Compleanno a Malnate con tanto di torta in consiglio per denunciare l’assenza da tre anni del bibliotecario comunale.

Compleanno a Malnate, torta in consiglio

Una torta di compleanno, gentilmente preparata e offerta da un cittadino, per “festeggiare” i tre anni senza un bibliotecario comunale. La dolce provocazione della Lega è andata in scena al termine dell’ultimo consiglio comunale. “Malnate è il centro del Sistema Bibliotecario Valle dei Mulini, è un comune di 17mila abitanti e nonostante i numerosi solleciti, mozioni, interrogazioni presentate dai consiglieri Lega ci troviamo da tre anni senza la fondamentale figura del bibliotecario comunale”, spiegano i consiglieri in un comunicato.

“Sminuita la cultura”

Tre anni fa, infatti, il bibliotecario comunale è andato in pensione e da allora non lo si è sostituito. “C’è solo un funzionario che, da solo – continuano – in una biblioteca Centro-Sistema, sta cercando di svolgere la pluri-mansione di bibliotecario-assistente-archiviatore-assistente all’utenza. Gli unici suoi aiuti sono una persona, il cui tempo però è a metà con l’ufficio cultura il cui contratto scadrà a novembre e non sarà rinnovato, un ragazzo del servizio civile il cui contratto scadrà a gennaio e un volontario. Ciò significa sminuire la cultura, il lavoro e il valore della biblioteca per i cittadini malnatesi e non, ma soprattutto non investire sulla crescita e sulla stabilità comunale, culturale e personale”.

Leggi anche:  Adeguamento prevenzione incendi, intervento da 150mila euro

La replica del sindaco

Un problema sentito anche dalla maggioranza, come fatto capire anche dall’assessore Carola Botta che, subito prima di spegnere le candeline insieme ai consiglieri della Lega, si è augurata non si arrivi a “festeggiare” il quarto compleanno. Tuttavia il sindaco Irene Bellifemine tiene a fare alcune precisazioni: “Negli anni passati, con l’Amministrazione Astuti,  abbiamo fatto diversi bandi di mobilità che purtroppo pur non andando deserti non sono andati a buon fine. Recentemente ne abbiamo emesso un altro, per cercare qualcuno già formato al lavoro di bibliotecario, una figura molto ricercata e, per questo, anche difficile da trovare. Se andrà a vuoto, procederemo al concorso. La legge non ci consente un’ulteriore proroga del contratto della dipendente già giunto al terzo rinnovo, nè la stabilizzazione. Non accetto quindi che si dica, come fanno i consiglieri, che trascuriamo la cultura e la biblioteca. Anche perchè la situazione della biblioteca deriva da una scelta poco oculata e lungimirante dell’Amministrazione Damiani che decise di trasferirla nell’attuale sede, inadeguata, a cui porremo rimedio con la realizzazione del Polo Civico all’ex Alberio”.

LEGGI ANCHE: Nuova ciclopedonale Malnate, mozione Lega: “E’ pericolosa” VIDEO