Oltre 170 posti di lavoro salvati grazie all’acquisizione da parte della catena di supermercati Il Gigante (54 punti vendita nel Nord Italia, di cui 38 in Lombardia) di 6 punti vendita. Per 179 ex dipendenti dei supermercati SuperDì è la fine di un incubo dopo oltre un anno passato in cassa integrazione. Ora lavorano per la catena di distribuzione fondata a Sesto San Giovanni.

Crisi SuperDì: Il Gigante salva 170 posti

Infatti Il Gigante ha da poco rilevato sei negozi SuperDì e riassunto gli ex dipendenti con contratto a tempo indeterminato e con con i medesimi livelli. La crisi ha coinvolto 700 dipendenti. Dopo sit-in di protesta e incontri al Mise, molti hanno trovato altre collocazioni: più di 250 sono stati assorbiti dai supermercati Italmark e Famila che hanno rilevato punti vendita SuperDì, mentre 170 ex dipendenti invece sono purtroppo ancora senza lavoro, è stata aperta la procedura di licenziamento collettivo quindi aderiranno alla Naspi (la disoccupazione).

Oggi la prima riapertura

Oggi, giovedì 10 ottobre, con l’insegna ‘Il Gigante’, è stata inaugurata la struttura di Trezzano sul Naviglio dove lavoreranno 32 addetti ‘ex Superdì’. Seguiranno entro gennaio le aperture di Paderno Dugnano e Senago (Milano), Lodi, Cesano Maderno (Monza) e Porto Ceresio (Varese).

Leggi anche:  Coop Lombardia: ecco il nuovo calendario

L’INAUGURAZIONE DI OGGI A TREZZANO: IL SERVIZIO COMPLETO SU GIORNALEDINAVIGLI.IT

 

daniele.pirola@netweek.it