Giovane clandestino fermato a Saronno e portato al CPR di Bari.

Fermato un clandestino, era sfuggito dopo un primo controllo

Ieri, 7 novembre 2018, un giovane clandestino è stato fermato e portato al Centro per i rimpatri (CPR) di Bari. Il tunisino aveva fatto perdere le proprie tracce, dopo un controllo nella zona della stazione di Saronno. In quell’occasione un agente della Polizia Locale era rimasto ferito mentre tentava di fermare l’uomo e si era procurato una frattura all’omero. L’operazione è stata coordinata dalla Questura di Varese, coadiuvata dalla Polizia Locale.

“Sono orgoglioso”

Il Sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, ha dichiarato:

“Quanto accaduto è sicuramente un fatto importante di cui sono orgoglioso e per il quale ringrazio le Forze dell’Ordine. L’operazione ha permesso che Saronno si sia liberata di una persona che non aveva diritto di stare sul nostro territorio, che ha commesso diversi reati e ha diverse procedure di espulsione. Adesso spero che venga rimandato al suo Paese e che non torni mai più. Non abbiamo bisogno di queste persone”.

“La situazione è migliore rispetto a tre anni fa”

Inoltre il Sindaco ha sottolineato come questo tipo di operazioni diano giustizia agli stranieri che arrivano nel nostro Paese in maniera regolare, oltre ad essere un ripristino della legalità nei confronti di una cittadinanza che desidera poter vivere in un contesto di normalità civile. Ha aggiunto poi che l’accaduto dimostra che il controllo del territorio è costante e proficuo, sottolineando che ritiene la situazione della città migliorata rispetto a 3 anni fa. E ha dunque concluso elencando le iniziative prese dalla sua amministrazione, riguardanti il tema della sicurezza, che giudica un successo:

“Penso all’aumento di 7 agenti della Polizia Locale, all’installazione di diverse telecamere in tutta la Città, ai continui controlli e pattugliamenti da parte della Polizia, Carabinieri e Guarda di Finanza oltre che della nostra Polizia Locale. A questo si aggiunge  il proficuo lavoro coordinato dal Tavolo della Sicurezza in Prefettura”

LEGGI ANCHE: I migliori licei della zona per Eduscopio: tutti i dati