negli enti giudiziari. Un conto è quello che la Solter scrive. Un altro è come vanno davvero le cose” hanno commentato i rappresentanti dei Comitati.