Cittadini extracomunitari espulsi: sono due peruviani in posizione irregolare sul Territorio Nazionale.

Cittadini extracomunitari espulsi

Due espulsi in un giorno. Continua, incessante e proficuo, il lavoro degli uomini dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Varese, che nella giornata di sabato hanno eseguito l’accompagnamento alla frontiera di due cittadini peruviani non in regola con la normativa di settore. Provvedimenti che si sommano ai 14 decreti di espulsione emessi nell’arco della scorsa settimana.

Imbarcato su un volo diretto a Lima

Il primo dei due, un uomo di 34 anni, era detenuto presso la casa circondariale di Busto Arsizio e risultava gravato da precedenti per atti persecutori, lesioni personali, evasione e rapina. All’atto della scarcerazione, gli agenti lo hanno accompagnato dinanzi al Giudice di Pace di Varese che ha convalidato il provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato emesso dal Questore. Successivamente, l’uomo è stato accompagnato all’aeroporto di Malpensa e imbarcato su un volo diretto a Lima.

Accompagnato alla frontiera aerea di Malpensa

Nella stessa giornata, un altro cittadino peruviano è stato accompagnato alla frontiera aerea di Malpensa, ancora una volta in esecuzione di un Decreto del Questore. L’uomo, con precedenti in materia di immigrazione, di sostanze stupefacenti e per reati contro il patrimonio, era già stato raggiunto in passato da un provvedimento di espulsione come alternativo al trattenimento presso un C.P.R., con contestuale ritiro del passaporto e obbligo di presentarsi alla forza pubblica, in attesa che maturassero le condizioni per eseguire l’accompagnamento alla frontiera (disponibilità di un vettore aereo in primis) come accaduto, appunto, nella giornata di sabato.

Leggi anche:  Omicidio colposo, contro Ermal "un colpo sparato involontariamente"

Salgono così a 5 i provvedimenti di accompagnamento alla frontiera eseguiti nel solo mese di ottobre.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE