Tradate si avvicina all’80% di rifiuti differenziati.

Raccolta differenziata, si torna a crescere

Dal 71,5% al 78,51% in un anno. Grande risultato nella raccolta differenziata quello registrato dalla Seprio Servizi, che si occupa del servizio a Tradate. Risultato che è stato presentato dall’assessore all’Ecologia Vito Pipolo nel corso dell’ultimo consiglio comunale, con all’ordine del giorno il nuovo regolamento di raccolta rifiuti e funzionamento della piattaforma ecologica. “L’obbiettivo raggiunto è frutto del lavoro di squadra – ha commentato – tra Comune, Polizia e Seprio. Siamo partiti da un dato positivo ottenuto dall’assessore Alice Bernardoni che mi ha preceduto. Quel 71,5% era però fermo al palo, noi ci siamo rimessi sulla strada delle eccellenze varesine come Cassano Magnago che superano l’80%”.

Si differenzia anche a scuola e in ospedale

A giocare ruolo importante nell’impennata della raccolta differenziata, l’esser riusciti a portarla nelle “zone franche” come scuole e ospedale. “Qui si buttava tutto insieme, e parliamo di luoghi frequentati da migliaia di persone e dove vengono prodotte tonnellate di rifiuti ogni anno – spiega Pipolo – Partendo poi dalle nuove generazioni, inizieremo una campagna di sensibilizzazione ecologica. C’è un progetto stilato insieme a Legambiente che sarà proposto alle medie.

Tolleranza zero per gli incivili

Oltre agli accordi con le strutture e alla sensibilizzazione, non sono mancate le multe e la caccia ai “furbetti del cestino”. Un lavoro certosino quello effettuato in quest’anno, con apertura dei sacchi abbandonati e ricerca di indizi che permettessero di risalire alla loro fonte. E anche se la maggior parte dei colpevoli di abbandono dei rifiuti si sono rivelati essere non tradatesi, i controlli sembrano aver disincentivato possibili trasgressori. Lavoro di ricerca non solo sui sacchetti ma sulle discariche abusive (qui quella ritrovata dietro l’asilo delle Ceppine e ripulita due volte  e qui quella ai margini della zona industriale). “E’ stata eseguita una brillante indagine dalla nostra Polizia locale – ricorda Pipolo – per risalire al responsabile di una discarica abusiva di pezzi di carrozzeria nel Parco Pineta. Indagine che ha portato alla denuncia per abbandono di rifiuti speciali a un carrozziere comasco”.

Leggi anche:  Diesel Euro 3, deroga per le società sportive

Collaborazione coi cittadini

Il lavoro d’indagine però parte spesso da una segnalazione. “La collaborazione coi cittadini è fondamentale – spiega l’assessore – Sono loro il più delle volte a segnalarci atti incivili e di degrado. E questo impegno e contatto quotidiano è la conferma dello sviluppo di una nuova cultura ambientalista. Noi, nel nostro regolamento, abbiamo cercato di fare la nostra parte semplificando e unendo i testi precedenti e inserendo nuove norme per contrastare l’abbandono dei rifiuti”. Per Pipolo la raccolta differenziata è sempre stata una “battaglia di civiltà”, sin da quando lui stesso la portò a Tradate ormai diversi anni fa. E ogni battaglia, per essere combattuta, ha bisogno anche di armi efficaci: “La polizia locale sta valutando aumenti delle multe per io mancato rispetto delle regole sulla raccolta differenziata, o per chi abbandona i rifiuti. Non per fare cassa, ma per avere uno strumento che disincentivi davvero questi comportamenti”.