Nella mattinata di oggi, lunedì 5 agosto, il vicepremier Salvini è stato in visita a Nerviano, alla fiera di San Fermo, dove si è prestato a fare foto e scambiare due chiacchiere con i numerosi cittadini accorsi.

LEGGI ANCHE:

Salvini sul “caso Legnano”: “Conosco il sindaco Fratus come persona specchiata e onesta” VIDEO

Salvini a Nerviano: bagno di folla FOTO e VIDEO

Salvini in visita alla fiera di San Fermo: Nerviano in Comune “Non c’è stato confronto”

Nerviano in Comune ha rilasciato un comunicato riguardante la visita di questa mattina del ministro Matteo Salvini a Nerviano. La domanda principale su cui l’opposizione si è concentrata è stata “Perché il sindaco non ha informato il Consiglio Comunale di questa visita?”…

“Ironia della sorte anche ques’anno il Sindaco di Nerviano ha vinto il vincisalvini riservandoci la personale visita del Ministro alla fiera di San Fermo! Poiché la forma è anche sostanza, ci chiediamo come mai anche per questa occasione, il Sindaco non abbia informato con una comunicazione ufficiale il Consiglio Comunale di questa visita e non sia stato previsto un confronto tra il Ministro e il Consiglio Comunale! Ci risponderanno che per i troppi impegni del Ministro non è stato possibile, che la conferma della presenza è arrivata all’ultimo momento o che magari questa era solo una visita di cortesia … resta il fatto che il confronto non è stato considerato! Ma allora i casi sono due o Salvini viene a Nerviano in forma privata e saluta i sui fedelissimi in spazi privati, ma se visita il Comune nella sua veste di Ministro si condividono le motivazioni e si prevedono anche oppotuni spazi di confronto con tutta l’Istituzione Nervianese! Anche il Ministro alla pubblica istruzione è venuto per la l’inaugurazione della Scuola Elementare ma era un momento ufficiale! La fiera di San Fermo NON è una festa crociata ma la festa dell’intera comunità! Per la propaganda esistono le feste di partito…non le feste di tutti i Nervianesi e Lei che è il Sindaco di Tutti dovrebbe esserne garante, perché queste non sono relazioni istituzionali! La popolarità fa gola e tra un pesce fritto e l’altro i cittadini non devono pagare la campagna elettorale di un partito, quella del Ministro e quella del Sindaco ! Oggi gli interessi dei Nervianesi sono passati purtroppo in secondo piano perché al primo posto c’era solo ed unicamente la PROPAGANDA!”