FDI in Piazza a Cerro Maggiore, in due ore più di 50 cerresi dicono No allo Ius Soli.

Fratelli D’Italia: No allo Ius Soli

Anche Cerro Maggiore dice No allo Ius Soli: Fratelli d’Italia Cerro Maggiore  e  Gioventù Nazionale Alto Milanese  hanno aderito all’iniziativa lanciata da Giorgia Meloni, una raccolta firme per dire “NO” ad un provvedimento truffa che, sotto i tratti buonisti dell’accoglienza, nasconde una svendita ed una sottomissione culturale che già ora, pur senza Ius Soli, sta diventando intollerabile.

L’assessore Dibisceglie

“Riteniamo – dichiara l’Assessore Daniel Dibisceglie (Fdi) – che per poter modificare delle leggi così importanti, come quella recante le norme sulla cittadinanza, occorra passare attraverso il consenso popolare, requisito che né questo provvedimento né questo Governo ha.Il Governo – continua Dibisceglie – e nello specifico il Partito Democratico devono avere il coraggio di presentarsi ad elezioni rendendo chiara l’intenzione di dare la cittadinanza automatica ai migranti: solo con il mandato popolare, infatti, potranno dare vita a questa legge scempio che regala l’italianità come fosse un pacchetto di cioccolatini a San Valentino”.

“Nonostante stiano provando a mascherarlo in tutti i modi, la Legge Boldrini non sarebbe uno Ius Culturae come lo stanno chiamando ma uno Ius Soli: ovvero “diritto di suolo”, per cui il solo fatto di nascere in Italia garantirebbe la Cittadinanza e qualsiasi immigrato maggiorenne in Italia da soli cinque anni potrebbe diventare italiano. Siamo davanti – conclude – ad un imbarazzante scena della politica italiana: la sinistra, guidata dal PD e dal Movimento 5 stelle, sta utilizzando il Parlamento per i propri comodi, perché si sono accorti che solo garantendo il voto agli immigrati avranno qualche possibilità di vincere nuovamente le elezioni. Questo gioco vale realmente la candela? Fratelli d’Italia dice “No”, e la nostra presenza qui oggi vuole sottolineare questo: il nostro essere contro a tutte quelle proposte che non tutelino gli interessi degli Italiani, la nostra cultura, le nostre tradizioni ed il futuro dei nostri figli.”

Leggi anche:  Violento scontro tra due auto a Castellanza FOTO

Presente anche Gioventù Nazionale

Presente anche Gioventù Nazionale, che per voce del coordinatore dell’Alto Milanese Matteo Malacrida ha rivendicato “le oltre cinquanta firme dei cittadini cerresi contro questa svendita dell’italianità raggiunte in meno di due ore grazie a Fratelli d’Italia.”
Tra i firmatari, anche diversi consiglieri comunali del Centrodestra Unito.