Alteria, nota cantante di Rho, ha suonato insieme al celebre batterista dei Deep Purple Ian Paice.

Alteria alla corte di Ian Paice

Salire sul palco con una leggenda della musica rock. E vedere avverarsi il proprio sogno nel cassetto.
E’ quello che è successo ad Alteria, nota cantante rhodense, voce grintosa e rock: lei, insieme ad altre musiciste «in rosa», ad aver suonato nientemeno che con Ian Paice, il leggendario batterista dei “Deep Purple”, band che ha scritto capolavori e le vere pagine della storia della musica. L’evento si è svolto in Austria. Alteria (vero nome Stefania Bianchi), la sera di venerdì 28 marzo, si è esibita con le “Strange kind of women”, band tutta al femminile. Una serata memorabile, fatta di rock con in scaletta diversi pezzi dei «Deep Purple» e dietro i tamburi quel mostro sacro del rock che per due ore ha suonato con loro facendo cantare e ballare il pubblico del locale (ovviamente sold out).
“Tutto ha avuto inizio qualche tempo fa quando sono stata contattata da Eliana Cargnelutti, chitarrista friulana che aveva in mente di fare un omaggio ai Deep Purple al femminile. Cinque musiciste donne, con hammond, voce, chitarra, basso e batteria – ci racconta Alteria -. Abbiamo realizzato un video in sala prove, l’abbiamo messo su facebook e ha avuto qualcosa come quasi 7 milioni di visualizzazioni. Una cosa incredibile. Da lì sono nate parecchie date: andremo infatti a suonare in Olanda, Germania, Inghilterra, Francia. E la data in Austria con Ian Paice”.

Le foto:

Il concerto con la leggenda

Un concerto, quello in Austria, con uno dei propri idoli: «L’emozione è fortissima – ricorda Alteria -, devi studiare al 100% i pezzi. Poi gioca tanto l’adrenalina e la sorpresa di quando sei sul palco. E lui, Ian Paice, si è confermato un grandissimo: una splendida persona, un figo! E’ arrivato durante il soundcheck e ci ha fatto sentire bene l’intro di un brano: è stato super-carino, ci ha messo subito a nostro agio. Sai bene di essere sul palco con una divinità del rock ma con quel suo approccio davvero umano è ancora più bello».
E veniamo alla sera del concerto: «Una grande serata – ricorda Alteria -, grande pubblico, con lui una scaletta di quasi due ore. Tutto perfetto. E’ stato bello, molto naturale. One, two, three, four e facciamo rock’n’roll. E’ stato così». In scaletta «Child in time», «Fireball», «Perfect stranger», «Strange kind of woman», «Highwaystar», «Burn», «Black night» e la celeberrima «Smoke on the water». Uno spettacolo unico, che in tanti sperano di vedere anche magari in Italia.

Leggi anche:  Scontro auto moto, finisce disteso sul Sempione

I progetti

Alteria è al lavoro sul suo nuovo album. Cosa puoi dirci? «Sarà il mio terzo disco, spero sia pronto per settembre. Sarà bello rock».
Infine Alteria ha cessato la collaborazione con «Radiofreccia» e da settembre sarà nuovamente in onda su un’importante emittente rock nazionale.

TORNA ALL’HOME PAGE DI SETTEGIORNI PER LE ALTRE NOTIZIE