Impianti sportivi, via Primo Maggio e cultura: interviene la lista di opposizione “Centrodestra Morlacchi sindaco” dopo l’ultimo Consiglio comunale.

Impianti sportivi, via Primo Maggio e cultura

Prende posizione anche la lista di minoranza “Centrodestra Morlacchi sindaco” che, nel Consiglio comunale di San Vittore Olona, è rappresentata dal capogruppo Roberto Morlacchi e da Maura Alessia Pera.
“Abbiamo chiesto chiarimenti circa il contratto di Partenariato Pubblico Privato, ( quello relativo
ai campi sportivi) , alcune informazioni ci sono state date circa l’inizio presunto dei lavori ( 45
giorni dal 13 novembre 2019) , la loro durata ( 4-5 mesi per il campo Malerba) ma il punto fondamentale, ossia la praticabilità parziale dei campi sportivi in concomitanza dell’esecuzione dei lavori non è ancora stata sciolta. Vista la rilevanza della questione, il grande impatto della chiusura degli impianti sull’attività sportiva praticata da associazioni, atleti, amatori, i disagi per atleti, genitori ed accompagnatori di atleti minorenni che devono più volte alla settimana recarsi altrove per la pratica sportiva, abbiamo chiesto all’amministrazione la disponibilità ad organizzare una serata pubblica sul tema, al fine di mostrare il progetto alla cittadinanza , ed affrontare nel
contraddittorio dell’ATI la tempistica dei lavori, e le problematiche inerenti la gestione e
l’espletamento del servizio. Sull’opportunità di un serata dedicata al tema abbiamo raccolto il
consenso dell’Assessore alla partita Pessina”.

I problemi di via Primo Maggio

“Circa poi la via 1° maggio, l’Amministrazione Comunale , riconoscendo la fondatezza della
nostra interrogazione, ha convenuto sulla pericolosità della situazione viabilistica , dichiarando
che presumibilmente interverrà in primavera – afferma la lista -. Prendiamo atto , ma siamo sinceramente preoccupati , augurandoci che nel frattempo non accada nulla di grave a qualche ignaro malcapitato. Il manto stradale della via 1° maggio , carreggiata lato destro in direzione statale del Sempione, presenta profonde buche, le transenne poste a segnalazione e limitazione del tratto pericoloso rappresentano anch’esse un pericolo come attestano le fotografie a nostre mani , e la segnaletica compresa quella luminosa, non è adeguata”.

Leggi anche:  "Moda & scatti d'autore", i nonni diventano "fotomodelli" FOTO

Cultura

“All’esito dell’interpellanza per il funzionamento della biblioteca dal 5 al 31 agosto, abbiamo
condiviso l’importanza di ampliare il servizio bibliotecario, ma non siamo soddisfatti del metodo
con cui questo servizio si è svolto – fa sapere la lista di opposizione -. Oltre ad essere stato privo di progetti mirati di promozione alla lettura e alla cultura, è stato un servizio assolutamente carente in capacità strategica sia dal punto di vista culturale, comunicativo e di coinvolgimento degli utenti. Peccato non aver partecipato ad un B’ando Città che Legge’, dedicato proprio ai comuni qualificati come il nostro,  al fine di reperire fondi atti a potenziare e attivare servizi culturali. Peccato che la cultura, nell’ultimo periodo sia fatta di spese fine a se stesse senza la ben che minima linea di
progettualità. Ad esempio alcune scelte di spesa dell’amministrazione ci lasciano perplessi, tipo:
1650 euro per il trenino turistico della fiera (bello ma a parer nostro, costoso); 1000 euro per lo
spettacolo di magia (bello ma a parer nostro, un costo fuori mercato); 3158 euro per due serate
danzanti e un concerto in Villa Adele (bello ma troppo costoso) ma quello che maggiormente ci
salta all’occhio, proprio per tutte le problematiche che stanno affrontando le associazioni sportive
sanvittoresi nell’ultimo periodo, sono i 1500 euro di sponsorizzazione alla Coppa Bernocchi di
Legnano. Infine notiamo l’assoluta mancanza di progetti riguardanti la cultura della prevenzione
oncologica e la cultura del rispetto inerenti alla Giornata contro la Violenza sulle Donne.Per
quanto riguarda la prevenzione oncologica diamo merito ai medici del territorio che come ogni
anno prestano gratuitamente la loro attività per sensibilizzare la cittadinanza, ma se il loro lavoro
non viene supportato da progetti dell’amministrazione volti ai sanvittoresi (screening gratuiti,
visite mediche, materiale informativo) purtroppo rimane una serata fine a se stessa”.

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE