Furto sacrilego al cimitero di Varese: 45enne ruba statue e suppellettili per un valore di circa 4mila euro. Denunciato per furto aggravato.

Denunciato per furto aggravato

Il giorno 18 marzo, alle 4 del mattino, a Varese, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Varese hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Varese un 45enne italiano, pregiudicato per reati specifici, disoccupato, ritenuto responsabile del reato di furto aggravato.

Fermo in sosta nelle vicinanze del cimitero

I militari dell’Arma, nel corso di un mirato servizio finalizzato alla prevenzione dei reati predatori, hanno controllato l’uomo mentre si trovava in sosta a bordo della propria auto in via dei Cavalli, nelle vicinanze del cimitero comunale. Gli operanti, insospettiti dal luogo e dall’orario insolito, hanno deciso di approfondire il controllo sottoponendo il soggetto ed il veicolo a perquisizione.

La refurtiva nel baule

Nel corso delle operazioni, all’interno del bagagliaio, venivano rinvenute sei Madonne in bronzo, di altezze variabili tra il metro ed il metro e mezzo, oltre a numerosi suppellettili funebri ornamentali in ottone e rame, trafugati pochi istanti prima dalle tombe e dalle lapidi del cimitero di Bizzozzero.

Leggi anche:  Eroina nei calzini: fermati dagli agenti in bici

Tutta la refurtiva, del valore commerciale complessivo di circa quattromila euro, è stata sequestrata, in attesa di essere restituita ai familiari dei defunti.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE