Ex caserma austriaca a Laveno Mombello: via al recupero residenziale dell’edificio, un pezzo di storia che s’affaccia sul lago Maggiore verso il restyling.

Ex caserma austriaca: via al recupero

Un pezzo di storia che s’affaccia sul lago Maggiore, l‘ex caserma austriaca del 1800 a Laveno Mombello è stata a lungo crocevia fra il regno austriaco e quello del Piemonte. Proprio oggi, giovedì 16 maggio 2019, era in programma la firma della convenzione urbanistica, tra il sindaco e il privato che detiene la proprietà dell’immobile storico, per dare il “La” al recupero. La proprietà è poi orientata a mettere in vendita l’edificio.

Un po’ di storia

Terminata nel 1854, la caserma San Michele era parte del sistema di fortificazioni austriache che trasformò Laveno in Imperial Regia Piazzaforte a difesa del confine con lo Stato sabaudo. Ha subìto diverse destinazioni d’uso: stabilimento ceramico (fino al 1898), ancora caserma (1915-1918), dopolavoro (1938), centro velico (1969). Attualmente è una base nautica della LNI. L’edificio risulta vincolato quale edificio Storico-Artistico-Monumentale con vincolo riportato nel vigente Piano di Governo del Territorio approvato dalla Soprintendenza Beni Architettonici e da Regione Lombardia.

Leggi anche:  Circolazione treni: modifiche sulla tratta Milano-Saronno-Varese-Laveno

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE