Masciocchi è il giovane cuoco al servizio della famiglia reale del Bahrain

Matteo Masciocchi ha 35 anni

Una vita ricca di esperienze, passioni, avventure ma anche di sacrifici. È questa la storia di Matteo Masciocchi, 35 anni di Tradate che ha saputo coltivare la sua grande passione per la cucina fin da quando era piccolo, cogliendo al volo le occasioni che la vita gli ha offerto. Da ormai 6 anni la sua bravura l’ha portato ad essere assunto come chef privato della famiglia reale del Bahrain.

La sua storia

“All’inizio non sapevo nemmeno dove si trovasse – racconta Masciocchi – è un regno molto giovane con una lunga e gloriosa dinastia di emiri con a capo la famiglia al Khalifa. Io sono lo chef della prima moglie del re e della sua famiglia. Siamo circa una sessantina di cuochi e io sono l’unico italiano. Mi occupo della cucina europea che in realtà racchiude circa l’80% del menù. Quando mi sono trasferito qui, si era appena conclusa la primavera araba di cui la stampa europea ha parlato ben poco. Era facile imbattersi in dissidenti e in situazioni di guerriglia. Noi stranieri però non ci siamo mai sentiti in pericolo. Adesso invece il Bahrain sta vivendo un grande periodo di sviluppo”. Un percorso iniziato sui banchi di scuola all’Istituto alberghiero De Filippi a Gallarate.   Servizio completo sul giornale La Settimana in edicola da venerdì 8 febbraio.