Domenica in villa Truffini assemblea degli iscritti al Partito Democratico per discutere insieme il futuro del partito in vista del congresso nazionale.

Congresso nazionale Pd, che futuro per il partito?

Urne aperte il 3 marzo per le primarie del Partito Democratico che andranno a indicare chi, tra Nicola Zingaretti, Maurizio Martina, Francesco Boccia, Dario Corallo, Maria Saladino sarà chiamato a guidare, e risollevare, il partito crollato ai minimi nelle ultime elezioni. Prima del voto però i circoli cittadini sono chiamati a svolgere le convenzioni per la votazione delle mozioni collegate alle candidature a Segretario Nazionale.

Appuntamento in Truffini

I Circoli di Tradate e di Lonate, uniti in via del tutto eccezionale per lo svolgimento della convenzione, hanno quindi convocato l’assemblea degli iscritti per domenica mattina, alle 9.30 in villa Truffini. Durante l’assemblea verranno presentate le mozioni dei singoli candidati alla Segreteria nazionale e al termine della riunione, fino alle 12, ci saranno le votazioni riservare ai soli iscritti. “L’Assemblea – fa sapere il segretario del Pd Tradate Jessica Vedovato – è aperta al pubblico e sarà una prima ed importante occasione di confronto per tutti gli iscritti ed i simpatizzanti: verranno analizzate e discusse le mozioni e si potrà finalmente discutere del futuro del Partito”.

Leggi anche:  Elezioni Castano, Griffanti abbandona la coalizione di centrodestra

La manovra di Bilancio

Non solo, perchè l’appuntamento di domenica sarà occasione anche per parlare della recente manovra di Bilancio approvata dal governo Lega-Movimento 5 Stelle. “Le Segreterie di Tradate e Lonate hanno infatti deciso di aderire alla mobilitazione nazionale ‘In mille piazze’ contro la manovra gialloverde. “E’ necessario tornare a confrontarsi con i cittadini – ricorda Vedovato –  scendere in campo e cercare di spiegare gli effetti pratici della manovra finanziaria ed il contenuto devastante di queste norme”.

LEGGI ANCHE: Nuovo segretario per il Pd Tradate

Elezioni comunali Tradate, il Pd apre la campagna in attacco