SCS Varese crolla nella ripresa: dopo un primo tempo alla pari la SCS Varese è crollata all’inizio del terzo periodo. Sotto accusa la difesa: “Dobbiamo mordere di più “ dice Lilli Ferri.

SCS Varese: sconfitta pesante

Una sconfitta pesante nel punteggio, ma figlia di un secondo tempo inguardabile da parte della SCS Varese che dopo il 34 pari della pausa lunga, non è più tornata in campo. Il 9-2 di inizio terzo periodo per la padrone di casa non è stato più ricucito, troppo soffici in difesa e titubanti in attacco. Un parziale che si è dilatato nel corso del periodo terminato con un 23 a 7 che ha chiuso la gara.

Risultato finale impietoso

Nell’ultimo periodo si è giocato solo per il risultato finale che è stato impietoso per le biancorosse.

“Dobbiamo mordere di più in difesa” ha tuonato Lilli Ferri “non possiamo permetterci di subire 80 punti”.

Sotto accusa la difesa

Varese ha dimostrato i limiti di un approccio difensivo poco incisivo, che ha comportato un serie di canestri facili da parte delle ospiti, che si ritrovavano al ferro senza ostacoli. In attacco invece la SCS Varese ha trovato difficoltà a trovare buoni soluzioni, e ancora una volta gridano vendetta i tiri facili sbagliati.

“Non vedo una soluzioni differente al lavoro in palestra” annuncia il coach biancorosso “lavoro che dovrà essere condiviso e svolto con più determinazione a livello mentale e tecnico”

Il prossimo match

Sabato al palabranco di Azzate arriverà Castelnuovo Scrivia, formazione quotata e a punteggio pieno.
“Ora dobbiamo preoccuparci di noi, piuttosto che delle avversarie” conclude coach Ferri.

Leggi anche:  Castellanzese stupenda: è prima in Eccellenza

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE