Anche nel fine settimana il pericolo valanghe resterà di grado 4 Forte – Scala europea del Pericolo Valanghe – su molti settori delle montagne lombarde. Situazione in lieve miglioramento domenica, ma l’attenzione sulla neve deve restare alta. Lo ha comunicato con una nota ufficiale nel pomeriggio di oggi Arpa Lombardia.

LEGGI ANCHE Sole, freddo e neve sui monti: che bel risveglio a Lecco FOTO E PREVISIONI METEO

Dopo le nevicate alto il pericolo valanghe

Le copiose nevicate di mercoledì e giovedì hanno fatto scattare l’allerta su tutti i versanti della nostra provincia. Secondo le previsioni del Centro Nivometeorologico di Arpa Lombardia, l’attenuarsi della perturbazione transitata sulla regione negli scorsi giorni ha lasciato un flusso instabile dai quadranti meridionali che, nei prossimi giorni, porterà tempo variabile con nuvolosità irregolare e occasionali precipitazioni isolate. In montagna, l’insolazione e il conseguente innalzamento delle temperature durante le ore centrali della giornata determineranno un aumento dell’attività valanghiva spontanea.  Il problema principale sarà sempre caratterizzato dai lastroni, diffusi su tutti i pendii a qualsiasi esposizione, scarsamente ancorati agli strati basali della neve.

Leggi anche:  Odori molesti a Casorezzo, Giudici (Lega) scrive ad Arpa

Domenica rischio in attenuazione

Per domenica si prevede una progressiva diminuzione della pericolosità, con grado 3 marcato.  Attenzione, quindi, al pericolo valanghe. L’invito è quello di dotarsi sempre di tutti di dispositivi di autosoccorso consigliati per le attività sportive in montagna (apparato ARTVA, pala e sonda) e di consultare quotidianamente il bollettino Neve e Valanghe nella sezione Centro Nivometeorologico del sito di Arpa Lombardia. Il consiglio degli esperti è di rinunciare a escursioni o sciate fuori pista quando mancano le necessarie garanzie di sicurezza.