Varese Settegiorni https://varesesettegiorni.it Sun, 22 Jul 2018 09:13:16 +0000 it-IT hourly 1 Anche il sindaco con la barca di cartone nel Naviglio FOTO e VIDEO https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/sindaco-barca-di-cartone-nel-naviglio-foto-e-video/ Sun, 22 Jul 2018 09:10:21 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6676 Via alla “Carton Boat Race”, sindaco di Turbigo sulla barca di cartone nel Naviglio. Tutti con la barca di cartone nel Naviglio Un successo la prima edizione della “Carton Boat Race” andata in scena a Turbigo e che ha visto moltissima partecipanti costruire e poi navigare con la loro barca di cartone nelNaviglio e assemblata […]

Continua la lettura di Anche il sindaco con la barca di cartone nel Naviglio FOTO e VIDEO su Varese Settegiorni.

]]>
Via alla “Carton Boat Race”, sindaco di Turbigo sulla barca di cartone nel Naviglio.

Tutti con la barca di cartone nel Naviglio

Un successo la prima edizione della “Carton Boat Race” andata in scena a Turbigo e che ha visto moltissima partecipanti costruire e poi navigare con la loro barca di cartone nelNaviglio e assemblata con il nastro adesivo. Tra questi anche l’Amministrazione comunale che è scesa in acqua capitanata dal sindaco Christian Garavaglia.
Centinaia gli spettatori, 12 le imbarcazioni, spettacolo di acrobazie e Palo della cuccagna.

IL VIDEO:

LE FOTO:

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Anche il sindaco con la barca di cartone nel Naviglio FOTO e VIDEO su Varese Settegiorni.

]]>
Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente https://varesesettegiorni.it/cronaca/il-cane-veglia-il-suo-padrone-morto-nellincidente/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/il-cane-veglia-il-suo-padrone-morto-nellincidente/#respond Sun, 22 Jul 2018 08:48:27 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6673 Il cane veglia il suo padrone morto. E’ vivo per miracolo ed è uscito dall’abitacolo sulle proprie zampette, vegliando sul padrone fino all’arrivo dei soccorsi che però si sono rivelati inutili. Il cane veglia il suo padrone Stiamo parlando del cagnolino che questa mattina, all’alba, viaggiava insieme al suo padrone sulla Fiat Multipla in via […]

Continua la lettura di Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente su Varese Settegiorni.

]]>
Il cane veglia il suo padrone morto. E’ vivo per miracolo ed è uscito dall’abitacolo sulle proprie zampette, vegliando sul padrone fino all’arrivo dei soccorsi che però si sono rivelati inutili.

Il cane veglia il suo padrone

Stiamo parlando del cagnolino che questa mattina, all’alba, viaggiava insieme al suo padrone sulla Fiat Multipla in via Monte Cervino, ad Arcore. Il conducente dell’auto è rimasto ferito mortalmente dopo essere andato a sbattere contro un grosso albero LEGGI QUI

Fido ha atteso i soccorsi vegliando sul padrone

Invece fido, in maniera miracolosa visto come era ridotta l’automobile che si è accartocciata su un grosso albero, è riuscito a salvarsi e subito dopo lo schianto è rimasto accanto al corpo senza vita del suo padrone. Ulteriori approfondimenti sul Giornale di Monza.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Il cane veglia il suo padrone morto nell’incidente su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/il-cane-veglia-il-suo-padrone-morto-nellincidente/feed/ 0
Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-1500-km-di-strade-dei-sapori-e-del-vino/ https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-1500-km-di-strade-dei-sapori-e-del-vino/#respond Sun, 22 Jul 2018 08:38:22 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6667 Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino. Oltre 300 i tesori della tavola certificati. Turismo Lombardia: circa 30 le bandiere del gusto Lodigiane. Sono oltre 1.500 i chilometri dei percorsi del gusto che costituiscono le 12 Strade del Vino e dei Sapori di Lombardia, veri e propri itinerari dedicati alle tipicità […]

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino su Varese Settegiorni.

]]>
Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino. Oltre 300 i tesori della tavola certificati.

Turismo Lombardia: circa 30 le bandiere del gusto Lodigiane.

Sono oltre 1.500 i chilometri dei percorsi del gusto che costituiscono le 12 Strade del Vino e dei Sapori di Lombardia, veri e propri itinerari dedicati alle tipicità dei territori a cominciare dalla tavola, che si snodano attraverso 124 comuni tra le Alpi e il Po, mentre sono oltre 300 le specialità enogastronomiche lombarde riconosciute e certificate. Lo rende noto la Coldiretti Lombardia nel report “I viaggi del gusto in Lombardia” in occasione dell’assemblea regionale a Milano, che si è svolta alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni.

Sondrio e Varese

Si comincia dall’alto con la Strada del Vino e dei Sapori della Valtellina che corre per circa 200 chilometri e coinvolge in modo particolare l’area a Denominazione dei vini DOC e DOCG, dallo Sforzato di Valtellina fino al Rosso di Valtellina, senza dimenticare i prodotti tipici come la Bresaola IGP, il Bitto e il Casera entrambi DOP, le mele di Valtellina IGP e il Violino di Capra che finiscono sulle tavole insieme ai piatti della tradizione come i pizzoccheri o gli sciatt. La Strada dei Sapori delle Valli Varesine, invece, interessa l’intera porzione montana della provincia di Varese, andando a toccare i territori della Valceresio, Valcuvia, Valganna, Valmarchirolo e Valli del Luinese, per un totale di circa 150 chilometri. Tra i prodotti tipici della zona ci sono il Miele Varesino DOP, la Formaggella del Luinese DOP e il vino Ronchi Varesini IGT, ma anche il bruscitt (stufato di carne sminuzzata grossolanamente) e i biscotti Brutti e Buoni.

Bergamo e Brescia

In provincia di Bergamo – continua la Coldiretti regionale – si trova la Strada del Vino e dei Sapori della Valcalepio, che si estende su circa 100 chilometri lungo i quali è possibile degustare vini come il Valcalepio DOP e il Moscato Passito oppure formaggi come il Taleggio DOP, il Branzi, lo Strachitunt ma anche piatti tipici come i casoncelli e la polenta. C’è poi la Strada del Vino Franciacorta, lunga circa 80 chilometri in provincia di Brescia, il cui nome deriva dal latino “Francae curtes” ossia le corti affrancate, le piccole comunità di monaci benedettini che durante il Medioevo erano svincolate dai dazi commerciali di trasporto a condizione che bonificassero e lavorassero la terra a loro affidata. Su questa strada, oltre a visitare antiche abbazie e prestigiose cantine che offrono vini come il Franciacorta DOCG e il Sebino IGT, si possono assaporare formaggi come il Silter o il Grana Padano DOP e l’Olio Extravergine di Oliva Laghi Lombardi. Sempre in provincia di Brescia si trova poi la Strada del Vino Colli dei Longobardi, un itinerario enogastronomico di 90 chilometri tra il capoluogo bresciano e le ultime propaggini delle Prealpi. Un’area vocata sin dall’antichità alla produzione vitivinicola e alla gastronomia, che il turista può conoscere visitando le cantine e le trattorie dislocate lungo il percorso. Tra i tesori della tavola tipici di questa zona, salumi e insaccati ma anche i vini Botticino DOC, Capriano del Colle DOC, Montenetto di Brescia IGT e Ronchi di Brescia IGT. C’è poi – continua la Coldiretti regionale – la Strada dei Vini e dei Sapori del Garda che si sviluppa nell’entroterra della sponda lombarda del lago di Garda per circa 200 chilometri.

Mantova

Spostandosi verso Mantova – prosegue la Coldiretti – si incontra la Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, lunga circa 300 chilometri e che propone come prodotti il Grana Padano DOP e il Parmigiano Reggiano DOP, la Pera Mantovana IGP e la Cipolla di Sermide, la zucca e il melone mantovani, il Salame Mantovano ma anche diversi vini come il Garda Colli Mantovani DOC e il Lambrusco Mantovano DOC. A questa si aggiungono poi la Strada del Riso e dei Risotti Mantovani di circa 70 chilometri e la Strada del Tartufo Mantovano lunga 130 chilometri e che interessa la porzione estrema dalla provincia di Mantova al confine con l’Emilia, conosciuta come Oltrepò Mantovano.

Cremona, Lodi e Oltrepò Pavese

Ritornando verso Ovest – spiega la Coldiretti – ci si imbatte nella Strada del Gusto Cremonese nella Terra di Stradivari che con i suoi 560 chilometri è il sentiero del gusto più lungo dell’intera Lombardia. Un percorso che regala a chi lo attraversa sapori tradizionali come quelli dei tortelli cremaschi, dei marubini (un tipo di pasta ripiena), o come quelli del Torrone di Cremona, dei Baci di Cremona, del Cotechino cremonese, della cotognata o della Mostarda di Cremona. Tra Milano e Lodi si trova la Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani, lunga circa 120 chilometri, attraverso la quale al turista del gusto vengono offerti prodotti tipici come la Raspadura, il Granone Lodigiano, il vino San Colombano e il riso. Quest’ultimo si ritrova anche nella Strada del Vino e dei Sapori dell’Oltrepò Pavese, lunga circa 60 chilometri, nella quale si possono assaggiare tipicità come il Salame di Varzi DOP e il vino Oltrepò.

300 specialità riconosciute

Complessivamente – spiega la Coldiretti regionale – la Lombardia può contare su un tesoro enogastronomico costituito da oltre 300 specialità riconosciute e certificate: 20 DOP e 14 IGP , 41 vini a denominazione tra DOCG, DOC e IGT e 250 eccellenze agroalimentari tradizionali realizzate con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati da almeno 25 anni. “Sono tutti prodotti – commenta Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – che si devono al lavoro di generazioni di agricoltori, impegnati a difendere la biodiversità dei nostri territori ma anche ad assecondarne tradizioni della tavola che affondano le radici nella storia locale”. Sul totale nazionale dei prodotti a denominazione riconosciuti dalla Commissione Europea, escludendo i vini, – precisa la Coldiretti – la Lombardia detiene il 12% delle DOP e l’11,6% delle IGP.

La storia dei territori

I prodotti tradizionali – continua la Coldiretti – raccontano e custodiscono la storia dei territori. È il caso ad esempio del Granone lodigiano o della Tortionata, specialità della provincia di Lodi o del Bagoss, un formaggio che rappresenta l’anima stessa del piccolo comune di Bagolino (Brescia) da cui prende il nome: Bagoss, infatti, è il termine con il quale gli abitanti di Bagolino indicano sè stessi nel dialetto locale. O come il Matusc, un formaggio antichissimo e povero che in passato i contadini tenevano per sé mentre al mercato vendevano il più pregiato bitto. Realizzato ancora oggi ad Albaredo (Sondrio) è il tipico prodotto di un’agricoltura a dimensione famigliare. Ci sono poi prodotti tradizionali dal nome curioso come la slinzega, salume prodotto in provincia di Sondrio così come il violino di capra, un prosciutto dalla forma particolare che ricorda quella dello strumento musicale, o come il sugolo mantovano, una conserva di mosto d’uva di Lambrusco. Non mancano poi prodotti tradizionali dai colori inconsueti come l’asparago rosa di Mezzago (Monza Brianza), la patata bianca di Oreno (Monza Brianza) e le patate viola di Campodolcino (Sondrio) coltivate nella frazione di Starleggia a oltre 1.500 metri di altitudine, conosciute anche per le loro proprietà antiossidanti.

Lombardia al secondo posto per produzione DOP/IGP

Secondo l’ultima Indagine Ismea-Qualivita – continua la Coldiretti – la Lombardia si trova al secondo posto nella classifica nazionale del valore della produzione DOP/IGP food, dietro solo all’Emilia Romagna, con un impatto economico pari a 1,5 miliardi di euro. Il valore dell’Italia è di circa 6,6 miliardi di euro, ciò significa che la Lombardia pesa per oltre il 20 per cento sul totale del Paese. I maggiori prodotti in termini di valore alla produzione sono il Grana Padano DOP, la Bresaola della Valtellina IGP, il Parmigiano Reggiano DOP e il Gorgonzola DOP. Scendendo nel dettaglio provinciale – afferma la Coldiretti – i due terzi del valore economico totale dei prodotti DOP/IGP della Lombardia sono realizzati in tre province: Brescia (422 milioni di euro), Mantova (384 milioni di euro) e Sondrio (234 milioni di euro). Per quel che riguarda il wine – conclude la Coldiretti – il valore alla produzione in Lombardia ammonta a 125 milioni di euro, un risultato che colloca la nostra regione al settimo posto in Italia. Le province che contribuiscono di più a questo risultato sono Brescia (58,1 milioni di euro), Pavia (51,5 milioni di euro) e Sondrio (6,3 milioni di euro).

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 1500 km di strade dei Sapori e del Vino su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-1500-km-di-strade-dei-sapori-e-del-vino/feed/ 0
Ciclista in gruppo cade dalla bici, arriva l’elisoccorso https://varesesettegiorni.it/cronaca/ciclista-in-gruppo-cade-bici-elisoccorso/ Sun, 22 Jul 2018 08:36:25 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6670 Paura per un ciclista a Robecchetto. Ciclista cade dalla sua bici E’ caduto dalla bici mentre era con un gruppo di amici: così un ciclista ha finito la mattinata al pronto soccorso. E’ quanto successo questa mattina in via Novara, a Robecchetto con Induno, zona che dalla frazione di Malvaglio va verso Cascina Padregnana. L’uomo, […]

Continua la lettura di Ciclista in gruppo cade dalla bici, arriva l’elisoccorso su Varese Settegiorni.

]]>
Paura per un ciclista a Robecchetto.

Ciclista cade dalla sua bici

E’ caduto dalla bici mentre era con un gruppo di amici: così un ciclista ha finito la mattinata al pronto soccorso. E’ quanto successo questa mattina in via Novara, a Robecchetto con Induno, zona che dalla frazione di Malvaglio va verso Cascina Padregnana. L’uomo, 51 anni, era in sella alla sua bicicletta. Poi, facendo tutto da solo, è finito a terra.

I soccorsi

Chi era con lui non ha perso tempo e ha lanciato l’allarme. Sul posto è arrivato anche l’elisoccorso da Milano e l’ambulanza della Croce Rossa di Busto Arsizio. Il ciclista è stato portato poi in ospedale, in codice giallo, con l’ambulanza.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Ciclista in gruppo cade dalla bici, arriva l’elisoccorso su Varese Settegiorni.

]]>
Questura di Varese, ufficio passaporti: tutte le novità https://varesesettegiorni.it/attualita/questura-di-varese-ufficio-passaporti-tutte-le-novita/ https://varesesettegiorni.it/attualita/questura-di-varese-ufficio-passaporti-tutte-le-novita/#respond Sun, 22 Jul 2018 08:18:34 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6664 Questura di Varese, ufficio passaporti: tutte le novità. Dal inizio 2018 a oggi già rilasciati 7.400 documenti. Questura di Varese, ufficio passaporti Tra le attività di competenza della Polizia Amministrativa, assume rilievo quella svolta dall’Ufficio Passaporti della Questura. Un lavoro prezioso, come la dedizione degli uomini della Polizia di Stato, impegnati a produrre e rilasciare […]

Continua la lettura di Questura di Varese, ufficio passaporti: tutte le novità su Varese Settegiorni.

]]>
Questura di Varese, ufficio passaporti: tutte le novità. Dal inizio 2018 a oggi già rilasciati 7.400 documenti.

Questura di Varese, ufficio passaporti

Tra le attività di competenza della Polizia Amministrativa, assume rilievo quella svolta dall’Ufficio Passaporti della Questura. Un lavoro prezioso, come la dedizione degli uomini della Polizia di Stato, impegnati a produrre e rilasciare un documento sempre più importante in un mondo sempre più connesso, dove i viaggi internazionali e intercontinentali per motivi di lavoro o di turismo sono diventati molto frequenti. Il tutto, ovviamente, nel rispetto della normativa e delle procedure.

I dati

I numeri sono decisivi per rendere l’idea della consistenza del lavoro svolto: nell’anno 2017, sono stati rilasciati dalla sola Questura di Varese 11.300 passaporti, una cifra destinata a raddoppiare se si prendono in considerazione gli Uffici di Busto Arsizio, Gallarate e Luino.

Nel corso del 2018, fino ad oggi, l’Ufficio Passaporti della Questura ha invece rilasciato 7.400 “libretti”, con una media di circa 1.000 documenti al mese, ed un trend in evidente aumento rispetto all’anno precedente. Con l’inizio della primavera e fino alla fine della stagione estiva, inoltre, tali numeri crescono ulteriormente, tant’è che già nel mese di maggio di quest’anno, sono stati rilasciati ben 1.449 passaporti, con un dato confermato a giugno e a luglio.

Tempi di attesa e documentazione

I tempi di attesa per il rilascio del documento rientrano ampiamente nei limiti imposti dalla vigente normativa, che fissa in 30 giorni complessivi il termine per la conclusione del relativo procedimento amministrativo. La documentazione per la richiesta del passaporto e tutte le indicazioni necessarie al cittadino sono disponibili sul sito internet della Polizia di Stato.

Dichiarazioni di accompagno

Significativo è anche il dato riguardante le dichiarazioni di accompagno, documenti che consentono ai minori di 14 anni di viaggiare da soli all’estero (la dichiarazione è necessaria anche per viaggi nei Paesi Shengen, mentre non lo è in Italia, come invece erroneamente richiesto da alcune compagnie aeree in base ai loro regolamenti interni).
I genitori o chi esercita la responsabilità tutoria di minori di età inferiore a 14 anni, che viaggino non accompagnati da almeno uno di loro, e che intendono concedere l’autorizzazione ad una persona fisica o ad una società di trasporto (compagnia aerea o di navigazione), devono sottoscrivere la dichiarazione di accompagnamento, che resterà agli atti della Questura.

Ad oggi, nel 2018 ne sono state rilasciate circa 700, con un aumento esponenziale a partire dal mese di maggio, quando ne sono state lavorate circa 200: si pensi alle richieste relative alle gite all’estero organizzate dalle scuole.

Le novità

Proprio con riferimento alle dichiarazioni di accompagno si segnala una importante novità: dal 31 maggio scorso, sul sito internet www.passaportoonline.poliziadistasto.it, è stata avviata una funzione che consente ai cittadini, genitori o tutori dei minori, di richiedere online l’autorizzazione a far viaggiare i propri figli affidandoli ad un accompagnatore. L’Ufficio Passaporti, che riceve l’istanza, carica i dati ricevuti direttamente sull’applicativo informatico per la lavorazione della pratica e può comunicare al cittadino registrato sul sito, a mezzo mail e tramite Agenda, l’invito per il ritiro della dichiarazione ovvero richiedere di ulteriori informazioni, se necessario.
Così come la richiesta di appuntamento per il rilascio del passaporto, anche quella per il rilascio della dichiarazione di accompagno potrà essere inoltrata per il tramite dei Comuni e della Stazioni dei Carabinieri, qualora abilitati dalle Questure all’utilizzo dell’Agenda Passaporti. Tutto ciò, con lo scopo di semplificare e snellire le procedure, e fornire all’utenza un servizio sempre più efficiente per documenti indispensabili.

Doppio passaporto

Infine, un cenno al cosiddetto “doppio passaporto”. In questo caso, non si tratta della situazione di chi possiede due o più cittadinanze, bensì di due distinti documenti rilasciati ad un’unica persona con una sola cittadinanza, qualora la stessa, per particolari esigenze professionali, abbia la necessità di recarsi in Paesi tra loro belligeranti ovvero sia costretta ad attendere tempi estremamente lunghi per il rilascio di un visto o per l’adempimento di altre procedure. La richiesta, opportunamente motivata, viene valutata con estrema ponderatezza: in caso di accoglimento, il provvedimento del Questore impone il deposito di uno dei documenti presso l’Ufficio Passaporti, e dunque vieta la simultanea detenzione di entrambi i documenti, al fine di scongiurare eventuali abusi. Possono inoltre essere prescritte ulteriori restrizioni: una validità temporale limitata ovvero la limitazione della validità territoriale a determinati Stati. Si tratta tuttavia di casi sporadici, tant’è che da inizio anno il doppio passaporto è stato rilasciato soltanto in 6 casi.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Questura di Varese, ufficio passaporti: tutte le novità su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/attualita/questura-di-varese-ufficio-passaporti-tutte-le-novita/feed/ 0
Liti tra condomini, incendia box e cantina del vicino: arrestato https://varesesettegiorni.it/cronaca/liti-condomini-incendia-box-cantina-del-vicino-arrestato/ Sun, 22 Jul 2018 07:34:27 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6661 Liti tra condomini, un arresto a Cairate. Dissidi tra i condomini, in azione i carabinieri L’arresto è arrivato dopo le indagini su liti in condominio. Ieri mattina i carabinieri di Fagnano Olona sono entrati in azione a Cairate: in carcere un 25enne del paese, disoccupato, pregiudicto e già ai domiciliari per reati contro il patrimonio […]

Continua la lettura di Liti tra condomini, incendia box e cantina del vicino: arrestato su Varese Settegiorni.

]]>
Liti tra condomini, un arresto a Cairate.

Dissidi tra i condomini, in azione i carabinieri

L’arresto è arrivato dopo le indagini su liti in condominio. Ieri mattina i carabinieri di Fagnano Olona sono entrati in azione a Cairate: in carcere un 25enne del paese, disoccupato, pregiudicto e già ai domiciliari per reati contro il patrimonio (alcuni furti ai danni di esercizi commerciali). Per lui stop ai domiciliari e arresto per una pena detentiva da scontare per ulteriori episodi riguardanti gli stessi reati.

L’urgenza del provvedimento

Il ritorno in carcere è stato deciso dal Tribunale di Busto Arsizio anche stando agli esiti della breve attività di indagine condotta dai carabinieri che hanno raccolto gravi elementi di responsabilità nei confronti del giovane riguardo un incendio, avvenuto a giugno, ai danni di un garage e di una cantina del vicino di casa. La vicenda si inserirebbe in un più ampio contesto di dissidi tra condomini in cui il 25enne avrebbe messo in atto comportamenti di disturbo nei confronti di diversi nuclei familiari sfociati, a volte, in minacce e percosse (sono in corso ulteriori accertamenti per verificare la dinamica). Il giovane arrestato, al termine della formalità di rito, è stato portato nella casa circondariale di Busto Arsizio.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Liti tra condomini, incendia box e cantina del vicino: arrestato su Varese Settegiorni.

]]>
Lite tra due cani, donna cade e finisce in ospedale https://varesesettegiorni.it/cronaca/lite-cani-donna-cade-finisce-ospedale/ Sun, 22 Jul 2018 07:21:45 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6658 Lite tra cani a Pregnana Milanese. I due cani litigano, donna cade a terra Lite tra cani e una donna finita a in ospedale a causa di una caduta. Sembra essere questa la dinamica dell’incidente accaduto ieri, poco dopo le 15.30, in via Fermi a Pregnana. La donna, 68 anni, sarebbe la proprietaria di un […]

Continua la lettura di Lite tra due cani, donna cade e finisce in ospedale su Varese Settegiorni.

]]>
Lite tra cani a Pregnana Milanese.

I due cani litigano, donna cade a terra

Lite tra cani e una donna finita a in ospedale a causa di una caduta. Sembra essere questa la dinamica dell’incidente accaduto ieri, poco dopo le 15.30, in via Fermi a Pregnana. La donna, 68 anni, sarebbe la proprietaria di un cane di piccola taglia morsicato da uno più grande.  Per cercare di togliere il suo cagnolino, l’anziana avrebbe perso l’equilibrio finendo a terra.

I soccorsi

Sul posto è arrivata la Croce Verde Nord ovest, i soccorritori l’hanno poi trasportata in codice verde all’ospedale di Rho. Il cagnolino è stato invece portato in una clinica veterinaria della zona per essere curato. Presenti sul posto anche gli agenti della Polizia locale.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Lite tra due cani, donna cade e finisce in ospedale su Varese Settegiorni.

]]>
Pauroso schianto all’incrocio: due ragazzi feriti LE FOTO https://varesesettegiorni.it/cronaca/pauroso-schianto-allincrocio-due-ragazzi-feriti-le-foto/ Sun, 22 Jul 2018 06:51:50 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6652 Schianto all’incrocio a Castellanza. Tragedia sfiorata con lo schianto all’incrocio Due auto completamente distrutte e due ragazzi in ospedale: questo il bilancio del maxi schianto all’incrocio avvenuto questa notte a Castellanza. Mancavano pochi minuti alla mezzanotte quando le due vetture, per cause da accertare, si sono scontrate all’incrocio tra le vie Pomini e don Minzoni. […]

Continua la lettura di Pauroso schianto all’incrocio: due ragazzi feriti LE FOTO su Varese Settegiorni.

]]>
Schianto all’incrocio a Castellanza.

Tragedia sfiorata con lo schianto all’incrocio

Due auto completamente distrutte e due ragazzi in ospedale: questo il bilancio del maxi schianto all’incrocio avvenuto questa notte a Castellanza. Mancavano pochi minuti alla mezzanotte quando le due vetture, per cause da accertare, si sono scontrate all’incrocio tra le vie Pomini e don Minzoni.

LE FOTO:

I soccorsi e la guardia giurata

Il primo a intervenire sul posto è stata una guardia giurata della Sicuritalia che ha allertato i soccorsi e prestato le prime cure ai feriti. Sul posto, in codice rosso, sono poi arrivate le ambulanze della Croce Rossa di Legnano e quella di Saronno, l’automedica, carabinieri e vigili del fuoco di Legnano. I due occupanti, entrambi di 28 anni, sono stati portati tutti e due all’ospedale di Varese in codice giallo.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Pauroso schianto all’incrocio: due ragazzi feriti LE FOTO su Varese Settegiorni.

]]>
Arredare casa, vincono sempre gli evergreen https://varesesettegiorni.it/casa/arredare-casa-evergreen/ Sun, 22 Jul 2018 06:51:22 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6655 Arredare casa non è certo semplice. E per completare al meglio la propria abitazione occorre affidarsi a professionisti qualificati che diano giusti consigli. Ogni casa dovrà rispecchiare la personalità e i gusti di chi la abiterà. Tante le proposte che le migliori aziende del settore dell’arredamento propongono in questo periodo, ma per il momento ad […]

Continua la lettura di Arredare casa, vincono sempre gli evergreen su Varese Settegiorni.

]]>
Arredare casa non è certo semplice. E per completare al meglio la propria abitazione occorre affidarsi a professionisti qualificati che diano giusti consigli. Ogni casa dovrà rispecchiare la personalità e i gusti di chi la abiterà. Tante le proposte che le migliori aziende del settore dell’arredamento propongono in questo periodo, ma per il momento ad andare ancora per la maggiore sono ancora lo stile country e quello moderno. Due modi di concepire l’abitare completamente differenti tra loro e che forse anche per questo continuano a riscuotere consensi. Ecco qualche indicazione per chi non ha le idee chiare.

Arredare casa con l’arte povera o country

Sono mobili che riproducono gli stili tradizionali. Prodotti realizzati utilizzando legno massiccio (noce, ciliegio, salice e castagno) per garantire solidità e lunga durata. Se dovessimo sinteticamente definire questo genere di mobili, diremmo che sono dalle linee semplici, ma di sicura qualità. Il valore della tradizione trova nella linearità e nella solidità delle forme la giusta espressione dello stile di un tempo. Sono strutture che richiamano ad atmosfere del passato; atmosfere che però si richiamano anche alle più moderne innovazioni. E così passato e futuro convivono in un unico ambiente. Alla cucina dalle linee classiche, con telaio in legno massello e bugna impiallacciata, conferisce un importante tocco di eleganza in più la vetrinetta serigrafata.

Lo stile rustico

E poi ecco le mensole a balconcino e le ante dalle basi traforate. Si sta diffondendo, inoltre, uno stile detto rustico caratterizzata da decori equestri sui vetri acidati, cornici e «cimasa» sagomata, che arricchiscono pensili, scolapiatti e piattaia a giorno dallo stile inconfondibile. Per una interpretazione ancor più fedele della cucina di una volta, i mobili sottolavello e sottocottura a giorno, abbinati ai blocchi di lavaggio e cottura in graniglia di marmo, hanno tendine sui tre lati che (per chi bada anche ai minimi dettagli) sono coordinate con il tessuto dei cuscini adagiati sulle sedie, ovviamente in legno come il tavolo in stile country. Alla cappa classica si può sostituire quella «a trombone».

Arredare casa con mobili moderni

Sono razionali e semplici, modulari e componibili. I mobili moderni godono di queste caratteristiche e da esse non possono prescindere. La forma torna a prediligere leggerezza e rigore, rafforzate dalla presenza del colore (blu, sabbia, verde mela, giallo vaniglia, verde acquamarina).
Mobili sobri e composti, ma non per questo meno affascinanti, accompagnano alla notevole componibilità una particolare capacità di organizzare gli spazi e di inventare piacevoli soluzioni come vani aperti, boiserie, basi bombate, vetrine leggermente curve, spazi attrezzati, pratici cassettini, particolari elementi a tavolino e utili ripiani.

Sfruttare lo spazio

Tutto lo spazio è sfruttato a dovere con vetrine che si alternano vicendevolmente ai ripiani dando conferma della flessibilità di siffatte costruzioni. Il noce nazionale o il ciliegio vestono i singoli pezzi che arredano la casa abbinando alla solidità del costrutto una raffinata eleganza. La cucina moderna presenta linee pulite ed essenziali. E’ molto accessoriata e tecnologica (dotata, per esempio, di diversi cassettoni e pensili con anta in vetro grazie ai quali è possibile mantenere tutto a vista).

L’alluminio

L’utilizzo dell’alluminio come materiale protagonista dona all’assieme un’impronta di eleganza asettica e funzionale: la satinatura del metallo può essere abbinata alla laccatura di mensole e cassetti o alla finitura metallizzata che garantisce una singolare lucentezza a tutti gli elementi; il telaio delle ante è in alluminio; l’alternanza tra laccato e vetro satinato spezza il ritmo della composizione; la predisposizione preliminare permette di utilizzare i vari accessori con movimenti semplici e fluidi. Nelle camere da letto moderne le esigenze di funzionalità e di estetica sono sapientemente fuse in armoniche soluzioni.

Continua la lettura di Arredare casa, vincono sempre gli evergreen su Varese Settegiorni.

]]>
Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini https://varesesettegiorni.it/motori/tivoli-seoul-ssangyong-origini/ Sun, 22 Jul 2018 06:38:00 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6649 Continua la serie di edizioni limitate di SsangYong. Dopo la presentazione ad inizio giugno di Tivoli Black Edition, la K Collection della Casa automobilistica coreana prosegue con una celebrazione delle proprie origini. Aggiungendo ulteriore carattere ad un modello che fa proprio della grinta e della personalizzazione i suoi tratti distintivi. Ecco la Tivoli Seoul. Tivoli Seoul, si arricchisce […]

Continua la lettura di Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini su Varese Settegiorni.

]]>
Continua la serie di edizioni limitate di SsangYong. Dopo la presentazione ad inizio giugno di Tivoli Black Edition, la K Collection della Casa automobilistica coreana prosegue con una celebrazione delle proprie origini. Aggiungendo ulteriore carattere ad un modello che fa proprio della grinta e della personalizzazione i suoi tratti distintivi. Ecco la Tivoli Seoul.

Tivoli Seoul, si arricchisce la K Collection

Nuovo look e allestimenti personalizzati per Tivoli K Collection Seoul che si colora con le tinte della bandiera della Repubblica Coreana. Due nuove versioni. Blu con tetto bianco e specchietti rossi o rossa con tetto bianco e specchietti blu per esaltare con stile le origini di un’auto dal carattere vivace che non passa inosservata. Tre le motorizzazioni, tutte 1.6 (benzina, diesel e bi-fuel benzina/GPL). Ma, oltre ai colori, elementi come il badge personalizzato sui montanti posteriori danno a Tivoli Seoul quel tocco di “coreanità” che la rende davvero unica, in particolar modo se si pensa che lo speciale allestimento sarà, come tutti quelli della K Collection, in edizione limitata.

Dal Dandy Blue al FlamingRed

Tivoli Seoul mette ancora più brio ad uno dei modelli più colorati della gamma SsangYong. Grazie alle speciali verniciature metallizzate «Dandy Blue» e «FlamingRed», alle luci diurne al led, ai vetri privacy, ai cerchi in lega leggera da 18″ con taglio diamantato silver. Questa nuova personalizzazione di Tivoli si caratterizza ulteriormente per gli specchietti a cromatura invertita nelle due versioni rispetto al colore della scocca. Conservando i sistemi di sicurezza top di gamma di Tivoli ed un sistema di entertainment che unisce utilità a divertimento.

Per un target giovane e dinamico

Se la sicurezza è garantita da Forward Collision Warning, frenata automatica A.E.B.S(Autonomous Emergency Braking System), E.S.P. (Sistema di controllo della stabilità), B.A.S. (Sistema di assistenza della forza frenante), Sistema di controllo totale della trazione (F.T.C.S.). E poi dispositivo di assistenza in salita (H.S.A). Nell’abitacolo il divertimento è assicurato dallo Smart Audio System 7″ Touch screen, radio con MP3, prese HDMI / USB e 6 altoparlanti, il Bluetooth con comandi al volante, cruise control e computer di bordo completati dalla retrocamera per visione posteriore. Tivoli Seoul si rivolge ad un target dinamico e giovane strizzando l’occhio anche al pubblico femminile molto attento allo stile originale ed espressivo della propria personalità e creatività.

Continua la lettura di Tivoli Seoul, Ssangyong celebra le sue origini su Varese Settegiorni.

]]>
Notte di alcol e incidenti SIRENE DI NOTTE https://varesesettegiorni.it/cronaca/notte-alcol-e-incidenti-sirene-di-notte/ Sun, 22 Jul 2018 06:32:43 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6646 Alcol e incidenti, feriti e malori. Notte di alcol e incidenti Notte di grande lavoro per i soccorritori del territorio chiamati per malori da alcol e incidenti ma anche aggressione e ferita. Schianti tra vetture Schianto tra due auto a Legnano: è successo in via Parma, poco prima delle 22. Due le persone coinvolte: un […]

Continua la lettura di Notte di alcol e incidenti SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Alcol e incidenti, feriti e malori.

Notte di alcol e incidenti

Notte di grande lavoro per i soccorritori del territorio chiamati per malori da alcol e incidenti ma anche aggressione e ferita.

Schianti tra vetture

Schianto tra due auto a Legnano: è successo in via Parma, poco prima delle 22. Due le persone coinvolte: un 23enne e una 28enne. Sul posto è intervenuta la Croce Rossa e la Polizia locale. Entrambi sono stati portati al pronto soccorso con lievi contusioni.
Incidente anche a Castellanza: due le auto coinvolte, andate distrutte, in via San Giovanni. E’ successo poco prima della mezzanotte: in ospedale, in codice giallo, due 28enni. Sul posto l’ambulanza della Croce Rossa Saronno e della Croce Rossa Legnano, l’automedica, carabinieri e vigili del fuoco.
Spavento, a Legnano, per un giovane caduto dalla bici lungo la trafficatissima Sp12: era quasi la una di stanotte e il 18enne è stato portato, in codice vere all’ospedale dalla Croce Azzurra Caronno.
Altro schianto a Origgio: erano le 20.50. Due le auto coinvolte: la Croce Azzurra di Caronno ha trasportato in ospedale, in codice verde, un 21enne con lievi contusioni.
Incidente anche nel Rhodense: precisamente a Pregnana, alle 22.50. Qui un 17enne è caduto dalla sua moto. Sul posto la Misericordia Arese, per lui serata al pronto soccorso in codice verde.
Caduto dalla moto, e si è temuto il peggio, anche per un 53enne: è successo a Caronno Pertusella, in via Asiago, intorno alle 23. Sul posto l’Azzurra Caronno, l’uomo è stato portato in ospedlale in codice giallo.
Incidente anche a Vittuone: era la 1.30 quando in via Milano si sono scontrate due auto. La Croce Bianca Sedriano ha condotto un 41enne all’ospedale, in codice verde.
Auto fuori di strada a Pero: è successo alle 2.15 lungo il Sempione. Ferito un 42enne, portato in codice verde all’ospedale da Rho Soccorso. Sul posto anche i carabinieri.
Auto ribaltata a Cornaredo: erano le 4 quando, per cause da accertare, la vettura è finita con le ruote per aria. Cinque le persone coinvolte: un 18enne, un 19enne, due 22enni e una ragazza di 23 anni. Sul posto due ambulanze, carabinieri e vigili del fuoco. Per i feriti solo un grande spavento e niente trasporto in ospedale.

Troppo alcol

Ha alzato un po’ troppo il gomito il giovane soccorso a Parabiago, precisamente in Piazza Indipendenza nella frazione di Villastanza, intorno alle 22.30. A prendersi cura di lui i soccorritori della Croce Rossa che l’hanno portato in ospedale in codice verde. Ubriaco anche un uomo a Legnano: era la 1.30 in vicolo Corridoni. Le sue condizioni sembravano gravissime: la Croce Rossa è arrivata in codice rosso. Poi è stato portato al pronto soccorso in codice giallo.
Alcol la causa anche del malore accusato da una 19enne a Rho intorno alla 1.40: la giovane era in via Europa, è stata soccorsa dalla Misericordia Arese e portata in ospedale in codice verde.

Uomini aggrediti

Momenti di paura in via Magenta a Canegrate: intorno alle 23.30 due uomini sono rimasti al centro di un’aggressione. Si trattava di un 25enne e di un 34enne. Entrambi soccorsi dalla Croce Rossa, sono finiti al pronto soccorso in codice verde.

Colpiti da malore

Grande spavento a Castano Primo per un’anziana colta da malore. Erano le 23 in Piazza Mazzini. La donna, che sembrava molto grave, ha ricevuto le prime cure dalla Croce Azzurra di Buscate, arrivata in codice rosso, che l’ha poi trasportata all’ospedale di Legnano in codice verde. Lieve malore, a Rho, per un 38enne che si trovava in un esercizio pubblico di via Pertini. Era mezzanotte. Sul posto RhoSoccorso, per lui le cure dei medici,in codice verde, all’ospedale. Stesso copione, ma con l’intervento della Misericordia Arese, in via Sauro nella frazione rhodense di Mazzo: qui a non sentirsi bene è stato un 43enne.
Sembravano invece gravissime le condizioni della 42enne che, intorno alle 0.30, si è accasciata al suolo in un esercizi pubblico di viale Lombardia a Inveruno. Sul posto Azzurra Cuggiono e automedica. Alla fine un sospiro di sollievo e la non necessità di portarla in ospedale.
Malore anche a Caronno Pertusella: sempre intorno alle 0.30, a star male è stata una 28enne in via Pola. La Croce Rossa di Saronno l’ha portata, in codice verde, all’ospedale.

Giovane ferito

Giovane ferito invece a Origgio: per cause da accertare con chiarezza, intorno alla 1.40, un 19enne ha riportato una ferita a una mano in via Saronnino. Sul posto carabinieri e Sos Uboldo, è finito in ospedale in codice verde.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

 

 

Continua la lettura di Notte di alcol e incidenti SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia https://varesesettegiorni.it/economia/pronti-36-milioni-di-euro-per-le-piste-ciclabili-in-lombardia/ https://varesesettegiorni.it/economia/pronti-36-milioni-di-euro-per-le-piste-ciclabili-in-lombardia/#respond Sun, 22 Jul 2018 06:32:06 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6640 È stato presentato in settimana il bando per il miglioramento e la messa in sicurezza delle piste ciclabili in ambito urbano: oltre 3,6 milioni di euro, di cui 2,8 provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) e 800.000 dalla Regione Lombardia. Bando per le piste cicliabili Il bando è stato presentato durante la conferenza […]

Continua la lettura di Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia su Varese Settegiorni.

]]>
È stato presentato in settimana il bando per il miglioramento e la messa in sicurezza delle piste ciclabili in ambito urbano: oltre 3,6 milioni di euro, di cui 2,8 provenienti dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) e 800.000 dalla Regione Lombardia.

Bando per le piste cicliabili

Il bando è stato presentato durante la conferenza stampa “Piste ciclabili: più aria pulita e meno incidenti – progetti e risorse per nuovi interventi in Lombardia”, tenuta giovedì 19 luglio, a Palazzo Lombardia dagli assessori regionali Riccardo De Corato (Sicurezza, Polizia Locale e Immigrazione) e Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima).

Un provvedimento per tutti i Comuni

Grazie al contributo regionale, è stato possibile estendere il provvedimento anche a quei Comuni che sarebbero stati esclusi dai criteri di ammissibilità del MIT (Comuni capoluogo, ai Comuni con oltre 10.000 abitanti ed ai raggruppamenti tra Comuni aventi popolazione superiore a 20.000 abitanti) ossia ai Comuni con popolazione residente tra i 10.000 e i 20.000 abitanti, che potranno accedere ad un finanziamento sino al 50% del costo del progetto, per un importo massimo di 40.000 euro.

I due benefici del cofinanziamento

Il cofinanziamento riguarda interventi come il completamento di piste ciclabili esistenti, gli attraversamenti ai semafori, i sovra e i sottopassi. Per partecipare i Comuni possono fare domanda on line sulla piattaforma SIAGE entro il 14 settembre. Due i benefici: la diminuzione degli incidenti e il miglioramento della qualità dell’aria derivante dall’aumento della ciclabilità.

Incidenti in bicicletta: dati allarmanti

“Regione Lombardia – ha detto l’assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato – sulla base dei dati Istat disponibili, ha riscontrato preoccupanti indici di incidentalità stradale riferiti ai ciclisti anche in Comuni con popolazione inferiore a 20.000 abitanti. Tra le vittime della strada sono i ciclisti quelli che registrano un maggior aumento di mortalità (+ 9,6% nel 2016). Dati allarmanti tanto che il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale si propone di ridurre almeno del 60% la mortalità tra i ciclisti in Italia. Solo in Lombardia – ha proseguito l’assessore – nel triennio 2014-2016, la stima del costo sociale legato ai sinistri 1 miliardo di euro relativo al coinvolgimento di ciclisti. Nel 2016 il 60% dei decessi si è verificato tra ciclisti ultra 65enni, circa il quadruplo rispetto alle altre fasce di età, mentre i ciclisti adulti, tra i 45 e i 64 anni, presentano una percentuale di feriti pari al 30% del totale”.  Una ricerca a cura di Fiab (Federazione italiana amici della bicicletta), dimostra, peraltro, la correlazione tra aumento del numero di ciclisti e riduzione degli incidenti, in base ad un confronto sulle statistiche di mortalità in diversi Paesi per unità di spostamento e quelle della composizione modale degli spostamenti. Secondo l’ultimo rapporto sulla mobilità in Italia (2017) di Isfort (Istituto superiore formazione ricerca trasporti), la composizione modale in Italia supera di poco il 4%. Mentre in Germania, già attiva sul tema da anni, tanto che si sono posti l’obiettivo di raddoppiare la composizione modale dal 10% al 20%, in Italia si punta al traguardo del 15% per i prossimi anni.

La prevenzione abbatte i costi sociali

“Oltre all’inaccettabile costo che si paga in vite umane l’incidentalità stradale produce dei costi sociali elevatissimi che gravano su tutta la collettività – ha detto Riccardo De Corato – Solo in Lombardia nel triennio 2014-2016, la stima del costo sociale legato ai sinistri stradali con coinvolte delle persone risulta di poco inferiore ai 9 miliardi di euro, dei quali quasi 1 miliardo è relativo al coinvolgimento di ciclisti. In ogni caso, da non dimenticare mai è che al di là dei numeri e delle statistiche asettiche, dietro a questi eventi, si celano drammi umani che segnano le persone e le loro famiglie, a volte per tutta la vita. Proprio per questo – ha continuato – Regione Lombardia ha sempre cercato, con le risorse disponibili, di sostenere le Amministrazioni locali attraverso bandi, come questo, per il cofinanziamento di interventi infrastrutturali per il contrasto dei fattori di rischio a cui sono esposte le categorie di utenza cosiddette “deboli”, tra le quali vanno annoverate senz’altro anche quella dei ciclisti”.

Più ciclisti, meno inquinamento

Regione Lombardia, con una simulazione Inemar (Inventario emissioni aria di Arpa) ha calcolato che, se solo il 5% degli automobilisti nei centri urbani della Lombardia abbandonasse l’auto per la bicicletta, avremmo in termini percentuali le seguenti riduzioni di emissioni inquinanti in due città campione: – 3.8 % di PM10, -8% di CO2 e -11% di ossidi di azoto su Milano; -30% di PM10, -42% di CO2 e -90% di ossidi di azoto su Cremona. In Italia, secondo Isfort, la distanza totale percorsa in bici e’ pari a 5milioni e 700.000 Km e sul totale della popolazione mobile (79%), gli spostamenti in bicicletta costituiscono il 3,6%, che sale al 5,7% su scala urbana. Per stimare il risparmio di carburante collegato all’uso della bicicletta, il primo Rapporto sull’economia della bici in Italia e sulla ciclabilità nelle città (Legambiente 2017) ha applicato il modello di calcolo europeo predisposto da ECF (European Cyclists’ Federation) calcolando un risparmio pari a 652.600 tonnellate di CO2 non immesse nell’atmosfera grazie agli attuali livelli di ciclabilità.

Un bando per migliorare la qualità dell’aria

“Solo intervenire sulla messa in sicurezza delle piste ciclabili – ha commentato l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo – aiuta concretamente la mobilità dolce che fa bene alla salute, fa bene all’ambiente e quindi dobbiamo sostenerla il più possibile. Il particolare interesse dedicato da Regione Lombardia alle aree urbane può contribuire ad abbassare i livelli di emissioni nelle città dove i valori sono generalmente più critici. La qualità dell’aria in Lombardia – ha proseguito – è migliorata, ma servono politiche efficaci per contrastare gli ultimi inquinanti come le polveri sottili e gli ossidi di azoto che fanno registrare ancora livelli non soddisfacenti. Gli enti locali hanno una grande responsabilità e le risorse stanziate attraverso questo bando supportano i Comuni ad affrontare i necessari interventi per la sicurezza dei ciclisti e per il raggiungimento degli obiettivi posti dalla Commissione europea”.

Un miglioramento delle piste ciclabili: la lunghezza

Uno degli obiettivi, ovvero l’aumento della ciclabilità, può essere reso possibile grazie anche alla lunghezza delle piste ciclabili che negli ultimi anni continua a crescere. Un recente studio ha rilevato che in Italia dal 2011 al 2016 la lunghezza delle piste ciclabili nei comuni capoluogo di provincia sia passata da 3.592,2 km a 4.370,1 km, con un aumento del 21,7%. Infatti, gli ultimi dati rilevati dal Centro Studi Continental mostrano aumenti a doppia cifra in tutti i capoluoghi di provincia lombardi.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Pronti 3,6 milioni di euro per le piste ciclabili in Lombardia su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/economia/pronti-36-milioni-di-euro-per-le-piste-ciclabili-in-lombardia/feed/ 0
Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa https://varesesettegiorni.it/motori/nuova-nissan-leaf-lauto-elettrica-piu-venduta-in-europa/ Sun, 22 Jul 2018 06:28:51 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6641 La nuova Nissan LEAF è da sempre l’auto elettrica più venduta al mondo e in Italia e ora, nella prima metà dell’anno, anche in Europa: la vettura elettrica a zero emissioni continua a conquistare clienti in tutto il continente. Tra gennaio e giugno 2018 sono stati immatricolati in Europa oltre 18.000 nuovi esemplari di Nissan […]

Continua la lettura di Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa su Varese Settegiorni.

]]>
La nuova Nissan LEAF è da sempre l’auto elettrica più venduta al mondo e in Italia e ora, nella prima metà dell’anno, anche in Europa: la vettura elettrica a zero emissioni continua a conquistare clienti in tutto il continente. Tra gennaio e giugno 2018 sono stati immatricolati in Europa oltre 18.000 nuovi esemplari di Nissan LEAF. I clienti europei hanno ordinato in totale più di 37.000 nuove LEAF dall’inizio delle vendite avviate lo scorso ottobre 2017.

Nuova Nissan Leaf, i numeri in Italia

In Italia Nissan ha immatricolato 2.600 Nissan LEAF dal lancio ad oggi. Confermandosi come l’auto 100% elettrica più venduta nel nostro paese e dallo scorso dicembre ha registrato circa 1.500 ordini per il nuovo modello di Nissan LEAF, pari a circa 2 volte il numero delle unità vendute negli ultimi 2 anni. La nuova Nissan LEAF garantisce sostenibilità, piacere di guida, sicurezza e connettività. Oltre alle straordinarie prestazioni di un propulsore 100% elettrico, nuovo design e sistemi avanzati di assistenza alla guida. La batteria da 40 kWh offre un’autonomia di percorrenza pari a 270 chilometri nel percorso combinato e 389 chilometri in città, conformemente al nuovo standard europeo WLTP in materia di emissioni ed economia dei consumi.

I premi ricevuti

Il veicolo 100% elettrico ha conquistato diversi riconoscimenti per le sue tecnologie rivoluzionarie, le prestazioni e il nuovo design. Tra questi emergono il premio “2018 World Green Car”, conferito al Salone dell’Auto di New York, le “5 stelle per la sicurezza” assegnate sia dall’European New Car Assessment Programme sia dal Japan New Car Assessment Program e di recente in Italia l’Infomotori Web Award (IWA) 2018. La nuova LEAF è l’icona della Nissan Intelligent Mobility. La roadmap strategica che si propone di ridefinire il modo in cui i veicoli sono guidati, alimentati e integrati nella società. Vanta una serie di tecnologie innovative senza precedenti, come Nissan ProPILOT, ProPILOT Park e e-Pedal, che stanno riscuotendo un enorme successo tra i clienti. A oggi il 72% dei proprietari di LEAF ha scelto la tecnologia avanzata di assistenza alla guida ProPILOT, disponibile come optional.

Un fenomeno globale

La forte domanda che ha interessato la nuova Nissan LEAF nei primi sei mesi dell’anno ne consolida la posizione di auto elettrica più venduta al mondo. Con oltre 340.000 unità vendute su scala globale dal lancio della prima LEAF nel 2010. Di recente, la casa automobilistica ha consegnato la 100.000a Nissan LEAF a un cliente europeo.

Continua la lettura di Nuova Nissan Leaf, l’auto elettrica più venduta in Europa su Varese Settegiorni.

]]>
Come fare le pizzette montanare https://varesesettegiorni.it/cucina/come-fare-le-pizzette-montanare/ Sun, 22 Jul 2018 06:18:09 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6636 Se siete da soli e desiderate togliervi uno sfizio, se avete un po di tempo libero, se volete sorprendere i vostri amici con una specialità tanto tradizionale quanto… insolita, ecco a voi la ricetta per la preparazione delle pizzette montanare. Ecco come fare le pizzette montanare. Come fare le pizzette montanare Per l’impasto servono 800 […]

Continua la lettura di Come fare le pizzette montanare su Varese Settegiorni.

]]>
Se siete da soli e desiderate togliervi uno sfizio, se avete un po di tempo libero, se volete sorprendere i vostri amici con una specialità tanto tradizionale quanto… insolita, ecco a voi la ricetta per la preparazione delle pizzette montanare. Ecco come fare le pizzette montanare.

Come fare le pizzette montanare

Per l’impasto servono 800 gr. di farina 0, 200 gr. di farina 00, 50 gr. di lievito di birra, 200 gr. di latte,1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio raso di sale fino, 50 gr. di olio, 350 gr. di acqua. Stemperare il lievito in un po’ di acqua tiepida , unirvi una manciata di farina fino ad avere un impasto fluido ma omogeneo, coprire e lasciare riposare almeno 1/2 ora. Mettere la farina sulla spianatoia, aggiungere gli ingredienti rimasti e la pasta già lievitata. Impastate con energia fino ad avere un impasto morbido ed elastico che ben si stacchi alla spianatoia. Ponete il tutto in una terrina, incidetevi una croce e coprite, lasciando lievitare almeno 2 ore.

Che cosa serve per il condimento

Intanto, per il condimento preparate un buon sugo di pomodoro con olio aglio e basilico. A questo punto, con l’impasto formate delle palline del diametro di 10 cm. Aprite l’impasto con le mani in modo da formare una bella pizzetta rotonda e friggete in olio bollente. Quando è pronta mettete sulla pizzetta il pomodoro e un pò di mozzarella o formaggio.

Continua la lettura di Come fare le pizzette montanare su Varese Settegiorni.

]]>
Incidente stradale a Castellanza, paura per due 28enni SIRENE DI NOTTE https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidente-stradale-a-castellanza-paura-per-due-28enni-sirene-di-notte/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidente-stradale-a-castellanza-paura-per-due-28enni-sirene-di-notte/#respond Sun, 22 Jul 2018 06:11:40 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6630 Incidente stradale a Castellanza: soccorsi due giovani di 28 anni. Incidente stradale a Castellanza Intorno alle mezzanotte due auto sono andate a scontrarsi in via San Giovanni a Castellanza. Nell’urto sono rimasti coinvolti due giovani entrambi di 28 anni. Allertati i soccorsi in codice rosso, giunti prontamente sul posto con due ambulanze e un mezzo […]

Continua la lettura di Incidente stradale a Castellanza, paura per due 28enni SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Incidente stradale a Castellanza: soccorsi due giovani di 28 anni.

Incidente stradale a Castellanza

Intorno alle mezzanotte due auto sono andate a scontrarsi in via San Giovanni a Castellanza. Nell’urto sono rimasti coinvolti due giovani entrambi di 28 anni. Allertati i soccorsi in codice rosso, giunti prontamente sul posto con due ambulanze e un mezzo di soccorso avanzato. Allertati anche i Vigili del Fuoco e la compagnia dei Carabinieri di Busto Arsizio. I due coinvolti dopo i primi accertamenti sono stati trasferiti al Circolo in codice giallo. Per loro condizioni mediamente critiche.

Auto contro ostacolo

Pochi minuti prima dell’1 di notte, l’auto su cui viaggiavano 3 giovani, un 23enne e due 24enni, è andata a impattare, per motivi ancora da accertare, contro un ostacolo lungo via Giovanni Macchi a Varese. Sul posto sono intervenuti, in codice giallo, gli operatori del 118 con un’ambulanza e un mezzo di soccorso avanzato. Fortunatamente la situazione si è presentata meno grave del previsto, per i coinvolti non si è reso necessario il trasporto ospedaliero. Sul luogo dell’incidente anche un mezzo dei Vigili del Fuoco. Allertata la Questura.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Incidente stradale a Castellanza, paura per due 28enni SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidente-stradale-a-castellanza-paura-per-due-28enni-sirene-di-notte/feed/ 0
Il gelato artigianale fa bene alla salute https://varesesettegiorni.it/cucina/il-gelato-artigianale-fa-bene-alla-salute/ Sun, 22 Jul 2018 06:05:34 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6631 Il gelato artigianale? Può essere alimento perfetto anche per sostituire un pasto e per di più è sano e nutriente. I maestri gelatieri italiani propongono gusti diversi, dai più classici a quelli più innovativi, ma tutti con un unico denominatore comune: sono buoni e fanno bene. Forse non tutti sanno infatti che il buon gelato […]

Continua la lettura di Il gelato artigianale fa bene alla salute su Varese Settegiorni.

]]>
Il gelato artigianale? Può essere alimento perfetto anche per sostituire un pasto e per di più è sano e nutriente. I maestri gelatieri italiani propongono gusti diversi, dai più classici a quelli più innovativi, ma tutti con un unico denominatore comune: sono buoni e fanno bene. Forse non tutti sanno infatti che il buon gelato fa bene alla mente e anche al corpo. Alla mente perché rigenera l’umore, al corpo perché è ricco di sostanze nutritive fondamentali. Latte, panna, uova, zucchero e/o frutta sono gli ingredienti naturali necessari per prepararlo.

Il gelato artigianale, un alimento completo

Oggi è possibile mangiare il gelato artigianale in centinaia di gusti diversi, realizzati con cura e amore dai nostri maestri gelatieri. I suoi maggiori «estimatori» solitamente si distinguono fra coloro che amano i gusti a base crema (fiordilatte, cioccolato …) morbidi, ricchi e nutrienti; e chi invece preferisce i sorbetti alla frutta (composti da acqua, zucchero e frutta) più leggeri e dissetanti. In Italia siamo da sempre grandi consumatori di gelato: per i bambini è una merenda ideale, per i più grandi un piacere quasi irrinunciabile, soprattutto in primavera e in estate (anche se la bella stagione si lascia un po’ a desiderare come quest’anno…). Potremmo definirlo un alimento completo a tutti gli effetti, ottimo sia per i grandi che per i più piccini.

Ideale per una dieta ben equilibrata

Il valore energetico del gelato a base di latte è pari a circa 220 calorie per 100 grammi di prodotto; leggermente più basso quello del sorbetto alla frutta, che si ferma a circa 168 calorie per 100 grammi. Apporta principi nutritivi in forma digeribile e assimilabile, ideale per una dieta ben equilibrata. Proteine, carboidrati, lipidi zuccheri solubili, vitamine sono contenuti nei diversi gusti. Le proteine sono indispensabili per i bambini nella fase della crescita: sono costituite da catene di composti più semplici detti «aminoacidi». I carboidrati (o glucidi) si dividono in zuccheri semplici e zuccheri composti o amidi: entrambi i gruppi hanno una funzione energetica. Gli zuccheri semplici possono essere monosaccaridi (glucosio, fruttosio, galattosio) o disaccaridi (lattosio, saccarosio, maltosio).

Ulteriori benefici

Gli amidi sono formati da lunghe catene di piccole unità, costituite da zuccheri semplici. Anche i grassi (o lipidi) sono «fornitori di energia» ma, a parità di peso, ne forniscono circa il doppio rispetto ai carboidrati. Sono trasportatori della vitamina A, D, E, e K. Le vitamine sono sostanze di cui l’organismo necessita poiché regolano il funzionamento di tutti i processi vitali. Possono essere assimilate mediante l’assunzione di frutta e verdura. La loro mancanza può provocare vere e proprie malattie, nonché l’arresto della crescita nei bambini. Infine i sali minerali, indispensabili all’organismo, hanno la funzione di rafforzare le ossa e i denti e di affiancarsi ai globuli rossi nella composizione del sangue. Si trovano in vari alimenti come il latte e i suoi derivati (calcio, fosforo potassio).

Regaliamoci un po’ di relax

Con un gelato artigianale vi regalerete un po’ di relax mentre tutto corre intorno a voi basterà assaporare il gusto prescelto e chiudere un attimo gli occhi. Fragola, limone, lampone, mirtilli, more, menta, mela, arancia, liquirizia, frutti di bosco, pistacchio, fiordilatte, crema, cioccolato, tiramisù, stracciatella, gianduia, cocco, perfino la rosa… e sono altre decine i gusti che per questione di spazio e di memoria non sono in questo elenco. Per assaggiare tutti i gusti nella vostra gelateria di fiducia, non basterà l’intera estate!

Continua la lettura di Il gelato artigianale fa bene alla salute su Varese Settegiorni.

]]>
Sistemi antintrusione per la casa d’estate https://varesesettegiorni.it/casa/sistemi-antintrusione-per-la-casa-destate/ Sun, 22 Jul 2018 05:55:56 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6627 Le statistiche parlano chiaro: 70 abitazioni su 1000 in un anno vengono visitate dai ladri. Un furto ogni due minuti: una media che ha dell’incredibile. Come risolvere il problema? Ecco allora i sistemi antintrusione per la casa, utili soprattutto d’estate. Recenti statistiche dicono che le abitazioni provviste di un sistema di allarme hanno 4 volte […]

Continua la lettura di Sistemi antintrusione per la casa d’estate su Varese Settegiorni.

]]>
Le statistiche parlano chiaro: 70 abitazioni su 1000 in un anno vengono visitate dai ladri. Un furto ogni due minuti: una media che ha dell’incredibile. Come risolvere il problema? Ecco allora i sistemi antintrusione per la casa, utili soprattutto d’estate. Recenti statistiche dicono che le abitazioni provviste di un sistema di allarme hanno 4 volte meno probabilità di subire un furto.
La maggioranza dei colpi messi a segno sono opera di malviventi dilettanti, i quali usano metodi che sono senza dubbio grossolani e brutali.

L’importanza dei sistemi antintrusione

Infatti spaccano, mettono a soqquadro, non esitano a malmenare le persone e spesso il danno provocato supera di gran lunga l’entità del loro «bottino». Per scoraggiare i delinquenti e farli desistere dall’azione a volte sono utili una buona porta blindata, robuste inferriate alle finestre e alle altre aperture della casa, il suono di una sirena antifurto possibilmente collegato con le forze di vigilanza e l’accensione delle luci… E’ importante che tutta la casa abbia lo stesso livello di protezione, adeguato al rischio reale esistente, per cui una buona difesa attiva e passiva si dimostra particolarmente efficiente.

Il sistema perimetrico

Un impianto antifurto efficace può essere realizzato con protezione perimetrica oppure volumetrica. Se proprio si vuole “esagerare” è possibile realizzare un impianto misto che preveda l’installazione di un mix di sistemi antintrusione. Il sistema perimetrico, grazie a una rete di sensori, “scatta” nel momento in cui dalle porte o dalle finestre entra un estraneo nell’abitazione. I sensori vengono incorporati negli infissi e non ne condizionano l’aspetto estetico. Il sistema perimetrico può essere attivato anche quando la casa è abitata, magari nottetempo: una caratteristica rassicurante particolarmente per tutti coloro che sono in casa da soli e temono la visita dei soliti ignoti.

E quello volumetrico

Il sistema volumetrico, dal canto suo, si accorge della presenza di un intruso cogliendo differenze di temperature o spostamenti d’aria. I sensori, in questo caso, sono piazzati in aree di passaggio obbligate come i corridoi, gli ingressi e le anticamere. I cambi di temperatura vengono letti da sensori all’infrarosso, mentre il movimento d’aria dagli apparati a microonde. In questo settore esistono anche sensori a doppia tecnologia: a microonde e all’infrarosso. La gestione dell’impianto antifurto può essere effettuata sia via cavo che via radio. La soluzione via cavo garantisce minimi costi di gestione e scarsa manutenzione. I sistemi radio, dal canto loro, se sono dell’ultima generazione non sono perturbabili in alcun modo.

Le forze dell’ordine

Praticamente tutti i sistemi dall’allarme sono collegabili via telefono a una centrale operativa (carabinieri, polizia, sicurezza privata, numeri personali…). Il combinatore telefonico che generalmente si installa in queste circostanze può anche essere collegato a una linea cellulare. Grazie ad esso le forze dell’ordine sono avvisate anche qualora i ladri abbiano tagliato i fili del telefono. Ribadiamo nuovamente che il grado di “inviolabilità” della vostra abitazione dovrà essere commisurato al valore degli oggetti che custodisce: più sono preziosi i beni più dovrete pensare di proteggere la vostra casa. Infine, nel caso risediate in una zona a rischio vi consigliamo vivamente un sistema antintrusione da azionare anche di notte per difendere voi stessi e la vostra famiglia dagli attacchi dei malintenzionati purtroppo sempre più frequenti anche dalle nostre parti.

Continua la lettura di Sistemi antintrusione per la casa d’estate su Varese Settegiorni.

]]>
Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza https://varesesettegiorni.it/salute/come-avere-una-abbronzatura-perfetta-e-in-sicurezza/ Sun, 22 Jul 2018 05:44:34 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6624 Come avere una abbronzatura perfetta e in totale sicurezza? Siamo in estate, tempo di solleone e mai come in questo periodo bisogna coniugare bellezza con benessere e salute. Abbronzarsi è rilassante, riposante e un «must» ma si sa che non è proprio il massimo per la nostra pelle. Soprattutto se si tende a esagerare. Ecco […]

Continua la lettura di Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza su Varese Settegiorni.

]]>
Come avere una abbronzatura perfetta e in totale sicurezza? Siamo in estate, tempo di solleone e mai come in questo periodo bisogna coniugare bellezza con benessere e salute. Abbronzarsi è rilassante, riposante e un «must» ma si sa che non è proprio il massimo per la nostra pelle. Soprattutto se si tende a esagerare. Ecco dunque cosa bisognerebbe fare per piacersi belli scuri e non farsi male.

Come avere una abbronzatura perfetta

I medici e i dermatologi consigliano di consumare cibi che favoriscano l’abbronzatura: frutta e verdura fresca di stagione come angurie, meloni, pesche e albicocche che contengono molte vitamine e sali minerali; fra ortaggi preferire le carote cotte (ma anche crude, che risultano dissetanti) con un filo d’olio: esse sono una fonte preziosa di betacarotene che stimola la melanina. Anche i pomodori fanno molto bene perché contengono un antiossidante che impedisce l’azione dei radicali liberi. Mangiare una manciata di mandorle al giorno la settimana prima di partire per le vacanze aiuta il corretto sviluppo delle cellule, in quanto racchiudono acidi grassi utili per un’epidermide sana. Ricordarsi di bere molto, anche se sembra di non avere sete: l’idratazione è importante e comincia dall’interno, servono circa due litri di acqua al giorno (pasti compresi).

L’evoluzione dell’abbronzatura

Guardare la propria pelle e controllare come si evolve l’abbronzatura: non grattarsi ma accarezzarsi magari usando una spugnetta umida. Il viso, che le donne spesso «soffocano» con il trucco, va sempre pulito in profondità per farlo respirare. E per eliminare i batteri accumulati durante la giornata. Molto indicate le saune, non superiori ai 20 minuti, soprattutto se seguite da una brevissima doccia fredda. Dormire molto e riposarsi, anche al pomeriggio un’oretta o più. L’estate e le vacanze sono tempo di relax, ricordiamolo sempre: il mancato riposo, alla lunga, si rivela un’abitudine molto negativa per il benessere e la bellezza.

Gli orari migliori

Evitare di fare le ore piccole contribuisce a ricaricare le batterie del derma attraverso un salutare ricambio cellulare, e a conferire un aspetto più luminoso in vista dei «bagni solari». Ricordarsi che esporsi al sole nell’orario fra le 12 e le 16 non fa bene. Meglio un pranzo leggero con pennichella subito dopo piuttosto che arrostirsi in spiaggia. Usare creme a protezione adeguata, soprattutto nei primi giorni di esposizione quando il rischio-scottature è alto. Per i bambini (o per chi ha i capelli rossi) occorre fare ancor più attenzione.

Continua la lettura di Come avere una abbronzatura perfetta e in sicurezza su Varese Settegiorni.

]]>
Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere https://varesesettegiorni.it/salute/alimentazione-del-cane-benessere/ Sun, 22 Jul 2018 05:37:21 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6621 Alimentazione del cane, un argomento fondamentale per il benessere dei nostri amici animali. Fino a pochi decenni orsono la loro dieta era rappresentata da cibi casalinghi cotti, avanzi del pasto famigliare, frattaglie e ossa. L’alternativa preconfezionata era scelta da pochi. Oggi, fortunatamente, la situazione è molto cambiata. Ci sono negozi altamente specializzati che offrono una […]

Continua la lettura di Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere su Varese Settegiorni.

]]>
Alimentazione del cane, un argomento fondamentale per il benessere dei nostri amici animali. Fino a pochi decenni orsono la loro dieta era rappresentata da cibi casalinghi cotti, avanzi del pasto famigliare, frattaglie e ossa. L’alternativa preconfezionata era scelta da pochi. Oggi, fortunatamente, la situazione è molto cambiata. Ci sono negozi altamente specializzati che offrono una miriade di proposte. Si spazia dai croccantini alle “scatolette”, dagli spuntini alle mousse, per arrivare a premietti di tutti i tipi con pollo, manzo, coniglio, cervo, cinghiale, quaglia, salmone e tante altre fonti proteiche. Il tema è delicato perché il benessere dei nostri amici più cari dipende proprio dalla loro alimentazione.

Alimentazione del cane, le tendenze

Da qualche tempo, sta crescendo la tendenza ad utilizzare cibi crudi, cercando di riportare la dieta alle origini, ai tempi in cui si procacciavano il cibo autonomamente. La cosiddetta dieta Barf (Biologically Appropriate Raw Food) segue il concetto dell’adattamento al sistema predatore-preda e si basa essenzialmente su razioni di carne cruda, ossa, frattaglie, verdura e frutta. Tutto ciò in netta contrapposizione rispetto ai cibi industriali che vengono incolpati di essere ricchi di additivi e conservanti. Ovviamente anche le diete più naturali nascondono delle insidie. Non subendo un processo di cottura aumentano i rischi di tipo infettivo ed igienico; inoltre è possibile la creazione di squilibri proteici o vitaminici nel caso in cui la composizione del pasto risultasse inadeguata.

I resti dei nostri pasti

Solo pericoli si nascondono infine dietro una terza scelta alimentare, quella che è rappresentata da ingredienti o resti dei nostri pasti. Con fritti, oli, sughi, sale, spezie, zuccheri aumentano notevolmente i disturbi gastrointestinali o cutanei, le intolleranze o le malattie organiche. Detto tutto questo resta una conclusione: meglio evitare la terza opzione, perché l’apparato digerente di cani e gatti non è come quello degli esseri umani.

Continua la lettura di Alimentazione del cane, fondamentale per il benessere su Varese Settegiorni.

]]>
Benzinaio ferito a colpi di pistola, preso uno dei rapinatori https://varesesettegiorni.it/cronaca/benzinaio-ferito-colpi-pistola-preso-uno-rapinatori/ Sat, 21 Jul 2018 15:50:22 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6618 Preso uno dei rapinatori del benzinaio di Busto Arsizio. Bloccato uno degli aggressori del benzinaio Nelle prime ore del mattino la Polizia di Stato ha rintracciato e fermato uno dei due rapinatori che hanno sparato al benzinaio di Busto Arsizio ancora grave all’ospedale di Legnano: si tratta del pluripregiudicato 50enne Maurizio Fattobene. E’ stato trovato […]

Continua la lettura di Benzinaio ferito a colpi di pistola, preso uno dei rapinatori su Varese Settegiorni.

]]>
Preso uno dei rapinatori del benzinaio di Busto Arsizio.

Bloccato uno degli aggressori del benzinaio

Nelle prime ore del mattino la Polizia di Stato ha rintracciato e fermato uno dei due rapinatori che hanno sparato al benzinaio di Busto Arsizio ancora grave all’ospedale di Legnano: si tratta del pluripregiudicato 50enne Maurizio Fattobene. E’ stato trovato in possesso di parte della refurtiva. Gli agenti proseguono nelle indagini per arrivare anche al complice.

Il plauso del Sottosegretario

Parole di elogio agli inquirenti sono arrivate dal sottosegretario all’Interno Candiani: “Davvero encomiabile il lavoro svolto dalle forze di polizia per contrastare questi gravissimi crimini. Occorre ora mettere mano alla legislazione vigente perchè soggetti così pericolosi non possano più mettere in pericolo la sicurezza e incolumità della cittadinanza. Ripristinare pene severe senza sconti per questi delinquenti è necessario per evitare che il lavoro delle forze di polizia e la credibilità delle istituzioni siano frustrati dalle troppe frequenti condizioni di sostanziale impunità”.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Benzinaio ferito a colpi di pistola, preso uno dei rapinatori su Varese Settegiorni.

]]>
Casa abbandonata in fiamme a Legnano FOTO e VIDEO https://varesesettegiorni.it/cronaca/casa-abbandonata-fiamme-legnano-foto-e-video/ Sat, 21 Jul 2018 15:40:32 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6615 Incendio nella casa abbandonata di via Ticino. Fiamme nella casa abbandonata. Momenti di paura questo pomeriggio in via Ticino, dove si trova una casa abbandonata. In questo immobile, intorno alle 17, si è sprigionato un incendio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Legnano e la Polizia locale. Pare che le fiamme si […]

Continua la lettura di Casa abbandonata in fiamme a Legnano FOTO e VIDEO su Varese Settegiorni.

]]>
Incendio nella casa abbandonata di via Ticino.

Fiamme nella casa abbandonata.

Momenti di paura questo pomeriggio in via Ticino, dove si trova una casa abbandonata. In questo immobile, intorno alle 17, si è sprigionato un incendio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Legnano e la Polizia locale.
Pare che le fiamme si siano sprigionate da un’auto che si trovava nelle vicinanze.
La struttura, in passato, è stata più volte sgomberata da presenze abusive.

IL VIDEO:

LE FOTO:

Continua la lettura di Casa abbandonata in fiamme a Legnano FOTO e VIDEO su Varese Settegiorni.

]]>
Non risponde al campanello, arrivano i pompieri. Ma dormiva https://varesesettegiorni.it/cronaca/non-risponde-campanello-arrivano-pompieri-dormiva/ Sat, 21 Jul 2018 15:03:42 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6612 Si temeva il peggio a S.Vittore Olona ma dormiva. Non si avevano notizie, fortunatamente dormiva Lo chiamavano sul cellulare, suonavano al suo campanello. Ma lui dormiva tranquillamente. Per fortuna c’è stato un lieto fine per quanto accaduto questo pomeriggio. Erano circa le 13 in via Bixio a S.Vittore Olona quando i vicini di casa hanno […]

Continua la lettura di Non risponde al campanello, arrivano i pompieri. Ma dormiva su Varese Settegiorni.

]]>
Si temeva il peggio a S.Vittore Olona ma dormiva.

Non si avevano notizie, fortunatamente dormiva

Lo chiamavano sul cellulare, suonavano al suo campanello. Ma lui dormiva tranquillamente. Per fortuna c’è stato un lieto fine per quanto accaduto questo pomeriggio. Erano circa le 13 in via Bixio a S.Vittore Olona quando i vicini di casa hanno iniziato a preoccuparsi per un 65enne.
Dalla sera prima non rispondeva al telefono nè al campanello di casa. Così alcuni di loro, tra cui l’ex consigliere comunale e oggi assessore alla Sicurezza di Cerro Fabrizio Sberna, hanno cercato di alzare le tapparelle.

L’arrivo dei vigili del fuoco

Sul posto sono arrivati anche i pompieri di Legnano insieme all’ambulanza e automedica: i vigili del fuoco sono riusciti a entrare dalla finestra del bagno. Il padrone di casa era a letto. Sano e salvo. E stava dormendo. Così l’intero quartiere ha potuto tirare un sospiro di sollievo.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Non risponde al campanello, arrivano i pompieri. Ma dormiva su Varese Settegiorni.

]]>
Maxi controllo dei carabinieri: bloccati con armi e droga https://varesesettegiorni.it/cronaca/maxi-controllo-carabinieri-bloccati-armi-e-droga/ Sat, 21 Jul 2018 14:51:06 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6609 Armi e droga trovate durante “Periferie sicure”. Maxi controllo del territorio, trovati armi e droga Armi e droga trovate addosso ad alcune persone fermate. Questi alcuni dei risultati ottenuti nella serata di ieri dai carabinieri della Compagnia di Saranno in controllo straordinario del territorio-Periferie sicure. Il servizio ha visto impegnate 8 pattuglie su Saronno ma anche […]

Continua la lettura di Maxi controllo dei carabinieri: bloccati con armi e droga su Varese Settegiorni.

]]>
Armi e droga trovate durante “Periferie sicure”.

Maxi controllo del territorio, trovati armi e droga

Armi e droga trovate addosso ad alcune persone fermate. Questi alcuni dei risultati ottenuti nella serata di ieri dai carabinieri della Compagnia di Saranno in controllo straordinario del territorio-Periferie sicure. Il servizio ha visto impegnate 8 pattuglie su Saronno ma anche Caronno Pertusella, per prevenire e reprimere reati contro il patrimonio ma anche con controlli di auto e soggetti sospetti.

Coltelli e machete

Tra i 90 soggetti identificati, 4 sono stati denunciati all’autorità giudiziaria. Tra questi un italiano di 41 anni residente nella provincia di Milano e un marocchino di 37 di Saronno: loro a essere denunciati per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere; il primo era in possesso ingiustificato di un coltello di grosse dimensioni (lama di 20 centimetri), l’altro aveva un machete. Armi sequestrate.

Sostanze stupefacenti

Una persona alla guida della sua auto è stata trova con due dosi di cocaina: segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti in Prefettura. Era un albanese di 26 anni, residente a Cerro Maggiore e controllato tra Caronno e Saronno: si è rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sull’uso di droghe alla guida ed è quindi stato denunciato.
Nei guai anche un 23enne di Caronno, già noto alle forze dell’ordine: nascondeva nel borsello un pezzetto di hashish di 45 grammi. E’ stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Torna alla home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Maxi controllo dei carabinieri: bloccati con armi e droga su Varese Settegiorni.

]]>
Telecamere e varchi: Venegono bussa alla Regione https://varesesettegiorni.it/politica/telecamere-e-varchi-venegono-bussa-alla-regione/ Sat, 21 Jul 2018 14:18:32 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6604 Il Comune ci riprova: Venegono Inferiore partecipa al bando regionale per la videosorveglianza. Telecamere e varchi Dopo due anni di progetti approvati ma non finanziati, l’Amministrazione di Venegono Inferiore spera sia buona la terza. E’ stato approvato il progetto di videosorveglianza per la partecipazione al bando regionale. Un progetto da 47mila euro, di cui 9.400 […]

Continua la lettura di Telecamere e varchi: Venegono bussa alla Regione su Varese Settegiorni.

]]>
Il Comune ci riprova: Venegono Inferiore partecipa al bando regionale per la videosorveglianza.

Telecamere e varchi

Dopo due anni di progetti approvati ma non finanziati, l’Amministrazione di Venegono Inferiore spera sia buona la terza. E’ stato approvato il progetto di videosorveglianza per la partecipazione al bando regionale. Un progetto da 47mila euro, di cui 9.400 a carico del Comune.  Con quei fondi, il Comune punta all’acquisto e installazione di nuove telecamere a controllo dell’area di accesso alle scuole di via Fermi e a quella della stazione e, con la parte più consistente del finanziamento, al posizionamento e attivazione di due varchi con telecamere con controllo targhe: uno lungo via Cavour, sul collegamento con Venegono Superiore, l’altro in centro cittadino, vicino a piazza Menotti.

Il servizio completo su La Settimana di Saronno in edicola da venerdì 20 luglio.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

 

Continua la lettura di Telecamere e varchi: Venegono bussa alla Regione su Varese Settegiorni.

]]>
Senzatetto in ospedale: Pronto Soccorso “trasformato” in dormitorio https://varesesettegiorni.it/attualita/senzatetto-in-ospedale-pronto-soccorso-trasformato-in-dormitorio/ Sat, 21 Jul 2018 14:05:10 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6601 Tra i problemi dell’ospedale di Saronno non solo il poco personale e le liste d’attesa. Anche i senzatetto in ospedale. Senzatetto in ospedale, Pronto Soccorso dormitorio Tra i  problemi segnalati dall’utenza legati all’ospedale di Saronno, nonché dai dipendenti, non solo le liste d’attesa e il personale che scarseggia. Anche il numero di clochard, che hanno […]

Continua la lettura di Senzatetto in ospedale: Pronto Soccorso “trasformato” in dormitorio su Varese Settegiorni.

]]>
Tra i problemi dell’ospedale di Saronno non solo il poco personale e le liste d’attesa. Anche i senzatetto in ospedale.

Senzatetto in ospedale, Pronto Soccorso dormitorio

Tra i  problemi segnalati dall’utenza legati all’ospedale di Saronno, nonché dai dipendenti, non solo le liste d’attesa e il personale che scarseggia. Anche il numero di clochard, che hanno trovato rifugio nella sala d’attesa del Pronto Soccorso. Una trasformazione in “dormitorio” con non pochi problemi. E’ capitato che i senzatetto dessero in escandescenze, e gli utenti lamentano il degrado all’interno del presidio.”E’ un problema comune anche ad altri ospedali, ad esempio Busto – commenta Giuseppe Brazzoli, direttore generale dell’Asst Valle Olona –  Abbiamo già segnalato la questione. Spesso quando si chiamano i Carabinieri, i soggetti si allontanano temporaneamente, ma poi ritornano. Bisogna cambiare la modalità d’intervento, considerando che l’origine della questione è di natura sociale. L’aumento della povertà estrema ha infatti portato gli ospedali, così come le stazioni, a riempirsi di senzatetto. Bisognerebbe dunque garantire per loro strutture alternative. Non ci sono state situazioni di pericolosità ma la situazione non è comunque accettabile».

Il servizio completo su La Settimana di Saronno in edicola da venerdì 20 luglio.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Senzatetto in ospedale: Pronto Soccorso “trasformato” in dormitorio su Varese Settegiorni.

]]>
Sices sull’orlo del fallimento, in 100 rischiano il lavoro https://varesesettegiorni.it/economia/sices-sullorlo-del-fallimento-in-100-rischiano-il-lavoro/ Sat, 21 Jul 2018 13:45:54 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6598 Dopo la chiusura della sede lonatese trema anche Legnano. Si aspetta la decisione del giudice sul futuro della Sices. Sices, lavoro a rischio A quattro anni di distanza dalla chiusura della sede principale Sices a Lonate, si torna a parlare di questa grande azienda che continua a subire i dissesti di un economia instabile anche […]

Continua la lettura di Sices sull’orlo del fallimento, in 100 rischiano il lavoro su Varese Settegiorni.

]]>
Dopo la chiusura della sede lonatese trema anche Legnano. Si aspetta la decisione del giudice sul futuro della Sices.

Sices, lavoro a rischio

A quattro anni di distanza dalla chiusura della sede principale Sices a Lonate, si torna a parlare di questa grande azienda che continua a subire i dissesti di un economia instabile anche nelle altre società a lei strettamente collegate. «Nel 2015 erano rimasti attivi per un breve periodo solo gli uffici nella sede lonatese – spiega un rappresentante del sindacato Fiom Cgil – l’officina invece aveva chiuso definitivamente nonostante, attualmente, ci siano ancora quattro operai che lavorano al suo interno per il ritiro e scarico del poco materiale rimasto. Molti dei dipendenti che lavoravano lì, sono stati trasferiti nella sede settore cantieri e montaggi in Svizzera o presso la Pensotti di Legnano».

Futuro incerto

Nonostante il piano di rilocazione progettato, i lavoratori si trovano tutt’ora incerti in merito al loro futuro. «Attualmente i dipendenti sotto la ditta Pensotti sono 96, mentre quelli che da Lonate erano stati trasferiti nella sede di Legnano, oggi ammontano a 22 – continua il sindacalista – Quella maggiormente in crisi è la Pensotti in quanto, i suoi dipendenti, da marzo, non percepiscono nemmeno la cassa integrazione, forse per qualche mancanza burocratica». Quelli che invece hanno trovato una via di fuga in un posto di lavoro più sicuro, hanno lasciato l’azienda. Restano gli storici o coloro che, a causa dell’età avanzata, hanno maggiore difficoltà a trovare un altro impiego.

“L’Amministrazione intervenga”

Anche la Lista Civica Cambiate Lonate, rappresentata da Guido Della Canonica, si era mostrata interessata alla questione in passato: «È importante che il sindaco mostri la sua vicinanza a questa situazione in quanto molti dei lavoratori coinvolti, sono lonatesi. Nel 2015 avevamo chiesto al sindaco come pensava di intervenire sulla crisi economica delle diverse aziende lonatesi. Non abbiamo ricevuto risposta. È necessario prevenire eventuali consumi di suolo e incentivare, nel caso, l’utilizzo dei sedimi industriali inutilizzati e soprattutto verificare se, quest’ultimi, possano creare problemi ambientali».

Si attende il giudice

In seguito alla recente scadenza dei concordati, stanno tutti aspettando la decisione del giudice che decreterà il fallimento o meno delle società interessate, ma indiscrezioni parlano di probabili acquirenti: «Per la Pensotti si è fatto avanti un imprenditore di Battipaglia con la proposta di un affitto temporaneo di un anno mantenendo 28 operai – spiega il sindacalista Fiom Cgil – mentre per la Sices sembra siano stati diversi i compratori interessati ma bisogna capire se abbiano intenzione di rilevare la società oppure soltanto il marchio. Una situazione caotica e instabile, soprattutto per i centinaia di lavori coinvolti. A settembre dovrebbe arrivare la decisione finale».

Il servizio completo su La Settimana di Saronno in edicola da venerdì 20 luglio.

TORNA ALLA HOME  E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

Continua la lettura di Sices sull’orlo del fallimento, in 100 rischiano il lavoro su Varese Settegiorni.

]]>
Aperta voragine profonda quattro metri in piazzale Kennedy https://varesesettegiorni.it/cronaca/aperta-voragine-profonda-quattro-metri-in-piazzale-kennedy/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/aperta-voragine-profonda-quattro-metri-in-piazzale-kennedy/#respond Sat, 21 Jul 2018 12:31:19 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6593 Voragine profonda quattro metri in piazzale Kennedy a Varese. Voragine profonda quattro metri Oggi, sabato 21 luglio, alle ore 11.00, i vigili del fuoco della sede di Varese, sono intervenuti nel capoluogo in piazzale Kennedy per dissesto statico. Per cause ancora in fase di accertamento una voragine profonda circa quattro metri si è aperta nel […]

Continua la lettura di Aperta voragine profonda quattro metri in piazzale Kennedy su Varese Settegiorni.

]]>
Voragine profonda quattro metri in piazzale Kennedy a Varese.

Voragine profonda quattro metri

Oggi, sabato 21 luglio, alle ore 11.00, i vigili del fuoco della sede di Varese, sono intervenuti nel capoluogo in piazzale Kennedy per dissesto statico. Per cause ancora in fase di accertamento una voragine profonda circa quattro metri si è aperta nel manto stradale.

Area interdetta

Gli operatori, intervenuti con un’autopompa, hanno interdetto l’area. In questo momento si stanno effettuando delle verifiche congiuntamente all’ufficio tecnico. L’evento non ha coinvolto persone e/o veicoli.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Aperta voragine profonda quattro metri in piazzale Kennedy su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/aperta-voragine-profonda-quattro-metri-in-piazzale-kennedy/feed/ 0
Due spacciatori arrestati in flagranza di reato in Piazza Repubblica https://varesesettegiorni.it/cronaca/due-spacciatori-arrestati-in-flagranza-di-reato-in-piazza-repubblica/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/due-spacciatori-arrestati-in-flagranza-di-reato-in-piazza-repubblica/#respond Sat, 21 Jul 2018 12:08:35 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6590 Spacciatori arrestati in flagranza di reato in Piazza Repubblica e “cliente” segnalato quale assuntore alla Prefettura. Spacciatori arrestati Dopo la denuncia a piede libero di un soggetto per spaccio di stupefacenti presso Piazza Repubblica nella giornata di giovedì 13 luglio, a distanza di una settimana, nella medesima piazza, gli Agenti della Volante nel pomeriggio del […]

Continua la lettura di Due spacciatori arrestati in flagranza di reato in Piazza Repubblica su Varese Settegiorni.

]]>
Spacciatori arrestati in flagranza di reato in Piazza Repubblica e “cliente” segnalato quale assuntore alla Prefettura.

Spacciatori arrestati

Dopo la denuncia a piede libero di un soggetto per spaccio di stupefacenti presso Piazza Repubblica nella giornata di giovedì 13 luglio, a distanza di una settimana, nella medesima piazza, gli Agenti della Volante nel pomeriggio del 19 luglio, hanno arrestato due soggetti, colti nella flagranza del reato di spaccio in concorso di sostanze stupefacenti. Il “cliente” è stato fermato e segnalato quale assuntore alla Prefettura con l’immediato ritiro della patente di guida.

Ulteriore denuncia

Gli ulteriori accertamenti dopo l’arresto, hanno permesso di appurare che uno dei soggetti denunciati è un richiedente protezione internazionale, ed è stato ulteriormente denunciato in quanto, senza giustificato motivo, non aveva al seguito il permesso di soggiorno temporaneo rilasciatogli in precedenza. La droga unitamente al denaro guadagnato sono stati sequestrati.
#ESSERCISEMPRE

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Due spacciatori arrestati in flagranza di reato in Piazza Repubblica su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/due-spacciatori-arrestati-in-flagranza-di-reato-in-piazza-repubblica/feed/ 0
Cittadini extracomunitari irregolari su territorio nazionale: tre espulsi https://varesesettegiorni.it/cronaca/cittadini-extracomunitari-irregolari-su-territorio-nazionale-tre-espulsi/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/cittadini-extracomunitari-irregolari-su-territorio-nazionale-tre-espulsi/#respond Sat, 21 Jul 2018 11:58:40 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6584 Cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale: un provvedimento di espulsione con accompagnamento e due con partenza volontaria. Cittadini extracomunitari irregolari Continua, incessante e proficua, l’attività degli uomini dell’Ufficio Immigrazione, che nel corso dell’ultima settimana hanno dato esecuzione, tra gli altri, ad un provvedimento di espulsione con accompagnamento presso un c.p.r., e a due provvedimenti di […]

Continua la lettura di Cittadini extracomunitari irregolari su territorio nazionale: tre espulsi su Varese Settegiorni.

]]>
Cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale: un provvedimento di espulsione con accompagnamento e due con partenza volontaria.

Cittadini extracomunitari irregolari

Continua, incessante e proficua, l’attività degli uomini dell’Ufficio Immigrazione, che nel corso dell’ultima settimana hanno dato esecuzione, tra gli altri, ad un provvedimento di espulsione con accompagnamento presso un c.p.r., e a due provvedimenti di espulsione con partenza volontaria.

Sottratto a provvedimento di espulsione

In particolare, nella giornata di mercoledì, un cittadino senegalese è stato rintracciato in posizione irregolare dagli agenti della Polizia di Frontiera di Luino, nell’ambito di un ordinario controllo del territorio. Dopo un esame documentale, è stato accertato che lo stesso si era sottratto ad un provvedimento di espulsione emesso qualche settimana prima dal Questore di Milano, disattendendo alle prescrizioni imposte in attesa che maturassero le condizioni per eseguire l’accompagnamento alla frontiera.

Il rimpatrio

Gli agenti dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Varese, presi contatti con i colleghi di Milano, che detenevano agli atti il passaporto dell’uomo, sono riusciti a dare esecuzione al provvedimento: il medesimo è stato infatti accompagnato al c.p.r. di Potenza, dove verranno compiute le attività volte al definitivo rimpatrio.

Provvedimento nei confronti di due cittadini albanesi

Nella giornata di giovedì, invece, è stata la volta di due cittadini albanesi, rintracciati in posizione irregolare sul territorio dello Stato dai Carabinieri di Angera, e accompagnati presso la Questura per gli adempimenti di rito. Essendo incensurati e in possesso di un passaporto, ed avendo espresso la volontà di ritornare nel loro Paese, i due uomini sono stati raggiunti da un provvedimento di espulsione con assegnazione del termine per la partenza volontaria, e sottoposti alle prescrizioni del Questore, imposte a garanzia dell’esecuzione del provvedimento.

La partenza volontaria

Quella della partenza volontaria è la tipologia di espulsione privilegiata dalla normativa, purché sussistano le condizioni per aderirvi (non essere soggetti pericolosi; essere in possesso di un documento per l’espatrio in corso di validità; non essersi sottratti a precedenti provvedimenti di espulsione; avere la disponibilità di risorse economiche sufficienti, derivanti da fonti lecite e per un importo proporzionato al termine concesso; comunicare un domicilio dove poter essere agevolmente rintracciati). Da inizio anno, sono 16 quelle eseguite dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Varese di cui 10 a carico di uomini e 6 a carico di donne.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Cittadini extracomunitari irregolari su territorio nazionale: tre espulsi su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/cittadini-extracomunitari-irregolari-su-territorio-nazionale-tre-espulsi/feed/ 0
Acsm-Agam e Agesp verso una partnership industriale e societaria https://varesesettegiorni.it/economia/acsm-agam-e-agesp-verso-una-partnership-industriale-e-societaria/ https://varesesettegiorni.it/economia/acsm-agam-e-agesp-verso-una-partnership-industriale-e-societaria/#respond Sat, 21 Jul 2018 11:34:29 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6580 Acsm-Agam e Agesp verso una  partnership industriale e societaria. Le società infatti hanno firmato una lettera di intenti non vincolante per lo studio di un percorso di aggregazione con l’obiettivo di valorizzare le competenze, le strette relazioni con i territori serviti e la storia delle rispettive realtà. Alleanza tra Acsm-Agam e Agesp AGESP  aveva infatti già […]

Continua la lettura di Acsm-Agam e Agesp verso una partnership industriale e societaria su Varese Settegiorni.

]]>
Acsm-Agam e Agesp verso una  partnership industriale e societaria. Le società infatti hanno firmato una lettera di intenti non vincolante per lo studio di un percorso di aggregazione con l’obiettivo di valorizzare le competenze, le strette relazioni con i territori serviti e la storia delle rispettive realtà.

Alleanza tra Acsm-Agam e Agesp

AGESP  aveva infatti già reso noto, a luglio dello scorso anno, che Acsm-Agam Spa era risultata prima in graduatoria a seguito di una sollecitazione all’invio di manifestazioni di interesse per operazioni di partnership con società appartenenti al Gruppo AGESP e operatori terzi.

Al termine dei lavori (che avranno una durata di circa sei mesi) le parti potranno condividere, là dove sussistano le condizioni necessarie, l’interesse a proseguire il percorso, sottoponendo l’eventuale progetto di aggregazione all’esame e all’approvazione dei rispettivi soci.

Modello virtuoso

L’operazione di aggregazione tra Multiutilities del Nord della Lombardia con riferimento industriale di A2A, approvata il 16 maggio scorso dall’Assemblea Straordinaria di Acsm-Agam Spa è operativa dal primo luglio scorso e si configura come la soluzione che consente agli attori locali di integrare il proprio business creando importanti sinergie e beneficiando delle competenze tecniche e gestionali del Partner industriale nello sviluppo di servizi innovativi sul territorio, con un modello replicabile per ulteriori aggregazioni.

Chi sono le società coinvolte

ACSM-AGAM S.p.A.è la nuova nuova multiutility del Nord della Lombardia, che dal primo luglio 2018 ha come soci principali i Comuni di Monza, Como, Lecco, Sondrio e Varese, con A2A come socio di riferimento e partner industriale. Agesp  invece è controllata al 99,99% dal comune di Busto Arsizio e opera nell’erogazione di servizi pubblici locali, come raccolta rifiuti e vendita di energia elettrica e gas.

Continua la lettura di Acsm-Agam e Agesp verso una partnership industriale e societaria su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/economia/acsm-agam-e-agesp-verso-una-partnership-industriale-e-societaria/feed/ 0
Si schianta contro il guardrail in tangenziale ovest https://varesesettegiorni.it/cronaca/si-schianta-contro-guardrail-tangenziale/ Sat, 21 Jul 2018 10:25:37 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6576 Paura in tangenziale ovest tra Cornaredo e Ghisolfa. Perde il controllo dell’auto in tangenziale Attimi di grande apprensione questa mattina lungo la tangenziale ovest. Intorno alle 11.15 un uomo di 53 anni, per cause da accertare, ha perso il controllo della sua vettura finendo contro il guardrail. L’incidente è accaduto all’altezza tra Cornaredo e la barriera […]

Continua la lettura di Si schianta contro il guardrail in tangenziale ovest su Varese Settegiorni.

]]>
Paura in tangenziale ovest tra Cornaredo e Ghisolfa.

Perde il controllo dell’auto in tangenziale

Attimi di grande apprensione questa mattina lungo la tangenziale ovest. Intorno alle 11.15 un uomo di 53 anni, per cause da accertare, ha perso il controllo della sua vettura finendo contro il guardrail. L’incidente è accaduto all’altezza tra Cornaredo e la barriera della Ghisolfa.

I soccorsi

Sul posto è arrivato anche l’elisoccorso da Como insieme alla Croce Rossa di Settimo. L’uomo, che ha riportato alcuni traumi, è stato portato al Niguarda in elicottero.

Torna alla home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Si schianta contro il guardrail in tangenziale ovest su Varese Settegiorni.

]]>
Nasce il Comitato Antifascista Abbiatense: “Sindaco Nai si dimetta” https://varesesettegiorni.it/politica/nasce-comitato-antifascista-abbiatense-sindaco-nai-si-dimetta/ Sat, 21 Jul 2018 10:06:15 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6573 La richiesta del neo nato Comitato Antifascista Abbiatense. Nato il Comitato Antifascista Abbiatense Mercoledì 18 luglio, alla a Cooperativa Rinascita, è nato il Comitato Antifascista Abbiatense. “A dar vita a questo importante organo – spiegano i fondatori – sono state le numerose realtà che hanno espresso preoccupazione e sdegno, nelle scorse settimane, per la concessione, […]

Continua la lettura di Nasce il Comitato Antifascista Abbiatense: “Sindaco Nai si dimetta” su Varese Settegiorni.

]]>
La richiesta del neo nato Comitato Antifascista Abbiatense.

Nato il Comitato Antifascista Abbiatense

Mercoledì 18 luglio, alla a Cooperativa Rinascita, è nato il Comitato Antifascista Abbiatense. “A dar vita a questo importante organo – spiegano i fondatori – sono state le numerose realtà che hanno espresso preoccupazione e sdegno, nelle scorse settimane, per la concessione, il 6 e 7 luglio, di uno spazio pubblico a un’organizzazione che, sfruttando il suo mimetismo camaleontico, agevola e promuove il diffondersi d’istanze nazifasciste, antisemite e razziste e che ha il nome di Lealtà Azione. Il Comitato sorge perciò dall’incontro di quei Cittadini, Cittadine, Partiti, Liste Civiche, Associazioni, Anpi e Movimenti che avevano chiesto al Sindaco Cesare Nai, nel rispetto dei principi antifascisti della Costituzione su cui per primo ha giurato, di negare il permesso di utilizzo dello Spazio Fiera a Lealtà Azione”.

Le contestazioni

“A seguito della sordità palesata dal primo cittadino, il Comitato – proseguono – ha deciso di darsi una forma che agevoli il confronto e il coordinamento della sua sfaccettata moltitudine. Il suo obiettivo è quello di impedire la concreta diffusione di idee e azioni neonazifasciste nel territorio abbiatense e di inchiodare alle proprie responsabilità le istituzioni e i rappresentanti amministrativi complici di questa possibile deriva. In questi giorni stanno emergendo dei dettagli inquietanti rispetto all’iter procedurale di concessione degli spazi comunali per la “Festa del Sole”. La richiesta di un’informativa, da parte degli uffici comunali, ha fatto emergere nuovi dubbi sulle modalità di ottenimento dello Spazio Fiera e sul senso politico della concessione. Le informazioni raccolte dagli uffici comunali hanno reso noto che il 20 marzo è arrivata una richiesta agli uffici comunali, che chiedeva l’utilizzo per un’iniziativa completamente diversa da quella che si è poi effettivamente svolta il 6 e 7 luglio. Si chiedeva l’utilizzo dei soli spazi esterni e il porticato, senza alcuna richiesta per l’utilizzo dell’auditorium. Auditorium, che è stato quindi utilizzato senza previa autorizzazione.Il Comitato perciò si domanda come abbia fatto Lealtà Azione ad entrare se l’auditorium era chiuso, non adibito a uso pubblico in quel momento e chi gli abbia aperto. Inoltre – prosegue il comitato -, nella richiesta di utilizzo degli spazi non era menzionato alcun riferimento a Lealtà Azione, alcun riferimento di carattere politico, nessun accenno alle “band nazirock”, “alla sovranità e all’autonomia”, “ai laboratori politici” e alla presenza di senatori, deputati e assessori regionali leghisti e di Fratelli d’Italia. Solo nei primissimi giorni di luglio, tramite gli organi di stampa, sono emerse la vera natura e il programma dell’iniziativa, e solo dopo esplicite richieste degli uffici sono diventate chiare le incongruenze. Solo dopo “la festa”, però, il quadro completo di quanto è accaduto, comprensivo di braccia tese, lodi a Mussolini e danni alla struttura, si è fatto evidente. Il 12 luglio, il consigliere Biglieri ha fatto emergere in consiglio comunale tutti questi dettagli allarmanti. Come risposta, oltre alla minimizzazione da parte del Sindaco e di alcuni consiglieri di maggioranza, ha subìto, nei giorni seguenti, attacchi su alcuni “blog d’informazione” e sui social, fino ad arrivare alle minacce di denuncia da parte di Lealtà Azione”.
E ancora: “Vogliamo esprimere la nostra più ferma e concreta solidarietà al consigliere Biglieri e invitiamo tutte le forze democratiche, che si rifanno ai principi della Costituzione, a continuare a far emergere le contraddizioni di questo triste accadimento, denunciando all’opinione pubblica la vera natura di queste organizzazioni e facendo emergere responsabilità e complicità da parte degli amministratori locali”.

La richiesta di dimissioni del sindaco

“Di fronte a tutto questo – annunciano dal comitato -, alla città blindata per due giorni, con ingenti presidi di forze dell’ordine in assetto antisommossa, alla comunità cittadina divisa e fortemente scossa da quanto accaduto, alle tensioni istituzionali e sociali, ai polveroni virtuali e reali che attraversano la città, riteniamo che ci sia una responsabilità profonda da parte dell’attuale sindaco in carica Cesare Nai. Il sindaco Nai ha affrontato e continua ad affrontare la situazione con estrema superficialità, in modo contraddittorio e menzognero nonostante i dettagli e le incongruenze che man mano emergono. Il sindaco Nai afferma il falso quando dice che non poteva fare nulla, che è andato tutte bene, che l’iter di richiesta e concessione è rientrato nelle normali procedure, che non ci sono elementi per considerare Lealtà Azione un’organizzazione diversa dalle altre. E, soprattutto, si sbaglia quando parla di libertà d’espressione. Non è questo il caso! Riteniamo questo atteggiamento da parte del Primo Cittadino grave e doloso per l’intera comunità, per tutto il territorio e non solo. Il Sindaco Nai rischia di passare alla storia come il primo sindaco Italiano che appoggia, sostiene e giustifica un’organizzazione dell’ultradestra neofascionazista”.

Torna alla home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Nasce il Comitato Antifascista Abbiatense: “Sindaco Nai si dimetta” su Varese Settegiorni.

]]>
Andrea Iavarone, l’amico di Fabrizio Corona, è stato assolto https://varesesettegiorni.it/cronaca/andrea-iavarone-amico-fabrizio-corona-assolto/ Sat, 21 Jul 2018 09:36:17 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6570 Andrea Iavarone è di Busto Garolfo, tatuatore a San Giorgio su Legnano. La novità sulla vicenda di Andrea Iavarone Assolto con formula piena (perché il fatto non sussiste) dalle accuse di stalking e sequestro di persona: è la fine di un incubo per Andrea Iavarone, 39enne bustese, noto in zona per l’amicizia con il fotografo […]

Continua la lettura di Andrea Iavarone, l’amico di Fabrizio Corona, è stato assolto su Varese Settegiorni.

]]>
Andrea Iavarone è di Busto Garolfo, tatuatore a San Giorgio su Legnano.

La novità sulla vicenda di Andrea Iavarone

Assolto con formula piena (perché il fatto non sussiste) dalle accuse di stalking e sequestro di persona: è la fine di un incubo per Andrea Iavarone, 39enne bustese, noto in zona per l’amicizia con il fotografo dei vip Fabrizio Corona.
L’uomo era stato arrestato nell’estate del 2017 dai carabinieri di Arluno con l’accusa di aver perpetrato per due anni comportamenti aggressivi e persecutori nei confronti di una 39enne di Vanzago.
Ora la sentenza della Quinta sezione penale del Tribunale di Milano sancisce un’altra verità. Secondo il giudice, Iavarone avrebbe solo morso un dito dell’amica. Un reato molto più lieve, per il quale il 39enne è stato condannato a otto mesi di reclusione. “Una condanna appellabilissima – è il parere dell’avvocato Renato Musella, legale di fiducia di Iavarone -, per la quale peraltro Iavarone avrebbe pure già pagato visto che è stato in carcere per nove mesi e comunque la pena non è esecutiva sino a che non diventi definitiva. La nostra tesi è che a procurarsi le lesioni sia stata la persona offesa, per questo faremo ricorso alla Corte d’Appello. La dinamica della riferita lesione parla da sé: la donna, che tra l’altro candidamente riferiva nella denuncia di aver iniziato lei stessa la lite schiaffeggiando in pubblico lo Iavarone, si è rivolta ai carabinieri tre giorni dopo il fatto e in ospedale è andata quattro giorni dopo. Come emerge dalle denunce, dopo il litigio, la persona offesa si fece accompagnare a prendere una piadina e poi a un centro commerciale a comprare una maglietta. Sempre dopo la presunta aggressione e anche nei giorni successivi, la persona offesa tempestava il mio assistito di messaggi del tenore “Mi manchi”, “Vieni”, “Non paccare”, “Mi sono lavata i capelli” eccetera. Per quanto riguarda i reati di stalking e sequestro di persona, il castello accusatorio è completamente caduto e ci riserviamo di querelare la controparte per calunnia. Allo stesso modo ci riserviamo di intentare un’azione per ingiusta detenzione. Ma prima di valutare questi eventuali step dobbiamo leggere le motivazioni della sentenza”. Iavarone infatti ha passato nove mesi in carcere.
Un’esperienza che secondo il suo difensore lo ha ridotto in uno stato di grave prostrazione psicologica. “E’ arrivato a meditare un gesto estremo” rivela l’avvocato Musella. “La vecchia difesa – prosegue il legale (subentrato a un collega all’inizio del 2018, ndr) – aveva presentato varie istanze di scarcerazione, tutte rigettate. A un certo punto Iavarone non riusciva a vedere la fine dell’esperienza carceraria, ed è allora che ha avuto un crollo”. Ora Iavarone è un uomo libero, i giorni del carcere sono un ricordo, e la giustizia ha detto che non è né uno stalker né un sequestratore. “Questa vicenda però lo ha segnato profondamente – conclude il difensore – e ha comportato pesanti ripercussioni anche sulla sua vita professionale. Il mio assistito ha fretta di lasciarsela alle spalle e tornare a guardare avanti, ma non sarà cosa facile”.

Continua la lettura di Andrea Iavarone, l’amico di Fabrizio Corona, è stato assolto su Varese Settegiorni.

]]>
Era l’incubo della sua ex, preso stalker a Legnano https://varesesettegiorni.it/cronaca/era-incubo-della-ex-preso-stalker-legnano/ Sat, 21 Jul 2018 09:20:17 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6567 Era lo stalker della sua ex. Stalker arrestato dalla Polizia di Stato Era l’incubo della sua ex convivente, un vero stalker. Ieri il personale della Squadra investigativa della Polizia di Stato di Legnano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio nei confronti di un 40enne nativo […]

Continua la lettura di Era l’incubo della sua ex, preso stalker a Legnano su Varese Settegiorni.

]]>
Era lo stalker della sua ex.

Stalker arrestato dalla Polizia di Stato

Era l’incubo della sua ex convivente, un vero stalker. Ieri il personale della Squadra investigativa della Polizia di Stato di Legnano ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio nei confronti di un 40enne nativo di Legnano. Per lui l’accusa di stalking e violazione di domicilio ai danni della ex. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato portato nel carcere di Busto Arsizio.

Le indagini

L’attività di polizia giudiziaria condotta dal commissariato legnanese ha lavorato al meglio, non mancando di sottolineare all’autorità giudiziaria la pericolosità degli atti dell’uomo. Quest’ultimo non aveva mai desistito nei suoi atti persecutori verso la donna che viveva in un crescente stato di esasperazione. Tra gli investigatori e la vittima vi è stata sinergia.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Era l’incubo della sua ex, preso stalker a Legnano su Varese Settegiorni.

]]>
Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/ https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/#respond Sat, 21 Jul 2018 09:02:29 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6508 Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze. Boom delle vacanze in campagna. Turismo Lombardia: 39milioni di presenze Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39 per cento dovute agli italiani e il 61 per cento agli stranieri. E proprio sul fronte del turismo internazionale, la Lombardia è […]

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze su Varese Settegiorni.

]]>
Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze. Boom delle vacanze in campagna.

Turismo Lombardia: 39milioni di presenze

Salgono a oltre 39 milioni le presenze turistiche in un anno in Lombardia, di cui il 39 per cento dovute agli italiani e il 61 per cento agli stranieri. E proprio sul fronte del turismo internazionale, la Lombardia è la seconda regione in Italia per la spesa media che ogni giorno i viaggiatori stranieri dedicano alla ristorazione. È quanto emerge dal report “I viaggi del gusto in Lombardia” diffuso dalla Coldiretti in occasione dell’assemblea regionale a Milano, che si è svolta alla presenza del Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dell’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, dell’assessore regionale all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, dell’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni.

La buona tavola

Oltre un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza nel Belpaese è destinato alla tavola – afferma la Coldiretti – per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche. In Lombardia – stima la Coldiretti regionale – la spesa che in un anno i turisti stranieri dedicano alla tavola ammonta a oltre 800 milioni di euro.

Boom degli agriturismi

L’attenzione verso il cibo e il suo legame con il territorio è confermata anche dal boom delle vacanze in campagna in Lombardia con il numero delle presenze dei viaggiatori italiani e stranieri negli agriturismi che in nove anni sono cresciute di oltre l’80 per cento.

“Le aziende agricole agrituristiche – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – sono un potente strumento di conoscenza del territorio a disposizione dei turisti, per apprezzare le nostre specialità enogastronomiche e per scoprire le bellezze paesaggistiche e artistiche”.

In totale – continua la Coldiretti – sono oltre 1650 le strutture di questo tipo attive in Lombardia, cresciute del 46 per cento dal 2008 a oggi. In quasi due su tre si può mangiare, il 45 per cento offre servizio di alloggio mentre il 36 per cento propone attività didattiche o ricreative culturali. La provincia con il maggior numero di agriturismi è Brescia con 340 attività, seguita da Mantova con 234, Pavia con 225, Bergamo 164, Como 152, Milano 130, Sondrio 119, Varese 89, Lecco 78, Cremona 73, Lodi 34 e Monza e Brianza 15.

La ristorazione ambulante

Apprezzato dai viaggiatori il cibo di strada, che concilia la praticità con il costo contenuto. Con 389 imprese registrate – spiega la Coldiretti su dati Unioncamere – la Lombardia è la prima regione italiana per numero di attività di ristorazione ambulante, più che raddoppiate negli ultimi cinque anni. Solo in provincia di Milano se ne contano 181. In totale – conclude la Coldiretti regionale – i turisti che visitano o transitano per la Lombardia possono contare su oltre 100 ristoranti di eccellenza e una rete di più di 50 mila imprese della ristorazione, che rappresentano il 15,4 per cento del totale e pongono la Lombardia al vertice della classifica nazionale.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Turismo Lombardia, 39 milioni di presenze su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/turismo-lombardia-39-milioni-di-presenze/feed/ 0
Spari contro il benzinaio, la vittima è grave all’ospedale di Legnano https://varesesettegiorni.it/cronaca/spari-benzinaio-vittima-grave-ospedale-legnano/ Sat, 21 Jul 2018 08:55:17 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6561 Benzinaio ferito a Busto Arsizio. Il benzinaio è all’ospedale di Legnano. Al nosocomio legnanese ci è arrivato in gravi condizioni, stiamo parlando del benzinaio ferito ieri a Busto Arsizio a colpi di pistola. Si trova nel reparto di Rianimazione, stabilizzato dopo un’intervento chirurgico. E’ in prognosi riservata. L’accaduto L’uomo, 39 anni, titolare di un distributore […]

Continua la lettura di Spari contro il benzinaio, la vittima è grave all’ospedale di Legnano su Varese Settegiorni.

]]>
Benzinaio ferito a Busto Arsizio.

Il benzinaio è all’ospedale di Legnano.

Al nosocomio legnanese ci è arrivato in gravi condizioni, stiamo parlando del benzinaio ferito ieri a Busto Arsizio a colpi di pistola. Si trova nel reparto di Rianimazione, stabilizzato dopo un’intervento chirurgico. E’ in prognosi riservata.

L’accaduto

L’uomo, 39 anni, titolare di un distributore di benzina di Busto Arsizio, è stato raggiunto da colpi di pistola sparati da due rapinatori. Erano le 20 di ieri e stava rientrando a casa. I due hanno agito a volto coperto, in sella a uno scooter. Avrebbero esploso quattro colpi, tre quelli che hanno colpito l’uomo alla coscia e all’addome. E’ stato rapinato dell’incasso. I due aggressori sono poi scappati. Indaga la Polizia di Stato.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Spari contro il benzinaio, la vittima è grave all’ospedale di Legnano su Varese Settegiorni.

]]>
Street food in piazza Volta a Turate https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/street-food-in-piazza-volta-a-turate/ Sat, 21 Jul 2018 08:49:12 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6558 In piazza Volta arriva lo «Street fud»: dopo il successo degli scorsi anni, tornano a deliziare i palati dei turatesi le specialità gastronomiche tipiche dello «street food». Street food a Turate: il programma Gli stand stanno arricchendo il centro storico di Turate da ieri, venerdì, fino a domenica sera. Il festival, intitolato “Street fud” e […]

Continua la lettura di Street food in piazza Volta a Turate su Varese Settegiorni.

]]>
In piazza Volta arriva lo «Street fud»: dopo il successo degli scorsi anni, tornano a deliziare i palati dei turatesi le specialità gastronomiche tipiche dello «street food».

Street food a Turate: il programma

Gli stand stanno arricchendo il centro storico di Turate da ieri, venerdì, fino a domenica sera. Il festival, intitolato “Street fud” e promosso da «Tipico eventi» con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, sarà a ingresso gratuito e non mancherà il divertimento per adulti e bambini. L’evento, organizzato dallo staff di Aldo Rotunno, è caratterizzato da numerose specialità provenienti da tutto il mondo: spaghi della cucina romana, calamaro, pesce fritto, arrosticini abruzzesi, cucina venezuelana, ricette pugliesi, pollo fritto, hamburger di fassona piemontese, patanegra spagnolo, polpette di Rimini, gnocco fritto con salumi, piadine romagnole e crepes.

Continua la lettura di Street food in piazza Volta a Turate su Varese Settegiorni.

]]>
Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina https://varesesettegiorni.it/cronaca/spari-sei-anni-fa-trovato-cadavere-comasco-sepolto-cantina/ Sat, 21 Jul 2018 08:36:44 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6555 Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina. Trovato il cadavere di un comasco La Squadra Mobile di Como ha trovato il corpo di Antonio Deiana, di Villa Guardia. Era seppellito in una palazzina di via Della Pila a Cinisello Balsamo. Era scomparso nel 2012. Ora la Polizia di Stato ha fermato […]

Continua la lettura di Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina su Varese Settegiorni.

]]>
Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina.

Trovato il cadavere di un comasco

La Squadra Mobile di Como ha trovato il corpo di Antonio Deiana, di Villa Guardia. Era seppellito in una palazzina di via Della Pila a Cinisello Balsamo.

Era scomparso nel 2012. Ora la Polizia di Stato ha fermato a Milano l’uomo che lo aveva ammazzato e nascosto il cadavere. Si tratta di un uomo del 1971, residente a Cinisello Balsamo. E’ lui l’accusato di essere l’autore dell’omicidio di Deiana, scomparso il 20 luglio del 2012.  L’attività investigativa condotta dai poliziotti della Squadra Mobile di Como e Milano, nonchè del Commissariato Greco Turro è stata coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Monza.

Seguiranno aggiornamenti

Guarda la home page del Giornale di Como

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Sparì sei anni fa, trovato cadavere di un comasco sepolto in una cantina su Varese Settegiorni.

]]>
Interventi sul territorio provinciale dovuti a temporali e incidenti FOTO https://varesesettegiorni.it/cronaca/interventi-sul-territorio-provinciale-dovuti-a-temporali-e-incidenti-foto/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/interventi-sul-territorio-provinciale-dovuti-a-temporali-e-incidenti-foto/#respond Sat, 21 Jul 2018 08:36:30 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6547 Interventi sul territorio provinciale dovuti a temporali e incidenti: diverse le richieste di soccorso. Interventi sul territorio provinciale I vigili del fuoco della provincia di Varese nella nottata trascorsa sono intervenuti per diverse richieste di soccorso, una decina dovute ai temporali che hanno colpito il territorio. Le squadre hanno operato per diversi tagli di pianta […]

Continua la lettura di Interventi sul territorio provinciale dovuti a temporali e incidenti FOTO su Varese Settegiorni.

]]>
Interventi sul territorio provinciale dovuti a temporali e incidenti: diverse le richieste di soccorso.

Interventi sul territorio provinciale

I vigili del fuoco della provincia di Varese nella nottata trascorsa sono intervenuti per diverse richieste di soccorso, una decina dovute ai temporali che hanno colpito il territorio. Le squadre hanno operato per diversi tagli di pianta e allagamenti.

Albero caduto su auto

Nel comune di Varese, in via Frattini un grosso albero è rovinato al suolo lesionando un’autovettura in sosta. Gli operatori intervenuti con un’autopompa hanno rimosso la pianta e messo in sicurezza l’area.

Incidente stradale

Si è verificato anche un’incidente stradale sulla SS 336 nel comune di Cardano al Campo,  per cause in fase di accertamento due autovetture si sono scontrate. La superstrada è rimasta chiusa al traffico in un senso di marcia per circa due ore al fine di permettere le operazioni.

TORNA ALLA HOME PER TUTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Interventi sul territorio provinciale dovuti a temporali e incidenti FOTO su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/interventi-sul-territorio-provinciale-dovuti-a-temporali-e-incidenti-foto/feed/ 0
Tenta la rapina in posta a Rescaldina, cliente lo prende a calci https://varesesettegiorni.it/cronaca/tenta-rapina-in-posta-cliente-prende-a-calci/ Sat, 21 Jul 2018 08:28:31 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6544 Tentata rapina all’ufficio postale, malore per due impiegate. Armato di coltello ha cercato di fare rapina in posta E’ arrivato armato per fare una rapina in posta ma mai avrebbe pensato di essere messo ko da un cliente. E’ quanto successo all’ufficio postale di Rescaldina ieri mattina. L’uomo, entrato con in mano un coltello, si […]

Continua la lettura di Tenta la rapina in posta a Rescaldina, cliente lo prende a calci su Varese Settegiorni.

]]>
Tentata rapina all’ufficio postale, malore per due impiegate.

Armato di coltello ha cercato di fare rapina in posta

E’ arrivato armato per fare una rapina in posta ma mai avrebbe pensato di essere messo ko da un cliente. E’ quanto successo all’ufficio postale di Rescaldina ieri mattina. L’uomo, entrato con in mano un coltello, si è subito diretto verso gli sportelli. Qui ha minacciato l’impiegata chiedendo che gli fosse consegnato il denaro.

La reazione del cliente

Ed è in quel momento che un uomo che si trovava in fila è entrato in azione: il cliente ha infatti reagito ed è riuscito a buttarlo fuori colpendolo con calci. Il tizio si è allontanato facendo perdere le tracce.

L’allarme e malori per due impiegate

Sul posto sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Legnano ma anche un’ambulanza perchè due dipendenti si sono sentite male. Per loro nulla di grave ma solo un grosso spavento. Proseguono intanto le indagini dei militari per risalire all’autore della tentata rapina.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Tenta la rapina in posta a Rescaldina, cliente lo prende a calci su Varese Settegiorni.

]]>
Saronno, blitz di Telos per pubblicizzare il concerto https://varesesettegiorni.it/politica/saronno-blitz-telos-pubblicizzare-concerto/ Sat, 21 Jul 2018 08:05:49 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6541 Gli anarchici di Telos hanno affisso manifesti del concerto. Blitz di Telos nella notte Gli anarchici di Telos sono tornati a farsi sentire. E’ successo verso le 3 della scorsa notte dietro la stazione ferroviaria di Saronno. Attrezzati con colla e pennello gli attivisti hanno affisso sui muri e sulle vetrine dei negozi volantini per […]

Continua la lettura di Saronno, blitz di Telos per pubblicizzare il concerto su Varese Settegiorni.

]]>
Gli anarchici di Telos hanno affisso manifesti del concerto.

Blitz di Telos nella notte

Gli anarchici di Telos sono tornati a farsi sentire. E’ successo verso le 3 della scorsa notte dietro la stazione ferroviaria di Saronno. Attrezzati con colla e pennello gli attivisti hanno affisso sui muri e sulle vetrine dei negozi volantini per annunciare l’evento in programma per questa sera, un concerto anarchico del centro sociale Telos. A dare l’allarme e segnalare quanto accaduto sono stati alcuni residenti che li hanno visti dalla finestra e hanno avvisato le forze dell’ordine.

Forze dell’ordine in azione

Sul posto sono stati inviate le pattuglie dei carabinieri, ma al loro arrivo degli anarchici se n’erano andati facendo perdere le tracce. Il luogo dell’evento di questa notte non è ancora stato reso noto e non compare sui volantini. Tra i manifesti affissi ce ne sono anche alcuni solidali con gli immigrati e contro i fascisti. In quella zona nei giorni scorsi sono comparse nuove scritte realizzate con la vernice spray rossa.

Torna all’home page di Settegiorni per le altre notizie

Continua la lettura di Saronno, blitz di Telos per pubblicizzare il concerto su Varese Settegiorni.

]]>
Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno https://varesesettegiorni.it/attualita/seggiolini-anti-abbandono-auto-obbligatori-forse-autunno/ Sat, 21 Jul 2018 07:56:34 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6538 Seggiolini anti abbandono in auto: saranno obbligatori, forse già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Il sensore avviserà sul cellulare i genitori in caso di dimenticanza. Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno Il seggiolino munito di dispositivo anti abbandono diventerà obbligatorio, probabilmente già in autunno. […]

Continua la lettura di Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno su Varese Settegiorni.

]]>
Seggiolini anti abbandono in auto: saranno obbligatori, forse già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli. Il sensore avviserà sul cellulare i genitori in caso di dimenticanza.

Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno

Il seggiolino munito di dispositivo anti abbandono diventerà obbligatorio, probabilmente già in autunno. Lo ha confermato il ministro dei trasporti Danilo Toninelli durante un’intervista radiofonica su Radio 24.

Il sensore avvisa mamma e papà

Si tratta sostanzialmente di un sensore installato sul seggiolino che rileverà la presenza del bambino dopo la chiusura dell’auto e in quel caso avviserà mamma e papà con un messaggio di allarme sul cellulare. grazie ad un’app. Tra le prime e immettere sul mercato questo tipo di sedute per bambini c’è la Chicco che insieme alla Samsung lo scorso maggio ha messo in commercio un nuovo seggiolino con sensori integrati. Ma nell’ultimo periodo sono molte anche le case automobilistiche che si stanno adoperando in questo senso.

Detrazioni fino a 200 euro

“Penso che lo Stato interverrà anche con una detrazione fino a 200 euro” ha detto il ministro Toninelli annunciando quindi anche uno sgravio fiscale per le famiglie che dovranno adattarsi alla nuova normativa.

Continua la lettura di Seggiolini anti abbandono in auto saranno obbligatori, forse già in autunno su Varese Settegiorni.

]]>
Fermato per un controllo: in casa aveva droga, armi e bombe https://varesesettegiorni.it/cronaca/fermato-controllo-casa-droga-armi-bombe/ Sat, 21 Jul 2018 07:45:27 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6535 Bloccato a Nerviano, anche bombe nella casa di Parabiago. Fermato a Nerviano poi le bombe in casa Prima il controllo, poi la scoperta di droga, armi e bombe nella sua abitazione. Nei guai è finito un 31enne di Parabiago (ma anche il padre e lo zio). Tutto ha avuto inizio da quando il giovane è stato […]

Continua la lettura di Fermato per un controllo: in casa aveva droga, armi e bombe su Varese Settegiorni.

]]>
Bloccato a Nerviano, anche bombe nella casa di Parabiago.

Fermato a Nerviano poi le bombe in casa

Prima il controllo, poi la scoperta di droga, armi e bombe nella sua abitazione. Nei guai è finito un 31enne di Parabiago (ma anche il padre e lo zio). Tutto ha avuto inizio da quando il giovane è stato fermato, a bordo della sua auto, dai carabinieri di Nerviano. Nell’abitacolo aveva due palline di cocaina.

La perquisizione dell’abitazione

I militari hanno eseguito la perquisizione della casa, a Parabiago, del 31enne. Qui sono saltate fuori altre dosi di cocaina, hashish e marijuana ma anche un passamontagna, una pistola Beretta calibro 9×21 con 65 munizioni, un coltello lungo 35 centimetri, un machete. Ma non solo: anche tre ordigni (molto simili ai famosi botti di Capodanno ribattezzati “cipolle”) e la somma di 500 euro in contanti.

Lo zio e il papà

La pistola trovata in casa era intestata allo zio del giovane: si trattava di un 59enne. I carabinieri dovevano appurare se un’altra arma a lui intestava fosse con lui, ma l’uomo ha confessato che si trovava nelle mani del fratello (padre del giovane). I due sono stati denunciati rispettivamente per omessa custodia di armi da fuoco e per detenzione illecita di armi e munizioni. Il 31enne è stato arrestato per detenzione di armi da fuoco e ordigni esplosivi e detenzione di droga ai fini di spaccio.

Torna alla home page di Settegiorni per le altre notizie

 

Continua la lettura di Fermato per un controllo: in casa aveva droga, armi e bombe su Varese Settegiorni.

]]>
Mediolanum Forum, i Testimoni di Geova di Sarono alla convention https://varesesettegiorni.it/cronaca/mediolanum-forum-i-testimoni-di-geova-di-sarono-alla-convention/ Sat, 21 Jul 2018 07:38:16 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6529 Un doppio appuntamento per parlare di “coraggio”.   Mediolanum Forum,  in tanti da Saronno Sono presenti anche i Testimoni di Geova di Saronno alla convention in corso in questi giorni al Forum. Il prossimo appuntamento è dal 27 al 29 luglio: oltre 30.000 Testimoni di Geova invaderanno pacificamente il Mediolanum Forum di Assago per il […]

Continua la lettura di Mediolanum Forum, i Testimoni di Geova di Sarono alla convention su Varese Settegiorni.

]]>
Un doppio appuntamento per parlare di “coraggio”.

  Mediolanum Forum,  in tanti da Saronno

Sono presenti anche i Testimoni di Geova di Saronno alla convention in corso in questi giorni al Forum. Il prossimo appuntamento è dal 27 al 29 luglio: oltre 30.000 Testimoni di Geova invaderanno pacificamente il Mediolanum Forum di Assago per il loro consueto meeting estivo, quest’anno dal tema “Sii coraggioso!”. Per ciascun evento, la struttura accoglierà circa 15.000 delegati al giorno, provenienti dal Milanese e da tutte le province lombarde, nonché dalla provincia di Parma e dalla vicina Svizzera italiana. I Saronnesi con le loro famiglie partecipano all’evento ddi questo fine settimana. Il programma prevede discorsi, interviste, brevi video e un dramma audio. Contenuti multimediali metteranno in risalto cosa possiamo imparare sul coraggio dall’esempio di persone comuni e perfino dal mondo animale o dalla natura. L’ultimo giorno del congresso sarà presentato il film “Giona. Una storia sul coraggio e la misericordia”. Sabato mattina la cerimonia del battesimo.

Il rappresentante locale Deponti

Perché assistere al congresso? “Ingiustizie, malattie, depressione e tante altre difficili situazioni causano oggi nella gente forti timori e ansietà. Durante il congresso – fa sapere Luca Deponti rappresentante locale dei Testimoni di Geova – verranno indicati modi efficaci per affrontare con coraggio problemi attuali e futuri, evidenziando gli effetti positivi che si ottengono applicando i pratici consigli contenuti nella Bibbia”.
Nelle tre settimane che lo precedono, i Testimoni di Geova si sono impegnati in una speciale campagna per invitare altri ad assistere al loro raduno. Sono stati utilizzati espositori mobili davanti alla stazione, all’ospedale e nelle vie del centro.

Continua la lettura di Mediolanum Forum, i Testimoni di Geova di Sarono alla convention su Varese Settegiorni.

]]>
Il sanvittorese Marco Maggiore registra negli studi dei Beatles https://varesesettegiorni.it/cultura-e-turismo/sanvittorese-marco-maggiore-registra-studi-beatles/ Sat, 21 Jul 2018 07:30:02 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6526 Marco Maggiore sabato 21 luglio suonerà in centro a Nerviano. “Around Around” il nuovo singolo di Marco Maggiore Si chiama «Around around» ed è il nuovo singolo del noto batterista sanvittorese Marco Maggiore. Ma non si tratta di un brano qualsiasi: perchè questo pezzo, che rende il suo tributo alla musica anni ‘70, ‘80 e […]

Continua la lettura di Il sanvittorese Marco Maggiore registra negli studi dei Beatles su Varese Settegiorni.

]]>
Marco Maggiore sabato 21 luglio suonerà in centro a Nerviano.

“Around Around” il nuovo singolo di Marco Maggiore

Si chiama «Around around» ed è il nuovo singolo del noto batterista sanvittorese Marco Maggiore.
Ma non si tratta di un brano qualsiasi: perchè questo pezzo, che rende il suo tributo alla musica anni ‘70, ‘80 e ‘90 all’insegna di un messaggio di rinascita, Maggiore l’ha masterizzato ai mitici Abbey Road Studios di Londra (famosi per la copertina dell’album dei Beatles) nientemeno che da Miles Showell già all’opera per «1s» e «Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band-50th anniversary edition» dei Beatles, «Life for rent» di Dido, «Dummy» dei Portishead, «Ghost in the machine» dei Police, «Back to black» di Amy Winehouse e nell’intero catalogo rimasterizzao di Phil Collins e Pete Townshend.
Dopo l’album d’esordio «PassWords» uscito quattro anni fa e le collaborazioni preziose con Eumir Deodato e Micheal Manring, Maggiore è entusiasta del suo nuovo lavoro.

«Around around era in lavorazione da tempo – ci racconta Maggiore, che vive anche a Cerro -, ancor prima di alcuni eventi destabilizzanti che mi sono successi. E proprio da queste esperienze di vita ho preso spunto per completare il testo insieme a Massimo Zanusso. Intorno al mese di dicembre 2017 abbiamo raggiunto lo stadio finale del brano. Finito il mix è emersa l’opportunità degli Abbey Road e l’ho colta al volo».
Come sei arrivato il quel luogo così famoso per la storia della musica? «Una scelta artistica sicuramente – spiega Maggiore -, il pezzo con molto rock, punte di blues, funk e sulla ritmica avevo in mente molto Micheal Jackson. Ho voluto dargli un sound che fosse il colpo di coda per riprendersi da situazioni difficili e penso, musicalmente, di esserci riuscito.
Che cosa si prova a essere agli Abbey Road? «L’emozione è fortissima, quel luogo profuma di storia e un sacco di cose che sono state la mia formazione. Poi sai che ti devi concentrare sulle tue cose e mi sono messo subito all’opera».

E lavorare con Showell? «La particolarità del brano è che suona vecchio e moderno al tempo stesso, con lui c’è stata subito intesa. Quando ha visionato il materiale mi ha fatto subito i complimenti. E questo non è poco per un’artista. Avevo ascoltato quello che lui aveva fatto con i grandi della musica, sapevo come lavorava. E sapevo di essere in buone mani. C’è stata una grande stima reciproca. Sono contentissimo del risultato finale».
Molto forte il messaggio: «Qualsiasi cosa ti succeda intorno devi andare avanti. Never give up. Il messaggio ha bisogno di vettori efficaci e il mio è la musica».

E ora c’è da attendersi un altro album? «Non c’è qualcosa di seguito al momento, ci sono molte idee, alcune anche in stadio avanzato – annuncia il batterista -. Ora ho sentito l’esigenza di pubblicare il prima possibile questo pezzo, volevo farmi sentire. Non so dire le tempistiche ma sicuramente arriverà un album. E a breve pubblicherò una versione live di “Rising sun”».

In «Around around» Maggiore è alla voce, batteria e synths; Fabio Beltramini alla chitarra e tromba, al basso Andrea Fossella, Theresa Muteta Covini e Florence Muteta ai cori, musica by Marco Maggiore, testo di Maggiore & Zanusso.

La copertina è affidata al talento di Francois Casanova.

Concerto stasera a Nerviano

Sabato 21 luglio, Maggiore sarà in concerto a Nerviano: appuntamento alle 21, in Piazza Italia. La serata è quella hawaiana proposta dall’associazione “Facciamo Quadrato” che porterà nel centro cittadino musica, divertimento e musica. Ottima musica.

Continua la lettura di Il sanvittorese Marco Maggiore registra negli studi dei Beatles su Varese Settegiorni.

]]>
Notte di malori e paura in autostrada SIRENE DI NOTTE https://varesesettegiorni.it/cronaca/notte-malori-paura-autostrada-sirene-di-notte/ Sat, 21 Jul 2018 07:08:20 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6519 Molti malori, ferite e uomo in escandescenza. Soccorritori in azione per incidente Notte movimentata per i soccorsi che sono dovuti intervenire per ferite, malori e incidenti. Paura sull’autostrada: è quando accaduto sull’A9 Milano-Como nel tratto Saronno-Turate quando, intorno alle 22.30, si sono scontrate due auto. Fiato sospeso perchè tra i 5 feriti vi erano anche […]

Continua la lettura di Notte di malori e paura in autostrada SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Molti malori, ferite e uomo in escandescenza.

Soccorritori in azione per incidente

Notte movimentata per i soccorsi che sono dovuti intervenire per ferite, malori e incidenti.
Paura sull’autostrada: è quando accaduto sull’A9 Milano-Como nel tratto Saronno-Turate quando, intorno alle 22.30, si sono scontrate due auto. Fiato sospeso perchè tra i 5 feriti vi erano anche un 13enne e un 17enne, oltre a loro una ragazza di 21, e un uomo e una donna di 51 anni. Sul posto l’ambulanza del Sos Uboldo e della Croce Rossa Saronno, per fortuna nulla di grave: tutti al pronto soccorso di Saronno in codice verde.

Bimbo e uomo caduti

Intorno alle 22.40 ambulanza a Robecco sul Naviglio per un bimbo caduto a terra. E’ successo in un esercizio pubblico di Piazza 21 Luglio: in azione i soccorritori della Croce Bianca Magenta. Il piccolo, 5 anni, è stato portato in codice verde all’ospedale di Magenta.
Caduta in un esercizio pubblico anche a Rescaldina: erano circa le 21.30 quando una donna di 43 anni è scivolata a terra in via Pellico. In azione Sos Uboldo che l’ha portata, in codice giallo, all’ospedale di Legnano.

Molti malori

Malore a Garbagnate. Erano da poco passata la 1.40 di questa notte quando un 27enne ha accusato un lieve malore in un esercizio pubblico di via Padre Vismara. Sul posto l’ambulanza della Croce Rosa Garbagnate che l’ha accompagnato, in codice verde, all’ospedale.
Malore anche nell’area di servizio Villoresi lungo la A8: la Croce Rossa di Lainate, poco prima delle 2, ha soccorso un 37, portato poi all’ospedale Sacco di Milano in codice verde.
Non si è sentito bene anche un 36enne che si trovava a Rho: intorno alle 3, in via Lainate, è infatti stato necessario l’intervento di RhoSoccorso. L’uomo è stato portato all’ospedale di Rho in codice rosso.
Soccorritori all’opera anche a Saronno: erano quasi le 6, in via Roma, quando un malore ha colpito una ragazza di 26 anni subito soccorsa dalla Croce Rossa Saronno e portata in ospedale in codice verde.
A Castano Primo è stato male invece un 41enne: erano circa le 22 e si trovava in piazza Mazzini. E’ stato soccorso dalla Croce Azzurra di Buscate, per lui nula di grave e controlli al pronto soccorso.

Due feriti in ospedale

Lieve ferita invece per un uomo a Inveruno. Il tizio si trovava in Piazza San Martino poco prima delle 2, quando, per cause ancora da accertare con chiarezza, si è ferito a una mano. Chi era con lui ha allertato i soccorritori: è arrivata la Croce Azzurra Cuggiono. Per l’uomo non è stato necessario il trasporto in ospedale.
Uomo ferito, lievemente, anche a Legnano: Croce Rossa e Polizia sono intervenuti in piazza Butti (zona stazione): è stato portato in ospedale in codice verde.

Marito in escandescenza

Momenti di paura a Nerviano: erano circa le 21.15 quando un uomo di 41 anni ha dato in escandescenza nella sua abitazione di via Zara. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e l’ambulanza della Croce Rossa. Sono riusciti a calmarlo e trasportarlo, in codice verde, al pronto soccorso.

Continua la lettura di Notte di malori e paura in autostrada SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani https://varesesettegiorni.it/attualita/leva-civica-15-milioni-per-progetti-per-i-giovani/ https://varesesettegiorni.it/attualita/leva-civica-15-milioni-per-progetti-per-i-giovani/#respond Sat, 21 Jul 2018 07:01:01 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6505 Regione Lombardia ha approvato la graduatoria dei progetti presentati al 31 maggio 2018 e ammessi al finanziamento della “Leva Civica Volontaria Regionale” per un ammontare di quasi 1,5 milioni di euro (1.885,00). Un’iniziativa dell’assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità. Leva Civica, le 138 proposte destinate a 344 giovani Si tratta di […]

Continua la lettura di Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani su Varese Settegiorni.

]]>
Regione Lombardia ha approvato la graduatoria dei progetti presentati al 31 maggio 2018 e ammessi al finanziamento della “Leva Civica Volontaria Regionale” per un ammontare di quasi 1,5 milioni di euro (1.885,00). Un’iniziativa dell’assessorato alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.

Leva Civica, le 138 proposte destinate a 344 giovani

Si tratta di 138 proposte, vagliate da un apposito Nucleo di valutazione costituito il 20 giugno, che metteranno a disposizione di giovani, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, 344 posizioni per un’esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.

I territori e le ATS coinvolte

I progetti saranno affidati alla gestione dalle Aziende sanitarie territoriali (Ats) e sono così distribuiti sul territorio regionale: 24 a Bergamo (Ats) per 82 volontari (75 sedi), 24 a Brescia (Ats) e Ats Montagna per 56 disponibilità (46 sedi), 10 a Como Ats Insubria per 29 posti (24 sedi), 10 a Cremona Ats Val Padana per 26 volontari (11 sedi), 5 a Lecco Ats Monza e Brianza per 8 disponibilità (8 sedi), 4 a Lodi Ats Città Metropolitana per 12 posti (8 sedi), 6 a Mantova Ats Val Padana per 12 volontari (13 sedi), 22 a Milano Ats Città Metropolitana per 49 posti (32 sedi), 11 a Monza e Brianza (Ats) per 24 volontari (14 sedi), 6 a Pavia (Ats) per 14 disponibilità (14 sedi), 5 a Sondrio Ats Montagna per 12 volontari (8 sedi) e 11 a Varese Ats Insubria per 20 posti (19 sedi).

Investimento sul futuro

“Il passaggio dalla dichiarazione di intenti alla realizzazione di progetti di cittadinanza attiva – spiega l’assessore Silvia Piani – rappresenta un vero investimento della comunità rispetto al futuro, oltre che un’importante opportunità di cittadinanza attiva per le giovani generazioni che potranno svolgere 12 mesi al servizio della collettività nei settori dell’Assistenza, dello Sport e della Protezione Civile. Un modo proattivo di acquisire esperienze professionali e nel contempo di ricevere magari uno o più attestati di competenza rispetto alle attività svolte (l.r. 19/2007), utili ai fini del futuro inserimento nel mondo del lavoro”.

Al via le candidature

A partire da oggi, venerdì 20 luglio, sui siti internet dei soggetti promotori i candidati potranno scaricare il modello di domanda e inoltrare la propria candidatura che dovrà essere consegnata entro la metà di settembre per partecipare alla selezione che si concluderà entro il 24 settembre. Gli enti promotori a loro volta sono tenuti dare evidenza sul loro sito al progetto e a svolgere la selezione seguendo i principi di trasparenza, correttezza e imparzialità. Inserendo poi sul portale Gefo i codici fiscali dei selezionati.

Un ringraziamento speciale

“Rivolgo un ringraziamento – conclude Piani – a enti, associazioni, cooperative, comuni, unioni dei comuni, comunità montane, Anci Lombardia, fondazioni, organizzazioni, scuole e ai tanti altri soggetti che hanno saputo cogliere al volo questa opportunità mettendo a disposizione la loro progettualità e le loro sedi attuare questa prima iniziativa. Sarà mia premura e mio impegno, sostenuta dal Presidente Fontana e dai colleghi, renderla una modalità di esperienza e di servizio permanenti”.

Contributi e avvio del servizio sociale

Ai volontari di Leva civica verrà riconosciuta una indennità di 433,80 euro mensili per il periodo di svolgimento che va dal 1° ottobre 2019 al 1° ottobre 2019. E che in ogni caso non può superare i 12 mesi.

I link da consultare per le adesioni territoriali

Per i giovani i siti web e le mail degli Enti:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/Cittadini/Persone-casa-famiglia/Volontariato/leva-civica-volontaria-regionale/leva-civica-volontaria-regionale

per gli Enti i progetti approvati e gli adempimenti:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioRedazionale/servizi-e-informazioni/Enti-e-Operatori/terzo-settore/associazionismo-volontariato-e-servizio-civile/approvazione-graduatoria-leva-civica/approvazione-graduatoria-leva-civica

Continua la lettura di Leva Civica, 1,5 milioni per progetti per i giovani su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/attualita/leva-civica-15-milioni-per-progetti-per-i-giovani/feed/ 0
Saronno e Lazzate danno l’ultimo saluto al dottor Ollà https://varesesettegiorni.it/cronaca/saronno-e-lazzate-danno-lultimo-saluto-al-dottor-olla/ Sat, 21 Jul 2018 07:00:53 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6522 Questa mattina saranno celebrati i funerali del medico. Saronno e Lazzate in lutto Saranno celebrati questa mattina alle 11 nella chiesa Prepositurale di San Pietro e Paolo a Saronno i funerali del dottor Attilio Ollà, spirato giovedì a Lazzate circondato dall’affetto dei suoi cari. Il medico, momto conosciuto in città, si è spento dopo aver […]

Continua la lettura di Saronno e Lazzate danno l’ultimo saluto al dottor Ollà su Varese Settegiorni.

]]>
Questa mattina saranno celebrati i funerali del medico.

Saronno e Lazzate in lutto

Saranno celebrati questa mattina alle 11 nella chiesa Prepositurale di San Pietro e Paolo a Saronno i funerali del dottor Attilio Ollà, spirato giovedì a Lazzate circondato dall’affetto dei suoi cari. Il medico, momto conosciuto in città, si è spento dopo aver lottato a lungo contro la malattia, tuttavia ha lavorato fino a quando gli è stato possibile. La notizia della sua scomparsa si è subito diffusa in città dove era molto apprezzato e stimato, tanti i messaggi di cordoglio da parte dei suoi pazienti e molti anche i ringraziamenti per la grande professionalità e la disponibilità che ha sempre dimostrato nei confronti di chi aveva bisogno. La famiglia ha chiesto che invece dei fiori si facciamo donazioni all’Airc.

Continua la lettura di Saronno e Lazzate danno l’ultimo saluto al dottor Ollà su Varese Settegiorni.

]]>
Decise le tappe per la trasformazione di Trenord https://varesesettegiorni.it/attualita/decise-le-tappe-per-la-trasformazione-di-trenord/ https://varesesettegiorni.it/attualita/decise-le-tappe-per-la-trasformazione-di-trenord/#respond Sat, 21 Jul 2018 06:15:25 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6495 Ieri, 20 luglio, l’incontro con i sindacati per illustrare il piano messo in campo al fine di rilanciare Trenord. Al tavolo, a Palazzo Lombardia, hanno preso parte anche l’assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile Claudia Terzi, il presidente di Ferrovie Nord Milano Andrea Gibelli, il membro […]

Continua la lettura di Decise le tappe per la trasformazione di Trenord su Varese Settegiorni.

]]>
Ieri, 20 luglio, l’incontro con i sindacati per illustrare il piano messo in campo al fine di rilanciare Trenord. Al tavolo, a Palazzo Lombardia, hanno preso parte anche l’assessore regionale al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità Sostenibile Claudia Terzi, il presidente di Ferrovie Nord Milano Andrea Gibelli, il membro del Consiglio di Amministrazione Giuseppe Bonomi ed i rappresentanti delle sigle sindacali Cgil Cisl, Uil e O.R.S.A Ferrovie Lombardia.

Tavolo di confronto per la traformazione di Trenord

“In questo confronto interessante e proficuo su un progetto che è complesso – ha affermato il presidente Fontana – ho illustrato ai sindacati la mia idea di futuro del trasporto su ferro, al fine di soddisfare le migliaia di pendolari lombardi e favorire un serio miglioramento del servizio, oltre che valorizzare gli oltre 4.000 dipendenti”.

Sana concorrenza virtuosa

“La divisione con Trenitalia – ha aggiunto – dovrà portare ad una sana concorrenza virtuosa e attirerà nuovi investimenti, per avere sia linee piu’ efficienti che treni moderni, dal momento che Regione Lombardia detterà anche i parametri per l’età idonea della flotta”. “Il nuovo sistema delle reti – ha concluso Fontana – dovrà favorire la specializzazione e l’efficienza della singola impresa ferroviaria. Guardiamo al modello parigino della Rete Espressa Regionale e l’auspicio è di concretizzare l’operazione entro la fine dell’anno”.

Il cronoprogramma

Il presidente ha anche descritto ai sindacati i tempi per gestire il passaggio:
1) Entro il 30 di luglio, verrà sottoscritto un Accordo quadro per definire dettagliatamente le fasi del percorso che attiverà 3 gruppi di lavoro:
a) il primo dovrà definire il perimetro delle attività affidate alle due società
b) il secondo affronterà il percorso di natura giuridica
c) e il terzo detterà le condizioni dei futuri contratti di servizio

2) cambio immediato di governance di Trenord con decadenza di tutti i Patti parasociali e quindi con autonomia da parte del nuovo A.D. per costruire un nuovo management

3) Cambio dell’assetto della proprietà Trenord, totalmente controllata da FNM

4) Avvio della trattativa sindacale

5) Cessione parziale dell’attuale Contratto di Servizio a Trenitalia, previa definizione del perimetro di attività

6) immediata preinformativa alla UE per affidamento diretto ai soggetti con Contratti di Servizio della durata di anni 10 + 5

7) Elaborazione Contratti di Servizio.

Il presidente Fontana, al termine dell’incontro, ha precisato che il Tavolo al quale ha partecipato oggi non è un momento di lavoro isolato ma, al contrario, è l’inizio di un dialogo tra le parti. L’obiettivo è dare continuità a queste riunioni trasformandole in un organo di consultazione permanente.

Continua la lettura di Decise le tappe per la trasformazione di Trenord su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/attualita/decise-le-tappe-per-la-trasformazione-di-trenord/feed/ 0
Incidenti stradali nel Varesotto SIRENE DI NOTTE https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidenti-stradali-nel-varesotto-sirene-di-notte/ https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidenti-stradali-nel-varesotto-sirene-di-notte/#respond Sat, 21 Jul 2018 06:13:26 +0000 https://varesesettegiorni.it/?p=6516 Incidenti stradali nel Varesotto: notte abbastanza movimentata per gli operatori del 118. Incidenti stradali Diversi gli interventi notturni da parte degli operatori del 118 per incidenti stradali. Dieci minuti dopo le 2.00 soccorso un uomo di 35 anni dopo che due auto si sono scontarte in via Giuseppe Verdi a Cocquio Trevisago. Il 35enne è […]

Continua la lettura di Incidenti stradali nel Varesotto SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
Incidenti stradali nel Varesotto: notte abbastanza movimentata per gli operatori del 118.

Incidenti stradali

Diversi gli interventi notturni da parte degli operatori del 118 per incidenti stradali.
Dieci minuti dopo le 2.00 soccorso un uomo di 35 anni dopo che due auto si sono scontarte in via Giuseppe Verdi a Cocquio Trevisago. Il 35enne è stato trasportato in codice giallo al Circolo di Varese. Per lui condizioni serie ma non critiche. La compagnia dei Carabinieri di Varese si è occupata di effettuare i rilievi di legge.

Auto ribaltata

Poco dopo l’1 di notte intervento degli operatori del 118 lungo la SS336 A4 in corrispondenza dell’uscita di Casorate. Soccorsa una ragazza di 19 anni che si è ribaltata con l’auto. Sul posto una volante della Polizia, un mezzo dei Vigli del Fuoco e un’ambulanza della Croce Rossa. Dopo i primi accertamenti, la 19enne è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Gallarate. Le sue condizioni non destano preoccupazioni.

Scontro tra due auto

Si è temuto il peggio,invece nella serata di ieri per 2 persone rimasti feriti in un incidente stradale che ha visto coinvolte due autovetture. E’ successo poco prima della mezzanotte sempre sulla SS336 nel tratto Cardano zona Indipendenza e Cardano Ferno. Sul posto, in codice rosso un’ambulanze e un mezzo di soccorso avanzato. Coinvolte una donna di 45 anni e una bambina di 9 anni che, dopo gli accertamenti sul posto non hanno necessitato del trasporto ospedaliero.

Incidente a Somma Lombardo

Intorno alla mezzanotte e mezza soccorsa una giovane di 30 anni a seguito di un incidente stradale avvenuto in via Giacomo Puccini a Somma Lombardo. Fortunatamente nulla di preoccupante, la 30enne è stata trasportata all’ospedale di Gallarate in codice verde. Sul luogo dell’incidente la compagnia dei Carabinieri di Gallarate per effettuare i rilievi di legge.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Continua la lettura di Incidenti stradali nel Varesotto SIRENE DI NOTTE su Varese Settegiorni.

]]>
https://varesesettegiorni.it/cronaca/incidenti-stradali-nel-varesotto-sirene-di-notte/feed/ 0