Misinto, grande successo per la prima edizione della Sagra dell’Uva con oltre 1500 partecipanti.

Sagra dell’Uva, boom di presenze

Tre giorni di tutto esaurito per la prima edizione della Sagra dell’Uva organizzata a Misinto da venerdì 4 a domenica 6 ottobre. Circa 1500 persone hanno partecipato alla festa, radunate sotto il grande tendone allestito in piazza Pertini per gustare i piatti autunnali preparati dagli chef della Federazione Italiana Cuochi insieme ai volontari e ai ragazzi delle scuole alberghiere della zona. Tre giorni non solo di tavola: nel programma anche concerti, iniziative per bambini, spettacoli e degustazioni insieme alle principali associazioni di Misinto.

Bambini nei tini per pigiare l’uva

Grande entusiasmo anche per l’iniziativa dedicata ai bambini di pigiatura dell’uva. Circa 100 piccoli “cantinieri” in erba si sono divertiti a entrare nelle tinozze poste sul palco sotto al tendone e a pigiare l’uva con i piedi scalzi.  tutti i piccoli partecipanti è stato poi regalato un fascicolo con le informazioni di base, redatte in forma di
storia, proprio sulla trasformazione dell’uva.

sagra dell'uva misinto

Nei calici i due vini di Misinto

Grande protagonista della Sagra dell’Uva è stato, ovviamente, il vino. Il pubblico ha potuto degustare i due vini dedicati proprio a Misinto prodotti da Vigne Olcrù in esclusiva per la manifestazione brianzola. “Misinto si riconferma un Comune in grado di organizzare eventi di altissima qualità grazie alla passione e soprattutto alla competenza degli organizzatori – ha commentato il sindaco di Misinto, Matteo Piuri-. La Misinto Bierfest ha fatto scuola e da 25 anni porta il nome del nostro Comune nel calendario degli eventi da non perdere a livello regionale e oltre. Questa prima edizione della Sagra dell’Uva ha dimostrato di sapere replicare, seppur in piccolo, i livelli di qualità e di perfetta organizzazione della Bierfest. Con la Sagra dell’Uva ampliamo quindi l’offerta di manifestazioni in grado di riunire associazioni, volontari e cittadini in un clima di festa e di impegno sociale”.

Leggi anche:  Come organizzare un matrimonio a Varese

“Il paese rivive col gioco di squadra”

sagra dell'uva misinto

“Un ringraziamento speciale va ai volontari che con il loro lavoro prezioso hanno reso possibile la manifestazione – ha continuato Piuri -. I cittadini ci avevano chiesto di far rivivere il paese. Abbiamo dimostrato che i risultati si ottengono solo attraverso il lavoro di squadra. Grazie anche al pubblico che ci ha dato fiducia”. “Mai avremmo immaginato un successo del genere – ha evidenziato Enrico Zanotti, assessore al Commercio – la differenza la fanno come sempre i dettagli e la qualità dell’offerta. Il programma delle iniziative era ricco, tra degustazioni, mostre di moto, spettacoli, concerti e laboratori. I misintesi hanno accolto il nostro invito a partecipare numerosi e questo ci spinge a continuare sul percorso tracciato e a iniziare, già nelle prossime settimane, a pensare all’edizione numero due della sagra dell’Uva. Con questo metodo e spirito organizzeremo le prossime e future iniziative”.

LEGGI ANCHE: Raccolta differenziata, i nuovi servizi a Misinto