Carnevale cardioprotetto, i volontari dell’associazione “Sessantamilavitedasalvare” vestiti da Supereroi hanno sfilato a Cerro Maggiore col prezioso apparecchio che può fare la differenza in caso di arresto cardiaco.

Carnevale cardioprotetto a Cerro Maggiore

Come tutti gli anni hanno preso parte alla bellissima sfilata di Carnevale che ha “invaso” il centro cittadino di Cerro Maggiore: con loro il defibrillatore, ossia quello strumento che può salvare la vita in caso di arresto cardiaco. Stiamo parlando dei volontari dell’associazione “Sessantamilavitedasalvare”, in questi anni attivissima nel promuovere la cultura dell’emergenza e la diffusione di questi importanti apparecchi su tutto il territorio comunale. I volontari hanno preso parte all’evento vestiti da Supereroi, ricordando però che il defibrillatore non richiede nessun superpotere: l’apparecchio, che è dotato di placche da applicare sul torace del paziente, grazie a semplici comandi vocali è facilissimo da usare, utilizzabile da chiunque e può davvero strappare alla morte in caso di arresto cardiaco.
L’intero percorso della sfilata è stato cardioprotetto: grazie ai volontari di “Sessantamilavitedasalvare” ma anche grazie alla presenza di altri tre defibrillatori (quelli davanti alle due farmacia e quello in oratorio).

Le foto:

Leggi anche:

Leggi anche:  Schianto all'incrocio, conducente intrappolato in auto

Nerviano, salva la vita al cliente e amico: Andrea è il meccanico eroe

Legnano, colto da arresto cardiaco al Parco: salvato da un passante

Arresto cardiaco mentre gioca a carte: salvato dagli “angeli custodi”

Arresto cardiaco mentre si trovava al lavoro, salvata dai colleghi

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE