Consegnata sulla terrazza “L’Orto dei Sogni” dell’Istituto Nazionale Tumori la prima donazione dell’associazione “Vivere a Colori” in memoria della giovane Eleonora Cocchia.

Vivere a Colori, donazione per ricordare Eleonora

Eleonora Cocchia continua, dal cielo, la sua lotta. Lo fa attraverso l’associazione “Vivere a Colori”, che mamma Nadia Rossin e papà Luca Cocchia hanno fondato dopo la sua scomparsa insieme al suo fidanzato Alberto Tenti. Associazione che in questi mesi ha saputo raccogliere intorno a sè tantissime persone che hanno fatto propria la sua battaglia a favore della ricerca e dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano dove Eleonora ha combattuto contro il suo male. Pochi giorni fa, la prima donazione di “Vivere a Colori”, consegnata al Primario del reparto di Pediatria Complessa, la dottoressa Maura Massimino, di ben 30mila euro. Donazione frutto delle iniziative benefiche organizzate da “Vivere a Colori” e dalla generosità di tante persone e da iniziative private.

“Grazie a Eleonora che ci guida ogni giorno”

Chi ha seguito le iniziative di “Vivere a Colori” (da ultimo, il primo trofeo podistico “Eleonora Cocchia”) sa bene quando il ricordo e l’affetto per la giovane tradatese siano presenti. “E’ stato un bellissimo momento di festa e un primo e importante segno concreto di sostegno alla ricerca e al lavoro della dottoressa Massimino e di tutto il Reparto di Pediatria Complessa dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano – ha commentato Rossin, Presidente dell’associazione. –  Ringraziamo di cuore tutte le persone che spontaneamente hanno contribuito a questo risultato, tutti i volontari dell’Associazione ma soprattutto Eleonora che ci guida e ci stimola per realizzare tutto questo”.