Discarica Cerro Maggiore, interviene il vicesindaco Antonio Foderaro (Forza Italia).

Discarica Cerro Maggiore, Foderaro: “Stop critiche”

Prende la parola anche il vicesindaco nonchè assessore ai Lavori pubblici, Ambiente e Territorio Antonio Foderaro (esponente di Forza Italia). La vicenda è quella della possibile riapertura dell’ex discarica di Cerro sulla quale il sindaco Nuccia Berra ha ribadito la sua contrarietà e appello alla mobilitazione di tutto il territorio.

“Sto leggendo molte polemiche sulla questione – esordisce Foderaro -, da assessore al Territorio ed esponente di Forza Italia non condivido questo modo di agire. Le critiche ci possono stare ma devono essere accompagnate da proposte. Chi non conosce i fatti come può dare giudizi? Non abbiamo imparato nulla dagli anni ’90. In quegli anni c’erano due comitati, tanti partiti politici che dicevano ‘Ho ragione io…l’avevo detto…se si faceva così..’ ma i rifiuti arrivavano. Quando iniziammo a essere uniti la nostra voce si fece più chiara e arrivò fino ai piani alti del grattacielo. Oggi ognuno dovrebbe fare la sua parte, con uno scopo comune: il recupero ambientale“.

Il ruolo del Comune e il suo progetto

“Nel mio ruolo di assessore – continua Foderaro – sto supportando il sindaco e coordinando gli uffici, esaminando con loro le pratiche. Ma ho deciso di non fermarmi lì. Come Forza Italia ho già sentito il consigliere metropolitano Vito Bellomo per organizzare un incontro con il dirigente di Città Metropolitana che segue la vicenda. Questo è un passo concreto e mi auguro che non rimanga isolato. La politica deve agire nei modi e nelle sedi opportune. Non voglio assolutamente speculare sulla vicenda ma pensare di ridurre il riempimento con rifiuti di una discarica a un mero problema di traffico significa non aver capito la questione. Chi oggi dice che arriveranno tanti camion, che ci sarà inquinamento, traffico, vorrebbe per caso lasciare un buco che potrà essere riempito nel futuro chissà con quali materiali? E’ da tempo – spiega il vicesindaco – che questa Amministrazione sta pensando a un progetto realizzabile, economicamente sostenibile e ambientalmente congruo. E lo stiamo facendo condividendo le nostre idee con altre amministrazioni con orientamenti politici diversi dai nostri, perchè non possiamo avere paura del confronto quando dobbiamo risolvere un problema”.