Insieme per Castano ha presentato in sala consiliare di Villa Rusconi ieri sera, venerdì 10 maggio 2019, la sua squadra e il suo programma.

Insieme per Castano: quanto fatto in 5 anni

E’ iniziata con un video di quanto fatto in 5 anni dall’Amministrazione guidata da Giuseppe Pignatiello la serata di presentazione della squadra che punta alla riconferma del candidato sindaco. Parco Sciaredo, campo sportivo, riqualificazione dell’asilo nido, la creazione di una materna statale, sala polifunzionale e sistemazione palestra nelle scuole di via Giolitti, casette dell’acqua, laboratori, nuove aule e palestra in via Acerbi, un sistema di videosorveglianza, wi-fi gratuito in piazza, il Parco delle Favole e della Musica in Villa Rusocni, ex caserma, la Casa dei Castanesi, la ghiacciaia, spazio alla cltura, riqualificazione urbana e un risparmio 150mila euro dai tagli degli stipendi della Giunta. Questi i passi elencati dal gruppo Insieme per Castano e dal candidato sindaco Pignatiello che, emozionato, ha ricordato come il lavoro svolto e quello che si svolgerà sarà fatto “grazie all’impegno di tutta la quadra”.

Una pagina bianca per le idee dei castanesi

“Abbiamo lasciato una pagina bianca – spiega Pignatiello – per immaginare il futuro con le sensibilità di tutti”. Il gruppo ha infatti invitato i cittadini che avessero voglia, a segnalare le loro idee e i loro sogni per Castano. Nel programma elettorale della lista è presente proprio una pagina bianca che sta a indicare, come spiegato da loro, il saper rispondere alle richieste e alle esigenze della cittadinanza.

I candidati consiglieri e il programma

A spiegare ai cittadini presenti il programma del gruppo sono stati i candidati consiglieri. A iniziare e a rompere il ghiaccio sono stati Sabrina Gaiera e Davide Viola, che hanno puntato l’attenzione sul lavoro. “Piano anticrisi, fondi di sostegno, ma anche opportunità formative, agevolazioni e incentivi per le attività che assumono i castanesi e per le aziende che volgiono ampliarsi” le parole chiave del punto. Poi è toccato a Maria Gabriella Baggini e Silvia Valsecchi. A loro il compito di parlare di disabilità. Le due candidate consigliere hanno parlato di “agevolazioni per famiglie fragli, disabili e abbattimento di barriere architettoniche e sociali. Non solo con spazi di aggregazione, ma anche gornate di sensibilizzazione e informazione realizzate anche con associazioni sportive”. Le opere pubbliche sono state spiegate da Carola Bonalli e Ilaria Crespi. Idea centrale è quella non solo di finire i cantieri aperti, ma anche creare una nuova mensa in via Acerbi e investire 970mila euro per quella di via Giolitti. Marco Zanatta e Marco Famà hanno poi parlato di serenità fiscale, come la riduzione delle tasse comunali in busta paga.

Leggi anche:  Elezioni a Limido, riconfermato Caironi

Cultura, sport, sicurezza, zona Nord e turismo

Luca Fusetti ed Elisa De Bernardi si sono concentrati su cultura e turismo. L’idea del gruppo è quella di creare “un polo culturale con una nuova biblioteca, complesso museale, laboratori, sale espositive e multimediali”, ma anche “maggior accesso ai contribui per le famiglie per garantire la pratica sportiva. L’obiettivo è unire poi le associazioni sportive, creando un calendario delle iniziative condiviso”. La sicurezza è stata spiegata da Andrea Osellame e Giovanni Griffanti: “Installazione delle telecamere a riconoscimento facciale, ampliamento videosorveglianza e protocollo d’intesa con le forze dell’ordine. Ma anche un’assicurazione comunale per i cittadini vittime di furto e rapine in abitazione”. Costantino Canziani e Isa Lodi hanno posto l’attenzione sulla zona Nord: “Nuova viabilità e studio di un sovrappasso ciclo pedonale con accesso tramite ascensori per anziani e disabili. Inoltre, trasformare piazza San Zenone in una vera e propria piazza con un presidio di Polizia locale, servizio socio sanitario e un mercato settimanale”. Ultimi due candidati consiglieri a esporre il punto sul turismo sono stati Alessandro Landini e Cristina Vismara: “Intervenire sulle ciclabili, utilizzare le nuove tecnologie (come i totem in città), far pensare Castano come il giardino dell’area metropolitana. Anche con la riqualificazione delle sponde del Villoresi sul sogno dei Navigli di Milano con illuminazione notturna, luoghi di incontro e servizi come il bike sharing”.

LEGGI ANCHE: Elezioni, Pignatiello candidato di Insieme per Castano