Lo scorso 16 maggio il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, attualmente agli arresti domiciliari accusato di corruzione e turbativa d’asta insieme al vicesindaco Maurizio Cozzi, che invece si trova in carcere, e all’assessore Chiara Lazzarini oltre che di corruzione elettorale, aveva dato le dimissioni. 

Fratus ritira le dimissioni

La notizia delle dimissioni ritirate da parte di Fratus è arrivata oggi, giovedì 6 giugno. Dalla sua parte si è schierata la Lega con Paolo Grimoldi, segretario nazionale della Lega Lombarda, e tutti i sindaci, i consiglieri regionali e i parlamentari del territorio e della provincia leghista del Ticino. Ecco cosa hanno detto:

“In queste settimane tutte la Lega, dai suoi vertici alla sua base, ha ripetutamente manifestato la sua totale fiducia e la sua stima immutata in Giambattista Fratus. Per questo oggi siamo tutti con lui, e non solo a parole, e non possiamo che sostenerlo senza se e senza ma in questa sua decisione di buon senso di ritirare le dimissioni da sindaco di Legnano. E’ la miglior decisione. Abbiamo piena fiducia nella giustizia e siamo certi che verra’ fatta totale chiarezza sulla posizione di Fratus, e che non resteranno ombre su di lui, ma l’amministrazione di un Comune importante come Legnano non puo’ attendere i tempi lunghi della nostra giustizia. Non sarebbe giusto un passo indietro, neppure nei confronti dei cittadini di Legnano che con il loro voto hanno scelto Fratus come loro sindaco, non sarebbe giusto attendere i tempi troppo lunghi della giustizia, per cui come Lega diciamo e ripetiamo a gran voce che siamo tutti con Giambattista Fratus e sposiamo la sua scelta di ritirare le dimissioni. Vai avanti Fratus, per la Lega, per Legnano!”

LEGGI ANCHE: Operazione Piazza Pulita: corruzione a Legnano VIDEO