Torna l’ordinanza antialcol contro la vendita di alcolici dopo le 20 nei supermercati.

Urla e schiamazzi, torna l’ordinanza antialcol

Vietata la vendita di alcolici dalle 20 alle 6 nei supermercati di Tradate. Il sindaco Giuseppe Bascialla ha infatti dato mandato di emettere nuovamente l’ordinanza che già il predecessore Dario Galli aveva portato in città per limitare i disagi dei residenti dell’area circostante al Carrefour di via Albisetti. Unico supermercato aperto h24, unico esercizio colpito dall’ordinanza (questa esclude infatti bar e ristoranti) e “rifugio” sia per una bottiglia dell’ultimo minuto per una cena a casa, sia per i gruppi di ragazzi che vi fanno rifornimento e poi consumano l’alcol nel parcheggio. Ragazzi che spesso (riportano i residenti) sono minorenni e che quindi nemmeno potrebbero acquistare gli alcolici.

Divieti contro il degrado

I disagi dei residenti erano balzati alle cronache un paio d’anni fa, quando presentarono in municipio una raccolta firma con una cinquantina di sottoscrizioni per chiedere di mettere un freno a quella situazione. E scaduta l’ordinanza nel 2017, erano tornati i problemi: musica ad alto volume, schiamazzi, gare coi carrelli ed effusioni varie. Oltre a sporco, rifiuti e quant’altro. Così, col nuovo sindaco e la nuova amministrazione, i residenti sono tornati a bussare al Comune. “Rispristiniamo l’ordinanza – ha annunciato quindi il sindaco – la nostra azione dev’essere finalizzata a rimuovere le cause che ostacolano e impediscono la fruizione degli spazi pubblici, la convivenza sociale e l’ordine e la sicurezza pubbliche”.

Leggi anche:  Million Day, a Tradate vincita da un milione di euro

LEGGI ANCHE: Operazione di contrabbando: sgominata la banda che trafficava in alcolici