La questura di Varese ha autorizzato il presidio di Centopercentoanimalisti previsto per domenica 13 gennaio a Saronno.

La questura autorizza il presidio animalista: le parole dei Centopercentoanimalisti

Il presidio organizzato da Centopercentoanimalisti e approvato dalla questura di Varese è una protestare contro l’esposizione e la sfilata di animali durante la sagra di Sant’Antonio Abate, protettore degli Animali.

“Animali esposti in gabbie, alcune molto piccole, altri legati a catena e corda, tutti condannati indistintamente a subire urla di bambini e folla, musica ad alto volume per tutta la durata della “tradizione”. Negli anni scorsi noi di Centopercentoanimalisti abbiamo documentato con foto e filmati la vergogna di Saronno, quest’anno saremo presenti fisicamente.

Sembra che il sindaco non gradisca la nostra presenza, le nostre fonti ce l’hanno confermato, tuttavia, saremo lo stesso presenti, autorizzati o non. Gli organizzatori facciano un passo indietro e lascino in pace gli Animali. Non abbiamo nulla contro la sagra di Sant’Antonio Abate, contestiamo solo l’uso degli Animali che, invece di essere i protetti dal Santo, sono vessati e umiliati.”

LEGGI ANCHE: Sagra di Sant’Antonio Abate a Saronno: striscione di protesta

Leggi anche:  Chiusa nell'ascensore, salvata SIRENE DI NOTTE