Strade e rifiuti, l’Amministrazione comunale si rivolge ai cittadini: “Stiamo lavorando”.

Strade e rifiuti, la giunta fa il punto della situazione

“Qualcuno potrebbe pensare che siamo nell’immobilismo: vogliamo spiegare che è esattamente il contrario. Abbiamo dovuto affrontare delle emergenze, stiamo lavorando”. Così il sindaco Daniela Rossi e l’assessore ai Lavori pubblici Andrea Pessina (foto in apertura) precisano quanto stanno facendo per il decoro del paese. “Ci sono state segnalazioni pressanti di alcuni cittadini riguardo ad alcuni disservizi – afferma Rossi – sopratutto legati a rifiuti e pericolosità di una strada, la via Primo Maggio. Siamo al governo del paese da due mesi, qualcuno potrebbe pensare che siamo statici quando in realtà non è per nulla così”.

Gli appalti dei servizi

“In questi primi 70 e poco più giorni dal nostro insediamento siamo stati molto presi dal dover affrontare emergenze non previste – spiega Pessina -. La prima sorpresa, per nulla gradevole, che ci siamo trovati è stato scoprire che gli appalti per la disinfestazione, derattizzazione e manutenzione ordinaria delle strade erano scaduti il 31 dicembre 2018: e questo ha creato subito delle complicazioni non da poco avendo dovuto noi trovare nuovi fornitori. Ora la manutenzione ordinaria è ripresa, e si vede: i ritardi che ci sono stati non sono imputabili a noi, non è una giustificazione ma un dato di fatto. Intanto ci stiamo organizzando per i nuovi appalti ma, ovviamente, questo richiede il tempo necessario. Altri problemi sono nati da lavori che non dipendono dal Comune, quali quelli per la posa della fibra ottica e del metano, che sono appalto regionale”.

La via Primo Maggio

“In questa strada – prosegue l’assessore – la manutenzione è critica, non serve intervenire con una piccola manutenzione bensì con 50mila euro di spesa. L’appalto per il rifacimento strade, per la somma di 700mila euro stanziati dall’ex Amministrazione comunale, inizierà a ottobre. Via Primo Maggio avrà la priorità, se vi saranno i presupposti vedremo di stralciarla dal piano per intervenire ancora prima”.

I controlli nei cantieri, taglio erba, spazzamento strade e rifiuti

Pessina prosegue: “Non è soddisfacente perchè, a maggio, le piogge hanno causato ritardo nell’inizio dei lavori e l’erba ha raggiunto un’altezza non indifferente. Degrado porta degrado e sono arrivati anche rifiuti abbandonati. Dopo molto lavoro fatto, abbiamo effettuato uno sfalciamento adeguato. Siamo intervenuti energicamente sulla ditta: la situazione rientrerà presto nei binari della normalità, nostra intenzione era ovviamente quella di averlo potuto fare prima. Quanto si vede oggi in paese non è ancora soddisfacente: ma questo non è per mancanza di nostra progettazione. I frutti della nostra programmazione si vedranno nel primo semestre del 2020”.
“Sul fronte asfaltature – prosegue Pessina -stiamo facendo controlli molto precisi nei cantieri, puntiamo molto sulla qualità affinchè i risultati siano il più duraturi possibili. Finora si è lavorato in emergenza. Ogni giorno svolgo sopralluoghi nei cantieri, un membro della nostra lista ha girato tutto il paese fotografando e raccogliendo segnalazioni di come è il paese e di cosa serve: vogliamo fare il meglio e partire al più presto dopo i ritardi accumulati non per causa nostra”.

Leggi anche:  Niente presepe in piazza, la polemica di Roberto Morlacchi

Gli “strani” abbandoni di rifiuti e vandalismi

“In paese sta accadendo qualcosa che non si vedeva da 10 anni – fa sapere Pessina -: nei giardini di via Roma (foto qui sopra) è aumentato l’aumento di rifiuti, sono poi spariti i cestini così come in piazza Mercato. Vogliamo andare a fondo e capire il perchè di questi fatti. Abbiamo convocato d’urgenza la ditta che si occupa del servizio, chiedendo anche più cura per le zone periferiche. Il mese di agosto deve essere risolutivo e questo all’azienda lo abbiamo detto. La cosa importante è che i cittadini sappiano che siamo al lavoro anche se i risultati non possono essere immediati”.

Il ruolo del cittadino

“E’ positivo – concludono Rossi e Pessina – che arrivino segnalazioni da parte dei sanvittoresi. Da parte nostra vogliamo infatti promuovere l’ascolto e il dialogo, ossia la ‘cittadinanza attiva’ che è uno dei punti per i quali è nata la nostra lista. Chiediamo quindi ai concittadini di proseguire nel fare segnalazioni che siano il più precise possibili così che l’Amministrazione comunale può intervenire con maggior incisività”.

TORNA ALL’HOMEPAGE DI SETTEGIORNI.IT PER LE ALTRE NOTIZIE