Diploma Day al Tosi: cerimonia indimenticabile venerdì 13 luglio al ITE Tosi per la festa dei diplomati.

Diploma Day al Tosi

Una folla colorata ed emozionata di 2500 persone venerdì 13 ha popolato il giardino dell’ITE Tosi per il Diploma Day, la cerimonia per festeggiare i neodiplomati dell’istituto di Busto Arsizio (VA). Molti gli ospiti illustri tra i presenti: dal neo Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, che ha partecipato in forma privata per festeggiare la figlia neodiplomata del percorso quadriennale, al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Delia Campanelli, dal Vicepresidente di Confindustria Giovanni Brugnoli, al Rettore della LIUC Federico Visconti e al Presidente UNIVA Riccardo Comerio. Numerosi i rappresentanti del Comune di Busto Arsizio a partire dal Sindaco Emanuele Antonelli, e gli Assessori Manuela Maffioli e Gigi Farioli, e immancabili le presenze del Presidente della Fondazione Merlini, nonché ex preside, Benedetto Di Rienzo e della Presidente dell’Associazione Noi del Tosi Vanna Colombo Bolla.

Toga e tocco

I 435 diplomati dell’ITE Tosi, rigorosamente in toga, tocco e sciarpa nei colori identificativi del proprio indirizzo di studio, sono stati i protagonisti indiscussi dell’evento, aperto alle 18.30 dall’inno nazionale e seguito dai saluti della Preside Nadia Cattaneo al pubblico e agli ospiti, che nel corso del pomeriggio ha riportato anche i messaggi di saluto arrivati dal Presidente della Camera Roberto Fico e del Sottosegretario Giancarlo Giorgetti.

La dirigente del Tosi ha esordito: “Siete bellissimi. La nostra festa è diventata maggiorenne quest’anno, come la maggior parte di voi, per questo l’organizzazione di questo Diploma Day è diversa. Spero che la porterete nel cuore”. Dopo i doverosi ringraziamenti a chi ha lavorato per rendere la festa speciale, ha ricordato che questa è la festa di una grande scuola che ha portato al traguardo i ragazzi pionieri del percorso quadriennale. Per la prima volta una classe del percorso sperimentale – avviato dall’ITE Tosi quattro anni fa tra le prime e tra le poche scuole in Italia – ha affrontato l’esame di maturità con un anno di anticipo rispetto ai propri coetanei.

Post diploma ITS e IFTS

La preside ha ricordato anche i diplomati del percorso post diploma ITS e IFTS, protagonisti della festa insieme ai loro compagni, e trasmesso ai ragazzi alcuni messaggi: “mettere il cuore nella testa, o la testa nel cuore, con i piedi ben piantati per terra” ispirandosi al tema di un suo vecchio studente ritrovato la sera prima in cantina, “affrettarsi lentamente” riprendendo la frase attribuita ad Augusto per invitare i ragazzi “a riconoscere tutti i vantaggi di questo mondo veloce, dove però bisogna anche trovare il tempo di coltivare le relazioni, l’impegno e la solidarietà. Per concludere poi con l’invito a essere “grandi ma soprattutto mai banali. Cercate i desideri che meritano di essere autentici, non standardizzati, quelli che danno senso alla vita” e con l’augurio finale di un buon viaggio.

Leggi anche:  Trent'anni di Nuova Tecnostampa, l'azienda di Gerenzano porta dipendenti e famiglie a Tenerife

Delia Campanelli ha sottolineato il senso dell’appartenenza, della collaborazione e dei valori che sentiva tangibilmente, invitando i diplomati ad accendere la passione e ad affrontare gli ostacoli, e soprattutto a farlo insieme perché si è più forti. E anche a seguire i valori fondamentali ricevuti dalla scuola e quelli che ci indica la nostra Costituzione.

Federico Visconti ha sottolineato lo stretto il legame tra il Tosi e la LIUC e ha augurato ai neodiplomati che la passione possa accompagnarli per tutta la vita.

Giovanni Brugnoli ha ricordato ai ragazzi che questo è un traguardo di partenza e non finale, e che è una fortuna per loro avere frequentato un istituto di eccellenza, qualunque sia la scelta che faranno per il loro futuro, sia questa una formazione post diploma come quella proposta dai corsi ITS e ITIS, o l’Università.

Emanuele Antonelli si è complimentato con gli studenti, con i loro insegnati e con i genitori, ribadendo che questo è un traguardo e non un arrivo e dichiarandosi orgoglioso di partecipare a questa festa e stringere la mano a persone che domani diventeranno famose. Ha chiuso poi con l’invito ad affrontare la vita senza avere paura con i piedi ben piantati a terra, e con un bocca al lupo.

435 diplomati

E’ quindi iniziata la cerimonia di consegna dei diplomi, con la chiamata per nome, la sfilata, la stretta di mano e le congratulazioni per ciascuno dei 435 diplomati dell’ITE Tosi, con le ovazioni del pubblico a sottolineare i ventuno 100 e nove 100 e lode, e per i 37 diplomati ITS e IFTS, i corsi di alta formazione post diploma della Fondazione ITS INCOM, per la prima volta coinvolti nei festeggiamenti. Ciascuno dei diplomati eccellenti ha inoltre ricevuto una borsa di studio, cosi come i tre studenti con la media più alta della scuola (tra 9,33 e 9.50). C’è stato anche un fuori programma: la Aurora Pro Patria 1919 ha consegnato la maglia della squadra con il primo scudetto appena conquistato e il gagliardetto a una studentessa del tutto ignara della cosa.

Sono stati consegnati anche dei premi ai ragazzi del progetto di UNIVA “Generazione d’Industria” e riconoscimenti al personale della scuola in servizio da 25 e 30 anni. Al saluto ai collaboratori che vanno in pensione è seguito quello dei rappresentanti degli studenti che hanno fatto un bilancio del loro impegnativo, ma appassionante, percorso di studio.

E poi tutti a cantare “coraggio, e per quanta strada ancora c’è da fare, amerai il finale”, la canzone di Cesare Cremonini “Buon viaggio” che è diventato il tema musicale di tutta la serata, attraverso la cena ufficiale e i balli che sono continuati fino a notte fonda, interrotti solo dai fuochi d’artificio.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!
.