Festa Patronale a Castano Primo nel fine settimana del 27 e 28 ottobre: ecco le due occasioni di lavoro tra il Comune e l’istituto Torno.

Festa Patronale: l’inaugurazione delle “vele”

La prima collaborazione ha visto in prima linea l’indirizzo Cat (Costruzioni Ambiente Territorio) per la creazione di pannelli informativi fuori dalle chiese di San Zenone, San Gerolamo, Madonna dei Poveri, Madonna del Lazzaretto e Madonna di Gré. I pannelli sono stati progettati e realizzati dall’Amministrazione insieme ai docenti e studenti del Cat. La prima “vela” è stata inaugurata ufficialmente sabato sera (27 ottobre), durante l’evento di apertura della festa patronale. Il lavoro di preparazione è durato un anno e ha coinvolto le classi del triennio e i docenti di tutte le materie: da quelle tecniche a quelle letterarie, senza dimenticare l’inglese. I pannelli riportano infatti informazioni in due lingue. Dal lato Comune, fondamentale il sostegno dell’assessore Luca Fusetti e dell’architetto Filippo Tartaglia. Prezioso l’apporto di Luciano Marzorati, ex-preside del Torno e cultore di storia locale. Nel progetto complessivo anche lo studio del Nuovo Polo Culturale e di strutture di servizio per Villa Rusconi.

Gli studenti del Torno si fanno guide

Il secondo impegno del Torno ha visto un gruppo tutto femminile del Liceo delle Scienze Umane nella veste di guida turistica. Domenica pomeriggio (28 ottobre) le ragazze hanno illustrato ai visitatori, sindaco Giuseppe Pignatiello compreso, la storia e le bellezze della villa Rusconi e l’incanto della Via Crucis di Gaetano Previati. Buona, nonostante il tempo inclemente, l’affluenza alla manifestazione. Ad ogni modo il Comune, il Consorzio dei Comuni del Naviglio, la Pro loco e il Torno sperano di riorganizzare l’iniziativa in altra occasione, magari in primavera. Per rendere questa collaborazione sul territorio sempre più proficua per i cittadini.

Leggi anche:  Acqua su Marte, col Gat alla scoperta dei laghi sotterranei

La parola al vicepreside

“L’indirizzo delle Scienze Umane – ha ricordato il vicepreside Piero Garavaglia – non è nuovo a questa esperienza; da anni collabora con il Fai (Fondo Ambiente Italiano) nelle Giornate di Primavera. Per questo oggi le ragazze hanno affrontato con sicurezza questa attività extrascolastica”.

LEGGI ANCHE: Ente Morale di Castano: 120 anni di storia raccontati in un libro