Mezzanzanica, malato da tempo e ricoverato a Milano, si è spento lunedì sera 4 febbraio 2019. Il 61enne, già dirigente della Banca di Legnano e responsabile del Distretto Ovest della Banca popolare di Milano, cittadino emerito nel 2015, era presidente della Fondazione Famiglia Legnanese (in seno alla quale aveva rilanciato la Giornata dello studente) e dal dicembre 2017 presidente dell’Unione sportiva Legnanese 1913.

Legnano saluta per l’ultima volta Mauro Mezzanzanica

Questa mattina, giovedì 7 febbraio, intorno alle 10, si è tenuto nella Basilica di San Magno a Legnano i funerali di Mauro Mezzanzanica.

Il parroco, durante l’omelia, ha speso parole di conforto per la famiglia e gli amici sottolineando “Siete proprio tanti, magari venuti anche da lontano”. Ha poi parlato della figura di Mauro Mezzanzanica, descrivendolo come una persona intelligente, capace, un manager di livello che si è occupato di economia e finanza “Lavorava in un mondo complesso ma aveva un gran cuore”. Amici da tempo Monsignor Angelo Cairati lo ha ricordato dicendo “Se avevi bisogno c’era. Ascoltava. Anche per me è stato un amico. Mi ha dato consigli. Mi ha dato più volte ti voglio bene. Amava Legnano anche se abitava a San Vittore Olona”.

Leggi anche:  Uomo scomparso a Laveno Mombello, si cerca nelle acque del Lago Maggiore

LEGGI ANCHE: 

Morto Mauro Mezzanzanica, Legnano in lutto

Morto Mauro Mezzanzanica, il cordoglio del sindaco di Legnano

Scomparso Mauro Mezzanzanica, il cordoglio delle società sportive

Scomparso Mauro Mezzanzanica, il ricordo del mondo della politica

Chiesa gremita di gente

La Basilica di San Magno era gremita di gente. Tra le figure di spicco di Legnano il sindaco Fratus, l’assessore Latterio MunafòGianfranco Bonomi con i vertici della Famiglia Legnanese e della Fondazione Famiglia Legnanese, esponenti di US Legnanese e molti tra autorità civili e religiose.