Consegna della Costituzione ai diciottenni e ai nuovi cittadini italiani, domenica 2 giugno, in Piazza Chiesa a Rescaldina.

Il valore della Costituzione

Il sindaco Gilles Ielo ringrazia il predecessore Michele Cattaneo per aver istituito questo momento rivolto ai diciottenni e ai nuovi cittadini italiani e aggiunge:

“Siamo qui a celebrare questa festa per ricordare il referendum con il quale gli italiani, il 2 giugno 1946, hanno scelto la Repubblica come forma di governo dell’Italia.
Da quest’anno voi acquisite il diritto di voto che è il primo strumento per poter determinare quella che è la nostra società, cioè scegliere chi amministra.
Desidero sottolineare le parole del nostro presidente Sergio Mattarella: libertà e democrazia sono incompatibili con chi cerca nemici. Questo voto allargato, che mi ha permesso di essere sindaco, è sintomo di un confronto, di un dialogo.
Non è indispensabile conoscere a memoria la Costituzione, però bisogna essere consapevoli che esista, che è uno dei pilastri fondamentali, dove sono contenuti tutti gli articoli che ci garantiscono oggi di vivere in pace e armonia.
Leggo due passaggi: L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali (articolo 11). Il conflitto non è mai la soluzione, lo sono invece il dialogo e il rispetto reciproco.
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (articolo 21). Sulla base di questo principio, mi impegno ad ascoltare tutti i cittadini, le porte del Comune saranno sempre aperte per chiunque desideri esprimere la propria opinione”.

Al termine della celebrazione, il sindaco Gilles Ielo invita i diciottenni e i nuovi cittadini italiani a visitare il Comune.

Leggi anche:  Danni maltempo: da Lombardia chiesti 207 milioni di euro