Il consigliere regionale del Carroccio membro della Commissione Attività Produttive promette attenzione e impegno al fianco dei lavoratori minacciati dalla crisi Superdì e IperDì.

Crisi SuperDì e IperDì, istituzioni in campo

“Seguiremo con attenzione la vicenda che vede coinvolti i lavoratori dei supermercati del Gruppo SuperDì e IperDì, che sul territorio della provincia di Varese contano quattro punti vendita. L’impegno delle istituzioni deve andare nella direzione di ricercare soggetti privati che possano salvare la catena, e quindi i dipendenti, dalla definitiva chiusura”. A parlare è il consigliere regionale Marco Colombo, dopo l’audizione delle sigle sindacali e della delegazione dei lavoratori, durante la seduta della Commissione Attività Produttive.

“Impoverimento del territorio”

“La chiusura di attività commerciali storiche rappresenta un impoverimento per il territorio, oltre al dramma della perdita dei posti di lavoro – prosegue Colombo – come esponenti della Lega, da sempre vicini alle persone comuni, che lavorano tra mille difficoltà, siamo vicini ai lavoratori. Terremo monitorata la situazione, dando tutto il supporto possibile attraverso i nostri ruoli istituzionali. Io come Consigliere regionale e i nostri Sindaci, che amministrano i comuni dove sorgono i punti vendita e che quindi vengono toccati direttamente sul loro territorio da questa crisi”. Presente in aula anche Gian Luigi Cartabia, sindaco di Cislago. “Il supermercato che abbiamo a Cislago è di fatto un punto vendita di dimensioni ridotte – spiega  – di conseguenza ha sempre rivestito il ruolo di negozio di vicinato. E per gli anziani rappresenta un servizio utile e fondamentale. La sua chiusura rappresenterebbe un grave danno per il nostro tessuto sociale”.